Sospensione Meeting Giovani FIDAS

A seguito dell’attuale situazione legata alla sicurezza sanitaria nazionale, si comunica la sospensione del Meeting Giovani FIDAS previsto per le date 20-22 marzo.
La scelta è stata adottata a seguito delle indicazioni date dalla Regione Emilia Romagna e dalle disposizioni date dalle Istituzioni locali e dalla Struttura di Coordinamento Regionale in materia sangue.
La FIDAS Bologna, federata organizzatrice del Meeting, rimborserà le quote di iscrizione ricevute fino alla data odierna. I partecipanti sono invitati a contattare le rispettive compagnie di trasporto o agenzie di viaggio per verificare la possibilità di rimborso. L’eventuale nuova calendarizzazione dell’evento verrà comunicata per tempo.

Prorogati i termini per il concorso “A scuola di dono”

Dopo il successo della prima edizione del Concorso “A scuola di dono”, la FIDAS Nazionale ha pubblicato lo scorso luglio il Bando per la II edizione del Concorso. Il Bando è rivolto alle scuole di ogni ordine e grado con lo scopo di avvicinare gli studenti al mondo del volontariato e di promuovere tra le giovani generazioni la cultura del dono del sangue e degli emocomponenti.

Come partecipare
Il concorso si articola in tre sezioni:

  • Sezione “Scuola Primaria”
  • Sezione “Scuola secondaria di I grado”
  • Sezione “Scuola secondaria di II grado”

Per ogni Sezione è stata pensata una diversa traccia sulla quale gli studenti sono invitati a riflettere e realizzare un lavoro originale. È possibile iscriversi al concorso e presentare elaborati realizzati da singoli studenti, da gruppi o dalla classe intera. In tutti questi tre casi dovrà essere presentato un solo elaborato.

Il Premio
Il Concorso prevede due fasi di premiazione:

  1. Fase uno: i lavori risultati vincitori del Concorso a livello provinciale, verranno contatti dall’associazione locale per ricevere il premio nella modalità scelta dalla singola associazione locale. Saranno le 76 associazioni federate presenti sul territorio nazionale a selezionare i vincitori, uno per ogni sezione del concorso. Gli stessi lavori vincitori della fase locale verranno premiati tra fine marzo 2020 e la prima metà di aprile 2020. I vincitori di questa prima fase passano di diritto ad una seconda fase del Concorso.

  2. Fase due: tutti i lavori vincitori della fase provinciale del Concorso riceveranno una valutazione dalla Giuria nazionale che decreterà un vincitore nazionale per ogni grado di istruzione. La premiazione di questa seconda fase avverrà ad Aosta venerdì 1° maggio 2020, all’interno del 59° Congresso nazionale.

Le scadenze
Si comunica ufficialmente che sono stati prorogati i termini di iscrizione al concorso.

  • Tutte le scuole che intendano partecipare al concorso hanno tempo fino al 18 gennaio 2020 per potersi iscrivere al concorso.
  • I lavori prodotti dovranno essere inviati entro il 28 febbraio 2020 all’associazione FIDAS di riferimento sul proprio territorio.
  • Nel caso in cui l’Istituto Scolastico si trovi in una provincia in cui non sono presenti Associazioni FIDAS, gli elaborati dovranno essere inviati, entro il 28 febbraio 2020, alla sede nazionale FIDAS.

Leggi il testo completo del Bando concorso “A scuola di dono” – II edizione 2019-2020

Scarica il modulo per l’iscrizione al concorso.

Ultimo aggiornamento: 31 gennaio 2020

On line il nuovo numero di NOI IN FIDAS

Noi in FIDAS - novembre-dicembre 2019É on-line il nuovo numero di Noi in FIDAS, il trimestrale della Federazione, con gli auguri per un buon 2020 da parte del Presidente nazionale, Aldo Ozino Caligaris, che si racconta in un’importante testimonianza.

