eventi

Ultima tappa del Giro d’Italia. Il bilancio della FIDAS

Migliaia di chilometri lungo l’Italia attraversando oltre cinquecento comuni. A partire dal 9 maggio FIDAS ha preso parte alla Carovana del Giro che ha preceduto gli atleti nella storica kermesse sportiva giunta alla 99° edizione. “Per il secondo anno abbiamo scelto di prendere parte all’evento per poter continuare a sensibilizzare la popolazione sul dono del sangue e degli emocomponenti – sottolinea Aldo Ozino Caligaris, presidente nazionale FIDAS. – Il nostro principale dovere è sostenere la donazione responsabile, volontaria e non remunerata, del sangue e dei suoi componenti, in quanto patrimonio irrinunciabile del sistema trasfusionale italiano. Siamo soddisfatti del riscontro che questa partecipazione ha prodotto per le migliaia di persone che hanno potuto conoscere la nostra azione a favore di quanti necessitano di terapie trasfusionali”.

Oggi l’ultima tappa del Giro: da Cuneo a Torino gli atleti sfideranno il maltempo annunciato per aggiudicarsi un titolo ambitissimo. E sarà l’ultima tappa anche per il pick-up FIDAS, con a bordo i Giovani FIDAS che con il claim “Il sangue non è acqua” hanno invitato la popolazione a “dissetare la vita”.

Il tutto con il sostegno di Kedrion Biopharma, azienda che sviluppa, produce e distribuisce in tutto il mondo farmaci salvavita derivati dal plasma umano, un vero e proprio ponte che unisce donatori e pazienti, un ruolo fondamentale come partner del Sistema italiano per il raggiungimento dell’obiettivo dell’autosufficienza di farmaci plasmaderivati.

Con l’hashtag #dissetalavita è possibile vedere tutte le tappe dell’avventura FIDAS nella Carovana del Giro