Metti in moto il Dono: su due ruote per ricordare l’importanza del dono

Migliaia di donatori di sangue ed emocomponenti sono pronti a scendere in strada, sulle proprie due ruote, per ricordare a tutti l’importanza del dono del sangue e del plasma. L’iniziativa, denominata simbolicamente “Metti in moto il dono”, coinvolge  40 federate FIDAS che da giugno a settembre attraverseranno tutta Italia.

Le Regioni in cui le Federate FIDAS parteciperanno con proprie iniziative sul territorio sono: Abruzzo, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Molise, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto. Il calendario di eventi gode del patrocinio del Centro Nazionale Sangue, del Ministero della Salute e del Forum Nazionale Terzo Settore.

Obiettivo dell’iniziativa è ricordare l’importanza del dono del sangue e del plasma specie nel periodo estivo, quando in Italia si registrano cali nella raccolta delle donazioni, comportando il rinvio delle terapie trasfusionali e degli interventi chirurgici per molti pazienti. Non solo: cali nella raccolta del plasma comportano anche una minore produzione di medicinali plasmaderivati, veri e propri farmaci salva-vita per molte patologie croniche e rare.

Giovanni Musso, Presidente Nazionale FIDAS: «Se alcuni interventi chirurgici possono essere rinviati senza problemi, per molti altri pazienti il rinvio delle terapie comporta conseguenze sullo stato di salute e sulla qualità della vita. Ognuno di noi è chiamato a fare la propria parte prenotando ora la propria donazione di sangue o plasma: un gesto che permette di dare un enorme contributo alla propria comunità e al contempo di tenere sotto controllo il proprio stato di salute. Un plauso ai centauri che questa estate attraverseranno l’Italia ricordando a tutti quanto sia bello ed importante donare».