In questo numero ci soffermiamo in maniera principale sui corsi di formazione che si sono svolti negli ultimi mesi: una nuova edizione del #FIDASLab, che mantiene lo stile laboratoriale adottato negli scorsi anni, ma al contempo ha visto l’introduzione di alcune novità. Sono gli stessi relatori dei diversi laboratori a presentare le attività svolte, offrendoci l’opportunità di continuare ad avere un ulteriore focus sui diversi argomenti affrontati durante il corso, che sono poi anche le attività svolte dai volontari all’interno delle associazioni.
Data la fondamentale importanza di una formazione solida, nelle scorse settimane si è svolto anche un nuovo corso di formazione: “PLASMARE”. Il corso, rivolto ai Responsabili associativi, ha avuto lo scopo di approfondire la materia del plasma e dei medicinali plasmaderivati.

Con il nuovo Statuto della FIDAS, frutto della Riforma del Terzo Settore e delle maturate esigenze di rinnovamento degli Organi statutari, alcune novità che segneranno il futuro della FIDAS: ve le illustriamo.

Con questo numero diamo vita alla rubrica “Messaggi nella Rete”: certi che i social possano essere uno strumento utile per promuovere dati, informazioni e testimonianze preziose riguardanti il dono del sangue e degli emocomponenti, ci rendiamo conto che le stesse piattaforme meritano una nostra sempre crescente presenza capace di dare maggior risalto alla corretta informazione e alle belle storie di vita.  

Il dottor Quirino Messina, Specialista in Cardiologia ed Ematologia clinica e di laboratorio, illustra il tema dell’infarto del miocardo.

Conosciamo le ultime new entry nella famiglia FIDAS: il Gruppo donatori di sangue FIDAS Forcoli (PI), la VAS Paganica (AQ) e la VAS-FIDAS Sulmona (AQ).

I Giovani FIDAS presentano una nuova iniziativa: i Giovani Promotori di Salute.

Un numero che è possibile sfogliare on line, scaricare, e condividere per diffondere la cultura del dono.

FIDASLab: torna il corso di formazione FIDAS

Più di centocinquanta volontari del dono del sangue sono arrivati a Roma questo fine settimana per il primo dei due appuntamenti del FIDASLab, il corso di formazione per responsabili associativi della FIDAS.

Articolato in due appuntamenti, il corso è volto a fornire ai partecipanti gli strumenti e le competenze aggiornate sulle migliori modalità possibili di promozione del dono.

Il programma è articolato in alcune sessioni plenarie che si concentreranno sul tema dei corretti stili di vita: Simone Benedetto, medico esperto in scienze dell’alimentazione, approfondirà la tematica dei corretti stili di vita. Davide Cordoni, docente di enogastronomia, presenterà i benefici e le regole da seguire per poter adottare una sana alimentazione.

“È importante parlare di promozione del dono e di fidelizzazione dei donatori, ma tutto questo non serve a nulla se non abbiamo delle persone in salute. I corretti stili di vita sono il punto di partenza per un avvicinamento alla donazione: il donatore deve essere in buono stato di salute per poter garantire una terapia trasfusionale buona e sicura per i riceventi”, afferma il presidente nazionale Aldo Ozino Caligaris.

Nelle tre giornate del corso saranno presenti cinque diversi momenti laboratoriali, in cui gli stessi volontari saranno i veri protagonisti, a partire dalla scelta del laboratorio da seguire in base alle attitudini e alle attività che si svolgono all’interno dell’Associazione. Ufficio stampa, content creating, grafica, progettazione di bandi, public speaking e segreteria, amministrazione e contabilità, i 6 laboratori offerti ai partecipanti. A guidarli esperti del settore capaci di rispondere a dubbi, offrire consulenze specifiche e lasciare spazio alle esercitazioni pratiche.

