L’AFDS Spilimbergo e il Gruppo Marciatori ANA contro il Covid-19

Di fronte l’emergenza Covid-19 l’AFDS sezione di Spilimbergo si è interrogata su cosa potesse fare per poter dare il proprio contributo alla comunità locale, oltre a continuare a promuovere la donazione del sangue.
Anche in questi giorni di emergenza sanitaria, il mondo del Volontariato continua a muoversi con efficacia ed in coordinamento con gli Enti Locali e la Protezione Civile grazie alla disponibilità dei singoli e delle associazioni.
In questo contesto i Consigli Direttivi dell’AFDS di Spilimbergo e del Gruppo Marciatori ANA hanno valutato come poter intervenire al fianco di chi si trova ora in prima linea ad affrontare l’emergenza sanitaria ed hanno deciso di unirsi per dare un contributo immediato alla sicurezza di chi opera in prima linea tramite l’acquisto di 157 indumenti di protezione DPI (nello specifico delle tute monouso). Si tratta di ciò che è stato possibile reperire data la scarsità dei dispositivi disponibili, avendo riscontrato l’esaurimento delle mascherine in vendita.
Il 25 marzo tutto il materiale è stato recapitato al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Spilimbergo dai volontari che hanno provveduto all’acquisto, al trasporto ed alla consegna. Ogni fase si è svolta applicando le massime precauzioni a tutela delle persone impegnate e di coloro che nei prossimi giorni faranno uso dei dispositivi.
Le tute monouso donate sono dispositivi indispensabili per intervenire in situazioni a rischio e dovrebbero assicurare circa 2 settimane di autonomia per le necessità del centro ospedaliero. L’auspicio espresso dai Presidenti Claudio Tonus e Dario Colledani è che questa dotazione risulti sufficiente a superare l’emergenza di questi giorni o, quantomeno, consenta di assicurare un valido sostegno agli operatori sanitari nell’attesa che possano ricevere il materiale in corso di produzione e distribuzione a cura degli enti preposti.
Nonostante le scorte di sangue siano al momento sufficienti, il Presidente dell’AFDS Spilimbergo, Claudio Tonus, invita a non abbassare la guardia e a continuare a prenotare la donazione tramite i consueti canali, Facebook, Instagram, i Consiglieri di sezione e il cup.
L’iniziativa dell’AFDS di Spilimbergo si unisce ai gesti concreti di sostegno dell’attività degli operatori sanitari compiuti anche da altre federate FIDAS in questi giorni.

AFDS Spilimbergo contro il Covid-19

A Spilimbergo la seconda giornata del Meeting Giovani

Spilimbergo (3)Seconda giornata del XIX Meeting nazionale Giovani FIDAS. I volontari del dono under 28 si sono spostati a Spilimbergo dove hanno continuato a riflettere su come “dare forma” al servizio a favore degli altri.  E quale luogo migliore della Scuola Mosaicisti del Friuli, dove da quasi un secolo si formano i professionisti di questa forma d’arte conosciuta in tutto il mondo. I giovani, immersi in un vero e proprio tempio della bellezza, hanno avuto la possibilità di confrontarsi in piccoli gruppi e realizzare anche loro un oggetto simbolo per comunicare il valore del dono.

Nel pomeriggio focus sull’informazione: quella medica che spesso occorre vagliare con cautela in quanto nasconde delle insidie, come hanno sottolineato Mauro Mazzocut e Chiara Cipollat Mis del Centro di Riferimento Oncologico CRO di Aviano, e quella che vorrebbero e dovrebbero comunicare le associazioni del dono come ha evidenziato Cristiano Lena, responsabile comunicazione FIDAS Nazionale.Spilimbergo (2)

Domani l’ultima giornata del Meeting con le elezioni del nuovo Coordinamento Nazionale Giovani FIDAS.

A Pordenone il XIX Meeting Giovani FIDAS

_MG_6470Con i saluti istituzionali del sindaco di Pordenone, del presidente nazionale FIDAS, del presidente AFDS Pordenone e della Coordinatrice nazionale Giovani FIDAS si è aperto il 19° Meeting nazionale. Tre giorni di formazione e scambio di esperienze per Dare Forma all’impegno nel volontariato del dono. Tra le novità di quest’anno il coinvolgimento delle altre associazioni del dono, Avis, Fratres, Croce Rossa Italiana e Aido con cui FIDAS condivide la sensibilizzazione e l’informazione sul dono a 360 gradi.

Il concept scelto per quest’anno vuole portare i volontari under 28 a scoprire in che modo i giovani delle associazioni FIDAS possono trovare il loro ruolo all’interno delle realtà del volontariato.

_MG_6535Quattro interventi hanno caratterizzato questa prima giornata: Enrico Mazza, vicecoordinatore Nord Est, ha fornito alcune linee guida per approfondire il compito dei volontari del dono che sono chiamati ad essere consapevoli e contemporanei, a guardarsi intorno, a fare rete, a mettere al centro le persone e a mettersi in gioco;  Lucia Popaiz, del Centro Servizio per il Volontariato FVG, ha presentato i dati relativi al volontariato in Italia, sottolineando l’impegno collettivo nel nostro paese; Chiara Ferrarelli della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università Salesiana di Roma ha fornito l’interpretazione dei dati sottolineando le motivazioni che spingono i giovani ad impegnarsi nel volontariato; infine Alessia Balzanello, coordinatrice nazionale uscente, ha suggerito alcune modalità per dare forma all’esperienza in FIDAS. E la giornata si è conclusa con l’esilarante spettacolodel duo comico MeridonalArte. Domani i giovani continueranno il Meeting a Spilimbergo presso la Scuola Mosaicisti del Friuli, mentre domenica sarà tempo di elezioni per la scelta del nuovo coordinamento nazionale.

A Pordenone il 19° Meeting nazionale Giovani FIDAS

Si svolgerà a Pordenone dal 16 al 18 marzo il 19° Meeting nazionale Giovani FIDAS.  Tre giorni di formazione, accomunati dal claim “dare forma”, per permettere ai partecipanti di confrontarsi su diversi temi e soprattutto sul ruolo del volontariato del dono all’interno della società in cui viviamo e che assume costantemente forme diverse.

Grazie al lavoro di preparazione portato avanti dal Coordinamento nazionale Giovani FIDAS e dall’AFDS Pordenone, il meeting quest’anno coinvolge numerosi relatori che forniranno utili spunti di riflessioni, ma non mancherà la possibilità di un confronto grazie allo spazio riservato ai lavori di gruppo.

Nella giornata di domenica 18 inoltre l’Assemblea nazionale dei Giovani che eleggerà il nuovo Coordinamento nazionale chiamato a guidare i donatori under 28 fino al 2020.

Programma Meeting Giovani FIDAS 2018