istituzionali

San Giovanni Rotondo: al via il II° Meeting della Fratellanza

“Il vostro impegno assume un grande valore di informazione positiva e di senso civico per i giovani delle comunità in cui operate. Il sangue di cui è più bello parlare, che è più giusto raccogliere, che è doveroso preservare è quello che dona vita”. Così l’on Giorgia Meloni, Ministro della Gioventù, saluta con una nota gli organizzatori del II° Meeting della Fratellanza dei volontari della Federazione Italiana Associazioni Donatori Sangue (FIDAS), che prende il via domani (sabato 17 settembre) a San Giovanni Rotondo (FG).

L’ on Eugenia Roccella, Sottosegretario di Stato alla Salute, sottolinea l’importanza del grande raduno dei donatori FIDAS “perché pone l’attenzione su un mondo silenzioso, che non fa notizia, ma che compie ogni giorno un lavoro straordinario”.

In Puglia operano cinque associazioni federate alla FIDAS – FPDS di Bari, FIDAS Leccese, FIDAS Taranto, ADVS Messapica, FIDAS Dauna – con trentamila volontari del sangue, che nel 2010 hanno “allungato” il braccio per il sistema sanitario regionale ben 33.000 volte.

In mattinata i volontari del sangue periodici della capitanata e nuovi candidati donatori e donatrici, tra i 18 ed i 65 anni in buono stato di salute, sono invitati dalla FIDAS presso il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale (SIMT) dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, diretto dal Dr. Lazzaro di Mauro per la raccolta straordinaria.

“Nonostante i progressi delle scienze biologiche – ricorda l’on Meloni – l’uomo rimane ancora oggi l’unica possibile sorgente di sangue. Donare sangue aiuta a salvare chi è in pericolo e contribuisce a creare un patrimonio di solidarietà da cui tutti possono attingere nel momento del bisogno.

Nel pomeriggio è in programma il seminario scientifico-divulgativo sulla medicina della solidarietà e le applicazioni cliniche del dono di sangue, emocomponenti, midollo, cellule staminali. Un importante momento di formazione ed informazione che, secondo l’On. Roccella “incoraggia il dialogo necessario tra mondo scientifico, Istituzioni e volontariato organizzato per una donazione sempre più consapevole e per alimentare la cultura del dono senza cui non si possono costruire legami sociali nelle comunità e per le comunità”.

In scaletta, a partire dalle 15.00 nella sala convegni del Centro di Accoglienza Approdo, le relazioni di Giuseppe Aprili, past president del SIMTI (Società Italiana Medicina Trasfusionale ed Immunoematologia), Michele Scelsi, coordinatore in Puglia delle attività trasfusionali (CRAT) e Lazzaro di Mauro, direttore del centro trasfusionale dell’ospedale voluto da San Pio. Prevista la partecipazione del Sottosegretario di Stato all’Istruzione On. Giuseppe Pizza, della Dr.ssa Elena Gentile, Assessore al Welfare della Regione Puglia ed interventi dei presidenti di associazioni di volontariato di donatori e riceventi, tra cui, quello di Roberto Masciopinto, ADMO Puglia (Associazione Donatori Midollo Osseo). A fare gli onori di casa, il presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris, il presidente FIDAS Puglia Italo Gatto ed il presidente donatori del foggiano Michele Tenace.