Nel logo del #FIDASLab è racchiuso l’importante ruolo dei singoli volontari: loro sono il vero DNA della FIDAS e in loro risiede per la Federazione la possibilità di promuovere il dono volontario, anonimo, responsabile e gratuito del sangue e degli emocomponenti.

Molteplici le sorprese riservate ai partecipanti per le quali non possiamo ancora rivelare nulla, se non dire che per ogni volontario c’è una lettera che attende di esser consegnata.

Anche quest’anno sarà possibile seguire e commentare il corso sui social seguendo l’hashtag #FIDASLab e #stileFIDAS.

 

On line il nuovo NOI IN FIDAS

E’ on-line il nuovo numero di Noi in FIDAS, il trimestrale della Federazione. Un numero dedicato in maniera principale al plasma: cos’è? Come e quando è possibile donarlo? Cos’è il processo di plasmaderivazione? Quali sono le compatibilità tra donatori e riceventi? Tanti quesiti ai quali abbiamo dato risposta. Per approfondire ulteriormente il tema a dicembre svolgeremo il corso di formazione “Plasmare”, riservato ai presidenti regionali e ai membri del Consiglio direttivo nazionale.
Oltre al tema del plasma, all’interno del nuovo numero, ripercorriamo insieme l’estate della FIDAS con i tanti eventi che si sono svolti in tutta la Penisola, volti alla promozione del dono del sangue e degli emocomponenti. Tra i tanti eventi uno spazio speciale è dedicato alla 24 Ore del donatore, giunta alla sua XII edizione. Affrontiamo il tema dell’importanza del check-up medico e presentiamo alcune iniziative che prossimamente coinvolgeranno la FIDAS: il corso di formazione per Responsabili associativi che si svolgerà a Roma a Novembre e la seconda edizione del bando “A scuola di dono”.

Nel numero anche alcune novità in casa FIDAS: si presentano i due tirocinanti che negli ultimi mesi hanno collaborato con noi e ci saluta il dottor Cristiano Lena, che continuerà a guidare il giornale ma lascia il ruolo di responsabile della comunicazione. Cogliamo l’occasione per ringraziarlo dell’impegno portato avanti negli anni con professionalità e serietà.

Da non perdere l’editoriale a cura del Presidente nazionale FIDAS che fa luce sulla questione, tanto dibattuta in questi giorni, della conservazione del sangue da cordone ombelicale.

Un numero che è possibile sfogliare on linescaricare e condividere per diffondere la cultura del dono.

Servizio Civile Universale 2019 – Bando in scadenza

È in scadenza il Bando del Servizio Civile Universale 2019. Tutte le candidature devono essere presentate entro le ore 14.00 del 10 ottobre 2019.

Destinatari
Il Servizio Civile è rivolto ai giovani dai 18 ai 29 anni non compiuti, che intendano vivere un’esperienza di formazione, crescita personale e servizio alla comunità. Per l’anno 2019 sono disponibili 39.646 posti, dei quali 38.695 sono rivolti ad operatori volontari che svolgeranno l’attività in progetti da realizzarsi in Italia. 951 è il numero degli operatori volontari che saranno avviati in servizio in 130 progetti da realizzarsi all’estero.
Ogni volontario percepisce 433,80 euro al mese.

I progetti
Sono 3.797 i progetti che si realizzeranno tra il 2019 e il 2020. La durata degli stessi progetti è variabile dagli 8 ai 12 mesi. Il monte ore richiesto ai partecipanti è pari a 25 ore settimanali. In alternativa si dovrà svolgere un monte ore annuo che varia tra le 1145 ore per i progetti di 12 mesi e le 765 ore per i progetti di 8 mesi. Per poter partecipare alla selezione occorre individuare il progetto di SCU cui si intende partecipare.
Per conoscere tutti i progetti è possibile utilizzare i seguenti motori di ricerca: “Scegli il tuo progetto in Italia” e “Scegli il tuo progetto all’Estero“.

