Unisciti a noi!

Donare sangue e emocomponenti: un gesto semplice ma che può fare tantissimo.

Pochi semplici click per entrare a far parte del mondo FIDAS!Compila il form indicando i tuoi dati: selezioneremo la federata a te più vicina e ti ricontatteremo il prima possibile per fornirti tutte le informazioni utili.Cosa aspetti? #DonaVita


    Federata: scegli la più vicina a te

    Perché anche il plasma può salvare molte vite?

    La donazione di plasma, così come quella di sangue intero, è fondamentale per diverse terapie salvavita.

    Perché anche il plasma può salvare molte vite?

    La donazione di plasma, così come quella di sangue intero, è fondamentale per diverse terapie salvavita.

    Sono molti i pazienti che beneficiano della donazione di plasma grazie ai medicinali plasmaderivati, tra questi ricordiamo i pazienti emofilici e i pazienti affetti da immunodeficienze primitive

    Tra i principali medicinali plasmaderivati troviamo: l’albumina, le immunoglobuline, l’antitrombina, il fattore VIII della coagulazione, il fattore IX della coagulazione, il fattore VII della coagulazione, il fattore XIII della coagulazione, i concentrati di complesso protrombinico, il fibrinogeno. Per ulteriori approfondimenti visita: plasmaitalia, l’iniziativa promossa dal Centro Nazionale Sangue in collaborazione con le Associazioni e Federazioni nazionali di donatori volontari nata per raccontare il sistema nazionale di produzione di medicinali plasmaderivati.

    Sono molti i pazienti che beneficiano della donazione di plasma grazie ai medicinali plasmaderivati, tra questi ricordiamo i pazienti emofilici e i pazienti affetti da immunodeficienze primitive

    Tra i principali medicinali plasmaderivati troviamo: l’albumina, le immunoglobuline, l’antitrombina, il fattore VIII della coagulazione, il fattore IX della coagulazione, il fattore VII della coagulazione, il fattore XIII della coagulazione, i concentrati di complesso protrombinico, il fibrinogeno. Per ulteriori approfondimenti visita: plasmaitalia, l’iniziativa promossa dal Centro Nazionale Sangue in collaborazione con le Associazioni e Federazioni nazionali di donatori volontari nata per raccontare il sistema nazionale di produzione di medicinali plasmaderivati.

    Zero eroi

    Il sangue e i suoi componenti

    Plasma

    Il plasma è la parte liquida del sangue, composto principalmente da acqua (92% circa), proteine e sali minerali. Grazie al plasma è possibile produrre medicinali plasmaderivati indispensabili per tante patologie croniche e rare.

    Globuli rossi

    I globuli rossi composti al 34% circa da emoglobina. Hanno il compito di trasportare l’ossigeno dai polmoni ai tessuti e l’anidride carbonica dai tessuti ai polmoni. Costituiscono una terapia per pazienti affetti da anemie e da malattie croniche del sangue, in casi di emorragie, per gli interventi chirurgici e per i trapianti.

    Globuli bianchi

    I globuli bianchi si occupano di difendere l’organismo da agenti estranei distruggendoli o producendo anticorpi.

    Piastrine

    Le piastrine entrano in campo quando ci sono lesioni dei vasi sanguigni. Il loro compito è quello di arrestare le emorragie favorendo la formazione di coaguli che vengono successivamente stabilizzati grazie a fattori solubili presenti nel plasma.

    Differenza tra i gruppi sanguigni e compatibilità

    I gruppi sanguigni sono ereditati geneticamente e definiscono le proteine (antigeni) presenti sulla superficie dei globuli rossi.

    Il più importante sistema di classificazione per determinare i gruppi sanguigni è il sistema ABO il quale suddivide gli individui in 4 gruppi: A, B, AB e 0. Un’ulteriore classificazione distingue gli individui in base alla presenza o assenza dell’antigene Rh (chiamato anche D). I gruppi sanguigni differiscono tra loro per via degli antigeni e degli anticorpi. Determinare il gruppo sanguigno è importante perché il sistema immunitario reagisce alla presenza di sangue che non riconosce come proprio producendo anticorpi. Non è dunque possibile effettuare trasfusioni senza prima aver verificato la compatibilità tra il donatore e il ricevente.

    0- il donatore universale

    Il gruppo sanguigno 0- è denominato “donatore universale” perché può donare sangue intero a tutti gli altri gruppi sanguigni. Al contempo i donatori 0- possono ricevere trasfusioni solamente da altre persone che hanno lo stesso gruppo sanguigno.

    AB+ il ricevente universale

    Il gruppo sanguigno AB+ è invece denominato “ricevente universale” in quanto può ricevere trasfusioni da qualunque gruppo sanguigno. I donatori AB sono al contempo “donatori universali di plasma”.

    Altri fenotipi

    Per ogni donatore e per ogni ricevente viene determinato il fenotipo relativo anche ad altri gruppi sanguigni (chiamati Kell, Kidd, Duffy, MNS, P, Lewis e Lutheran) che pur con frequenza e severità minore rispetto all’incompatibilità AB0 e Rh, possono comunque determinare reazioni trasfusionali, specie in chi sia stato precedentemente esposto a numerose trasfusioni.

    Conservazione

    Sapevi che anche il sangue ha una sua data di “scadenza”? I tempi di conservazione sono uno dei tanti motivi per i quali è importante prenotare la propria donazione, al fine di donare solamente quel che serve e quando serve. Affidati al medico selezionatore: saprà indicarti la tipologia di dono più adatta a te e quella al momento più utile per i pazienti in base alle disponibilità presenti in quel momento.

    prenota la tua donazione

    Il sangue in appositi frigoriferi per 42 giorni

    Il plasma in appositi congelatori fino a 24 mesi

    Le piastrine devono essere utilizzate entro 5 giorni