dalle federate

Irsina: positivo il bilancio 2010

Bilancio più che positivo per la sezione Fidas “Giuseppe Attilio” di Irsina. Cinquecento sessantadue  le donazioni totali, di cui quattrocentonovantacinque di sangue intero e sessantasette di plasma,  effettuate nell’anno 2010. Un lavoro attento e certosino dell’intero gruppo dirigenziale che da anni si prodiga per la diffusione del dono del sangue nell’intera comunità irsinese, che ha fatto elevare il picco donazionale tanto da attestare Irsina, in termini percentuali, tra i comuni più generosi d’Italia. “Tanto abbiamo fatto”, ha commentato Pietro Amato presidente della Fidas Irsina “  ma tanto c’è ancora da fare, se si considera che i residenti all’anagrafe sono 5.186, di cui anni 839 inferiori ai 18 anni, 1297 sono ultra 65enni quindi non donatori, a questi si aggiungano i circa 1.000 tra persone residenti “non residenti” e persone che, per problemi di salute, non possono donare. Restano 2.050  potenziali donatori. Quindi si può migliorare lavorando su quanti ancora non si sono accostati alla donazione, convincendoli a fare questo piccolo grande gesto d’amore che nulla costa a chi lo fa ma che tanto dà a chi ne ha bisogno. Con grande gioia desidero ringraziare i donatori di Irsina (intere famiglie) a nome dei tanti ammalati hanno beneficiato del loro gesto d’amore. Ringrazio inoltre i tanti giovani tra i 18 e i 25 anni, circa 50, che per la prima volta hanno compiuto questo fantastico gesto, ed è con loro che ci proponiamo di disegnare il futuro della Fidas di Irsina”. “ Per l’anno appena iniziato”, ha concluso il presidente Pietro Amato “ niente tregua per il gruppo dirigenziale che ha già approvato la programmazione annuale sia in termini di raccolta che di attività finalizzate alla promozione del dono del sangue attraverso iniziative nuove e quelle ormai consolidate. Stiamo già lavorando per preparare la corsa ciclistica e la corsa campestre giunte alla terza edizione; riproporremo, dato il successo dell’anno scorso, la caccia al tesoro che ha fatto registrare 120 partecipanti tra giovani universitari e ragazzi, saremo presenti il 14 e il 15 agosto nella tradizionale “ U’ Sant’ Rocc’”, inoltre in occasione della festa patronale che si terrà a settembre in onore di S. Eufemia premieremo, come lo facciamo già di diversi anni, i donatori benemeriti, ed infine a dicembre una grande festa del donatore che vedrà coinvolti tutti per gli scambi augurali delle festività natalizie”.