Assemblea dei Giovani FIDAS: eletto il nuovo Coordinamento dei Giovani

Si è svolta in modalità on line, questa mattina, l’Assemblea dei delegati Giovani FIDAS, i rappresentanti dei donatori di sangue under 30 delle Associazioni FIDAS. L’Assemblea è stata un’occasione di confronto ed ha portato al rinnovo del Coordinamento Nazionale Giovani FIDAS.

Rappresentanza dei Giovani FIDAS alla 37^ Giornata Nazionale del Donatore FIDAS – Napoli 2018

Nuovo coordinatore nazionale è stato eletto Gabriele Pesce, volontario di ANDVS Novi Ligure. Sono stati eletti nel ruolo di vice coordinatori: Teresa Oreade Grillo, vice coordinatrice per il Nord Ovest, volontaria di FIDAS Bologna; Mattia Chiminello, vice coordinatore per il Nord Est, volontario di AFDS Udine; Alessandro Guastella, vice coordinatore per il Centro, Sud e Isole, volontario di FIDAS Gela. Roberta Maida, volontaria di FIDAS Bologna è stata eletta segretaria del coordinamento.

Il Coordinamento resterà in carica per 2 anni e il suo compito fondamentale sarà quello di pensare, organizzare e sviluppare iniziative promozionali/formative rivolte nello specifico al mondo giovanile per modalità di proposta e temi di interesse.

Evento informativo Giovani FIDAS

Gabriele Pesce, neo eletto coordinatore nazionale dei Giovani FIDAS, afferma: «Questa situazione che si è creata con il covid ci obbliga a giocare su un campo nuovo, ci sono sfide nuove con regole nuove e dovremo trovare nuove soluzioni anche per far passare il nostro messaggio. È il tempo dell’innovazione, anche sul campo della promozione del dono».

Al nuovo Coordinamento Giovani FIDAS gli auguri della Federazione e del Presidente Nazionale FIDAS, Giovanni Musso, che dichiara: «Voglio augurare al Coordinamento dei Giovani FIDAS un buon lavoro. Ci attendono anni impegnativi, ma se li vivremo nel solco del confronto propositivo e costruttivo, nel rispetto reciproco, sapremo costruire insieme belle novità per la nostra Federazione. Io e il Consiglio Direttivo FIDAS crediamo nei giovani e riponiamo in loro la fiducia di poter crescere insieme, tutti noi».