dalle federate

Comunicazione sociale per il dono del sangue. Un convegno a Teramo

TeramoQual è il rapporto dei giovani con il mondo del volontariato? In che modo l’attuale panorama del mondo del lavoro condiziona gli atteggiamenti altruistici dei giovani. E’ possibile coinvolgere le nuove generazioni  in attività gestionali e continue? L’universo delle associazioni italiane potrà garantirsi un adeguato ricambio generazionale? Ed ancora, quali sono gli elementi che avvicinano i giovani al dono del sangue? Di questo si parlerà giovedì 12 maggio all’Università degli studi di Teramo nel convegno “La comunicazione sociale degli studenti universitari per la cultura della donazione del sangue”. Un progetto nato dalla sinergia tra FIDAS Teramo e UNITE (Università degli Studi di Teramo) che hanno individuato e progettato un adeguato piano di comunicazione rivolto in particolar modo ai giovani liceali e soprattutto universitari al fine di rendersi sempre più visibili agli occhi dei giovani attraverso gli strumenti attualmente più utilizzati e formare gli operatori addetti.
Nel corso dell’appuntamento di giovedì prossimo, cui interverranno rappresentanti istituzionali ed esperti del settore, il coordinatore del gruppo studentesco, Davide Cordoni, illustrerà il progetto di comunicazione che gli studenti dell’Università degli Studi di Teramo hanno realizzato, partendo dai primi colloqui avuti con il presidente della FIDAS Teramo Pasquale Di Patre, con il responsabile della comunicazione nazionale FIDAS Cristiano Lena, fino ad arrivare alla realizzazione del piano di comunicazione comprensivo di tutti supporti inerenti la realizzazione del piano stesso.
Il convegno è accreditato dall’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo per l’acquisizione di 4 crediti formativi.

 

Programma del convegno