Domenico Fortunato, attore, regista e… donatore

«La prima volta che sentii parlare di donazione del sangue fu a casa di uno dei più cari amici di mio padre». Inizia così la testimonianza di Domenico Fortunato, attore, regista e… donatore! Una storia che si intreccia con il mondo del dono. La sua testimonianza è stata pubblicata sulla rivista “Noi in FIDAS”, trimestrale della FIDAS, nel numero di gennaio. «In quel periodo – prosegue Domenico Fortunato – frequentavo il liceo scientifico Dante Alighieri a Matera. Il caro amico di mio padre era un docente universitario di antropologia che donava il sangue da quando era molto giovane. Fino a quel momento non avevo mai sentito parlare di dono del sangue». Il rapporto con il dono si intreccia per anni, per poi subire un arresto fino a poco tempo fa.

«Durante la pandemia ed il lock down con la Nazionale Attori decidemmo di andare a donare il sangue al Fatebenefratelli a Roma», afferma Fortunato: gli appelli di invito al dono si rincorrono in quei giorni sui media e sui social, è il momento di tornare a donare. La Nazionale Calcio Attori 1971, di cui Fortunato è Presidente, ha iniziato così un rapporto di collaborazione con l’EMATOS, federata FIDAS attiva sul territorio di Roma. Una collaborazione che ha portato lo scorso 26 novembre alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa a livello nazionale finalizzato alla promozione del dono del sangue e degli emocomponenti.

Leggi la testimonianza completa su ‘Noi in FIDAS gennaio 2022’

L’attore e regista sarà nuovamente sul piccolo schermo mercoledì 2 marzo alle 21.25, quando su Rai 1 sarà trasmesso “Bentornato papà“. Il film, uscito al cinema il 07 ottobre 2021, ha visto Fortunato nel ruolo di regista, attore e sceneggiatore. Tra i protagonisti anche l’attrice Donatella Finocchiaro.

Guarda il trailer di “Bentornato papà”.