FIDAS Academy – A Matera nuove giornate di formazione

Locandina FIDAS Academy MateraProsegue l’intensa attività dell’Academy della FIDAS Matera. Sabato 8 febbraio 2020 alle ore 10.00 presso la Sala Levi di Palazzo Lanfranchi si svolgerà il convegno dal tema “Volontariato tra Cultura del Giornalismo e Comunicazione Sociale”.

A moderare l’incontro sarà Giuseppe Bertugno attuale vice presidente e responsabile dello sviluppo dei profili social del sodalizio materano.

Il momento di confronto inserito nel progetto FIDAS Academy lanciato a marzo 2018 rientra nel percorso che porterà la FIDAS di Matera al rinnovo delle cariche sociali nella prossima primavera. Sarà introdotto dal Presidente Francesco Salvatore che ha chiesto ed ottenuto dai componenti del Consiglio Direttivo un impegno importante per strutturare nel migliore dei modi il programma di sviluppo delle attività associative degli anni a venire.

Il modello di comunicazione adottato dalle Associazioni di Volontariato diventa uno strumento fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi. Nel periodo storico in cui si vive la totale globalizzazione, anche il contatto con i donatori volontari del sangue deve adeguarsi ai nuovi strumenti, in particolare a tutto il mondo dei social media. Giuseppe Bertugno si è prodigato per far crescere le pagine facebook ed instagram della FIDAS di Matera creando una serie di relazioni che hanno permesso di costruire un panel di relatori di primissimo piano che vedrà alternarsi esponenti nazionali del giornalismo sociale con colleghi lucani per poi aprire un confronto interno con l’Ufficio Stampa di FIDAS Basilicata e le limitrofe realtà regionali.

Ospiti di spicco saranno Ines Seletti Consigliere Nazionale FIDAS ed attualmente Assessore all’educazione ed innovazione tecnologica del Comune di Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020 e Ivano Maiorella Direttore Giornale Radio Sociale.

L’obiettivo dell’incontro sarà quello di declinare nelle varie forme l’idea che la comunicazione sociale riguarda l’insieme dei messaggi promossi da diversi attori con l’obbiettivo esplicito di educare e/o sensibilizzare il largo pubblico su tematiche di interesse generale. La finalità principale di FIDAS Matera quella di informare la cittadinanza sulla necessità di contribuire attivamente al programma per l’autosufficienza regionale e nazionale di sangue ed emocomponenti.

 

Premio giornalistico “FIDAS-Isabella Sturvi”. Ora tocca alla giuria

Scaduti i termini di presentazione delle candidature, ora il lavoro passa nelle mani della giuria. Dieci tra giornalisti e referenti associativi quest’anno avranno il compito di scegliere i due vincitori, uno per la sezione stampa/web, l’altro per la sezione radio/tv, ma potranno anche attribuire eventuali menzioni di merito. Anche quest’anno numerosi si sono candidati al Premio che nel corso degli anni ha accresciuto l’interesse da parte dei professionisti del settore, diventando un punto di riferimento dell’informazione sul Sistema Sangue nazionale. I vincitori saranno premiati a Bergamo nel corso del 56° Congresso nazionale FIDAS in programma il 28 e 29 aprile.
A presiedere la giuria Benedetta Rinaldi, giornalista e conduttrice RAI, oggi alla guida del programma “Community” su Rai Italia e da sempre impegnata nel mondo del volontariato. Accanto a lei Paolo Pirovano segretario nazionale dell’Ordine dei Giornalisti nonché conduttore del TG di Telenova – Milano, Massimo Cirri conduttore dello storico “Caterpillar” su Radio 2, il giornalista scientifico Riccardo Oldani, l’esperta del settore sanitario Consuelo Gasparini, il direttore artistico di “Radio Alta – Bergamo” Teo Mangione, il redattore del Giornale Radio Sociale Fabio Piccolino e lo scrittore Giancarlo Liviano d’Arcangelo autore del blog “Buon sangue”. A rappresentare la FIDAS il presidente onorario professor Dario Cravero e il vicepresidente nazionale Feliciano Medeot.

Il premio è nato nel 2010 per ricordare la dottoressa Isabella Sturvi, responsabile dell’Ufficio Sangue e trapianti alla Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute, scomparsa nel 2009 a seguito di un’improvvisa malattia, la quale per molto tempo ha lavorato con impegno e abnegazione per il sistema trasfusionale nazionale e creduto nella necessità di sensibilizzare la collettività all’importanza della donazione del sangue.

Premio giornalistico “FIDAS-Isabella Sturvi”: ultimi giorni per candidarsi

Fino a venerdì 31 marzo è possibile candidarsi per il premio giornalistico “FIDAS-Isabella Sturvi”. Poi il lavoro passerà nelle mani della giuria, guidata da Benedetta Rinaldi, che avrà il compito di selezionare i vincitori per la sezione stampa/web e radio/tv. Il Premio, giunto alla VII edizione, è finalizzato alla promozione dell’impegno del giornalismo sociale e scientifico relativo al Sistema Sangue, alla valorizzazione del grande patrimonio costituito dalle numerose associazioni del territorio impegnate nel volontariato, all’educazione e sensibilizzazione dei giovani verso l’impegno sociale e civile. Potranno candidarsi i giornalisti, professionisti, praticanti o pubblicisti, che avranno affrontato il tema nel periodo compreso tra il 21 marzo 2016 e il 19 marzo 2017. Il Premio è intitolato alla dottoressa Isabella Sturvi, già responsabile dell’ufficio VIII, “Sangue e trapianti”, presso la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute.