istituzionali

L’Aquila: nasce la Casa del Volontariato e dell’Associazionismo

 

timthumb_300_x_195Uno spazio funzionale di 1400 metri quadrati, aperto a tutto il volontariato e la cittadinanza non come semplice risposta abitativa per le associazioni che hanno perso la sede, ma come luogo per ripensare e riprogettare il proprio futuro. Questo vuole essere la “Casa del Volontariato e dell’Associazionismo” che sarà inaugurata sabato 16 luglio a L’Aquila.

“Come FIDAS siamo molto contenti dell’apertura di questa struttura che permetterà alla nostra federata di avere uno spazio in cui continuare a lavorare per i malati che necessitano di terapie trasfusionali – spiega Aldo Ozino Caligaris, presidente nazionale della FIDAS -. E lo siamo ancora di più pensando che questa sede è anche il frutto della raccolta di fondi lanciata un paio di anni fa, alla quale hanno partecipato con generosità molte associazioni della nostra federazione”.

Il progetto nasce da un’idea del Centro di Servizio per il Volontariato della provincia dell’Aquila, in collaborazione con il Coordinamento Nazionale dei 72 Centri di Servizio italiani, e una decina di altre associazioni, ed è per il volontariato aquilano un simbolo della ricostruzione dopo il terremoto che il 6 aprile 2009 ha distrutto il capoluogo abruzzese.

“Dopo il terremoto abbiamo vissuto difficoltà di ogni genere – ricorda Flaviano Zaini, presidente del VAS L’Aquila -. All’inizio abbiamo lavorato sotto una tenda e dopo, per quasi due anni, in un piccolo container. Nonostante tutte queste difficoltà, già alla fine del 2010 erano tornati a donare oltre 2000 donatori. Adesso, in questa struttura veramente funzionale e confortevole, nella quale abbiamo uno spazio tutto nostro, si aprono delle grandi prospettive, per noi e tutto il mondo del volontariato abruzzese”.

Il complesso, che sorge in Via Saragat – località campo di Pile -, comprende un’ampia e confortevole sala congressi, un centro di documentazione, una sala riunioni, una sala formazione e una foresteria con dieci posti letto per ospitare studenti, partecipanti a campi di lavoro e ricerca per scambi nazionali ed internazionale sui temi del volontariato.

Protagoniste della giornata saranno le associazioni del territorio, con la presenza di esponenti del Governo, degli Enti Locali, dei donatori, del mondo del volontariato e del Terzo Settore.