Iniziative

Novembre all’insegna della Formazione

Tornano gli appuntamenti con la formazione in casa FIDAS: novembre sarà un mese dedicato ai volontari e ai responsabili associativi che avranno modo di approfondire conoscenze e competenze per una più efficace promozione del dono.

A causa della pandemia quest’anno il FIDASLab, il corso di formazione che negli scorsi anni si è arricchito di molti laboratori, si svolgerà in modalità esclusivamente telematica al fine di garantire la sicurezza di tutti i partecipanti e limitare ogni possibile forma di diffusione del virus. Essere on-line non rappresenterà però un limite per i partecipanti, ai quali i relatori dei laboratori assicurano la propria disponibilità: gli esperti dei settori che verranno approfonditi sapranno infatti guidare i volontari FIDAS nell’approfondire contenuti e nello svolgere esercizi pratici.

Nella mattina di sabato 14 novembre si svolgerà la sessione plenaria ricca di importanti incontri ai quali i volontari potranno partecipare. Si amplia la platea dei partecipanti che grazie alla modalità streaming potranno raggiungere, in questa prima parte del FIDASLab, i 230 partecipanti.

Tra i relatori della plenaria: Massimiliano Bonifacio, medico ematologo, Consigliere Nazionale FIDAS e membro del Comitato Tecnico Scientifico del Centro Nazionale Sangue, il quale approfondirà il tema della donazione ai tempi del COVID-19; a seguire il Commissario Capo della Polizia di Stato, Ireneo Turco, che illustrerà le specifiche legate all’organizzazione e alla gestione delle manifestazioni pubbliche. Il dott. Tommaso Sardelli, docente di Teoria e tecniche di Fotografia e Comunicazione Visiva presso l’Università Pontificia Salesiana, presenterà le modalità di gestione degli strumenti per riunioni, conferenze e webinar. Argomenti dunque di estrema attualità ed utili per lo svolgimento della quotidianità delle federate. A conclusione della mattinata, Marsha De Salvatore, attrice italo-americana e da anni amica di FIDAS, presenterà la sua testimonianza di paziente affetta da talassemia attraverso lo spettacolo teatrale “DM55: non si può cavare sangue da una rapa”, opportunamente rivisitato e adattato per una migliore fruizione via streaming.

La formazione proseguirà nel pomeriggio del 14 novembre e nelle settimane a seguire grazie ad una molteplicità di laboratori: Content Creation, Public Speaking, Progettazione sociale, Ufficio Stampa, Graphic Design, Terzo Settore e Gestione della Privacy, Gestione degli strumenti per riunioni, conferenze e webinar.

La formazione è da sempre un settore nel quale la Federazione crede molto. Mauro Benedetto, Consigliere Nazionale FIDAS con delega alla Formazione dichiara: «Operare nel mondo del volontariato senza una formazione specifica, oggi è praticamente impossibile. Basta pensare alla massa di normative che il legislatore emana periodicamente e per le quali occorre avere una chiara interpretazione, pena portare fuori assetto la propria federata. Vi è poi l’importante settore della comunicazione, arma fondamentale per trasmettere i messaggi sul dono, che va aggiornata e modulata continuamente affinché l’informazione passi sempre forte e chiara. Ritengo inoltre che quanto più i nostri quadri saranno preparati e ‘professionali’ più diventeranno credibili ed ascoltati. Ciò non potrà che portare loro entusiasmo e rendere più leggero il carico del lavoro”».

2 commenti su “Novembre all’insegna della Formazione

  1. Io sono volontaria della Fidas di bari e socia.posso partecipare io sarei interessata e voglio di ascoltare tutte le problematiche di sto covid e se rischia che se lo beccò un donatore che succede.

    1. Certamente, per iscriversi deve comunicare il suo interesse alla federata di appartenenza, FIDAS Bari dunque.

I commenti per questo post sono chiusi