Plasma: i dati di Settembre 2021

Il Centro Nazionale Sangue ha pubblicato i dati relativi al plasma conferito alle aziende convenzionate per la produzione di medicinali plasmaderivati nel mese di settembre 2021.

Sono stati 70.752 i kg di plasma conferiti alle aziende per la produzione di medicinali plasmaderivati (registrando così un preoccupante -5,6% rispetto al mese di settembre 2020).

Nel mese di settembre 2021 rispetto a settembre 2020 quasi tutte le regioni hanno registrato segno negativo ad eccezione di: Valle d’Aosta (+47,3%), Piemonte (+17,4%), Calabria (+2%), Abruzzo (+1,7%), Lombardia (+1,4%). Migliorano, seppur di poco, i dati della Puglia (+0,8%) e della Liguria (+0,2%)

Complessivamente, tuttavia, nei primi nove mesi del 2021 il bilancio è positivo rispetto ai primi nove mesi del 2020 per tutte le Regioni ad eccezione di: Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lazio, Molise e Sardegna. Stabile la Toscana. Sono 637.194 i kg conferiti alle aziende nel periodo gennaio-settembre 2021 a fronte di 627.181 kg conferiti nei primi nove mesi del 2020.

Giovanni Musso, Presidente Nazionale FIDAS, commenta così i dati: «É necessario un ulteriore sforzo negli ultimi mesi dell’anno al fine di raggiungere gli obiettivi di conferimento previsti per questo 2021. Se in questo periodo che ci separa dal 31 dicembre continuiamo ad impegnarci, tutti, per la promozione del dono del plasma, possiamo raggiungere l’obiettivo. Prenotiamo ora la nostra prossima donazione di plasma».

Ricordiamo che secondo la legge italiana è possibile donare il plasma ogni 15 giorni, mentre l’intervallo di tempo tra una donazione di sangue intero ed una di plasma è di soli 30 giorni. Per saperne di più sul plasma visita la pagina dedicata.