Aree di intervento
Le aree di intervento del Servizio Civile Nazionale sono:

  • ambiente/patrimonio ambientale e riqualificazione urbana
  • assistenza
  • educazione e promozione culturale/educazione e promozione culturale dello sport
  • patrimonio artistico e culturale/patrimonio storico, artistico e culturale
  • protezione civile
  • servizio civile all’estero.

Ulteriori informazioni
Per poter prendere visione del Bando e ricevere ulteriori informazioni è possibile visitare il sito: www.serviziocivile.gov.it

logo servizio civile universale

Torna FidasLab_ il corso di formazione per responsabili associativi

Torna a Novembre l’appuntamento con FidasLab_, il corso di formazione per i responsabili associativi della FIDAS.

I volontari: il DNA della FIDAS. Ogni volontario che collabora con la FIDAS porta con sé un bagaglio esperienziale e una storia di vita che costituiscono, per le realtà associative presenti sul territorio, una ricchezza. Nei singoli volontari risiede la possibilità per FIDAS di lavorare al meglio: la partita della promozione del dono del sangue e degli emocomponenti si gioca ogni giorno grazie a tutti i volontari che nel proprio modo, unico e personale, si mettono a servizio della causa. Sono i volontari stessi a costituire quindi il DNA della FIDAS. Questa unicità viene celebrata dalla FIDAS durante il corso di formazione, offrendo ad ogni volontario la possibilità di scegliere personalmente, in diversi momenti, a quali laboratori poter partecipare e quali attività svolgere, affinché anche la formazione di ogni partecipante possa essere unica.

#stileFIDAS. Temi che faranno da fil rouge alle giornate di formazione sono i corretti stili di vita, con un occhio di riguardo per il tema dell’alimentazione. Non mancheranno delle attività tematiche che coinvolgeranno attivamente i partecipanti al corso. La FIDAS si impegna a promuovere i corretti stili di vita perché donare il sangue non è solo un gesto di solidarietà, ma anche e soprattutto un gesto che va compiuto responsabilmente. Adottare uno stile di vita sano, lo #stileFIDAS, vuol dire prendersi cura di sé, in vista del fatto che anche in base al nostro stile di vita dipenderà la possibilità o meno di donare il più a lungo e quanto più spesso possibile.

Aperte le iscrizioni. Al fine di poter offrire l’opportunità di partecipazione al maggior numero possibile di volontari, il corso si svolgerà anche quest’anno in due diverse date: dal 1 al 3 novembre e dal 22 al 24 novembre. Roma si prepara dunque ad accogliere ancora una volta 150 volontari circa provenienti da tutta Italia. Per i Responsabili che avessero intenzione di partecipare al Corso, il termine ultimo per potersi iscrivere è il 4 Ottobre. È necessario contattare l’associazione di appartenenza per far pervenire la propria iscrizione alla FIDAS Nazionale.

Logo FidasLab_ 2019

Su Dimensione Suono Roma l’invito a donare della FIDAS Lazio

L’estate porta con sé anche le difficoltà di garantire continuità per la donazione del sangue e degli emocomponenti. In particolare nella Regione Lazio caratterizzata da una certa mobilità sanitaria in entrata. Per questo le sette Associazioni della FIDAS Lazio (Associazione Donatori Volontari Sangue dell’Ospedale Bambino Gesù,  Ematos FIDAS, Gruppo Donatori Sangue Carla Sandri, Associazione Volontari Policlinico Tor vergata, Donatori di sangue Roma est, La Rete di Tutti, Ema-Associazione Gli Amici di Nino Manfredi) hanno realizzato uno spot radiofonico per invitare la popolazione a tendere il braccio. Lo spot sarà trasmesso sulle frequenze di Radio Dimensione Suono Roma dal 22 luglio al 28 agosto indicando i luoghi dove recarsi a donare e invitando a consultare il sito www.fidas.it .