dalle federate

A Fiumefreddo (CS) per una donazione senza confini

La donazione senza confini: dal cuore della Calabria un messaggio di solidarietà e integrazione – L’ormai consueta Festa del Donatore, da anni organizzata dalla FIDAS-ADVS di Paola, quest’anno ha cambiato location spostandosi nella suggestiva cornice di Fiumefreddo Bruzio (CS), uno tra i Borghi più belli d’Italia, scelto come sede dell’evento realizzato grazie alla preziosa collaborazione della sezione locale “Stanislao Porto” e della FIDAS Calabria. Il dibattito mattutino, che ha visto presenti il presidente nazionale Aldo Ozino Caligaris, il presidente regionale Carlo Cassano, lo studioso di Religione Islamica Karim Abdalla, la rabina della Calabria ebraica Barbara Aiello, e il parroco di Polistena (nonché presidente della sezione di Libera a Gioia Tauro) Don Pino De Masi, è stato incentrato sullo scottante tema della “donazione di sangue senza frontiere”. Numerose le differenze, religiose e culturali, nell’approccio ai temi della donazione, una consapevolezza di fondo: la donazione deve diventare una consuetudine ed una buona abitudine anche per i “nuovi italiani” che rappresentano una preziosa risorsa in termini numerici e di compatibilità ABO per garantire la disponibilità di sangue ed emocomponenti nel nostro paese.Programma