dalle federate

Larino: convegno all’ospedale Vietri

agnone_6_300_x_200Presso la sala dell’Ospedale “Vietri” di Larino si è tenuto un convegno per i donatori di sangue della FIDAS della zona del basso Molise. Il convegno si è aperto con i saluti del sindaco Guglielmo Giardino e dei presidenti delle Sezioni FIDAS di Larino, Colletorto, Casacalende, Ururi.

I lavori sono stati coordinati dal Vice presidente nazionale della FIDAS, Antonio Bronzino, che nell’introdurre i lavori ha fatto una panoramica sulla situazione del pianeta sangue in campo nazionale, evidenziando punti di forza e criticità. Ha sottolineato lo sforzo e i risultati positivi che si stanno conseguendo da parte della neofederata FIDAS Molise, soffermandosi, inoltre, sul ruolo delle associazioni di volontariato nella crescita scientifica e culturale del Paese.

La dottoressa Eva D’attilio, ematologa dell’Ospedale di Termoli, ha relazionato sull’organizzazione e sul funzionamento del sistema trasfusionale regionale, che assicura autosufficienza e disponibilità per le regioni carenti. Ha elogiato la FIDAS Molise che nel giro di pochi mesi ha raggiunto le 1500 unità di sangue raccolto, tra emazie e plasma.

Il Prof. Giulio Giordano dell’Università Cattolica di Campobasso, ha relazionato sulla terapia trasfusionale e staminale, con un lungo excursus sulla storia delle trasfusioni. Ha indicato le nuove frontiere del dono, sempre più orientate verso la donazione mirata e non solo di sangue, ma anche di cellule staminali, cordonali, di organi, di cute.

fidas_molise_a_fidas_nazionale_300_x_201La Dr.ssa Bianca FUSO Biondi, direttrice del CSV “Il Melograno”, ha voluto rimarcare i progressi le iniziative messe in atto dalle associazioni di volontariato, al fine rendere il terzo settore sempre più una risorsa di capitale sociale per il territorio.

Il Dr. Guerino Trivisonno, direttore sanitario della FIDAS Molise, con il suo corredo di fotografie, ha illustrato l’importanza dei social network nella comunicazione e promozione della donazione sangue, e le nuove tecniche di comunicazione.

Si sono susseguiti interventi e testimonianze, tra le altre quella del donatore Odero Bisacci, che con la sua storia personale e con le sue 344 donazioni di sangue, plasma e piastrine, ha emozionato la platea.

Alla festa tenutasi presso l’hotel Campitelli a Larino (CB) oltre ai donatori di Larino e del Basso Molise, era presente anche il presidente nazionale FIDAS, Aldo OZINO CALIGARIS, che oltre cha dare il suo saluto, ha colto l’occasione per segnalare questa nuova bella realtà nella famiglia FIDAS costituita dalla realtà molisana. “La FIDAS, ha detto, è anche anagramma di SFIDA e la sfida molisana, con le 1500 donazioni in pochi mesi è a buon punto.”