Plasma: i dati di Dicembre

Il Centro Nazionale Sangue ha pubblicato i dati relativi al plasma conferito alle aziende convenzionate per la produzione di medicinali plasmaderivati nel mese di dicembre 2021.

Sono stati 74.485 i kg di plasma conferiti alle aziende per la produzione di medicinali plasmaderivati (registrando così un –1,7% rispetto al mese di dicembre 2020).

Lo scorso mese le uniche regioni che hanno registrato segno positivo rispetto a dicembre 2020 sono state: Sardegna (+69,2%), Basilicata (+24,3%), Friuli Venezia Giulia (+21,2%), Umbria (+18,7%), Marche (+5,7%), Piemonte (+5,5%), Lombardia (+2,8%). Negativi i dati di tutte le altre Regioni.

Complessivamente l’anno 2021 si chiude con segno positivo rispetto all’anno precedente riuscendo a tagliare il traguardo del +2%. Sono 861.707 i kg di plasma conferiti alle aziende nel periodo gennaio-dicembre 2021 a fronte di 844.707 kg conferiti nel 2020.

Nonostante ciò molte Regioni non sono riuscite a tagliare il traguardo degli obiettivi prefissati: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Molise, Puglia, Toscana, Umbria e Valle d’Aosta non hanno conquistato il proprio obiettivo per l’anno 2021. Il bilancio si chiude in negativo con -1.961 kg conferiti alle aziende rispetto all’obiettivo prefissato dal nostro Paese per l’anno 2021.

Complessivamente, dunque, ad oggi l’Italia non ha ancora raggiunto l’autosufficienza nazionale nella raccolta del plasma per la produzione di medicinali plasmaderivati, è dunque importante continuare a donare plasma. Ricordiamo che secondo la legge italiana è possibile donare il plasma ogni 15 giorni, mentre l’intervallo di tempo tra una donazione di sangue intero ed una di plasma è di soli 30 giorni. Per saperne di più sul plasma visita la pagina dedicata.