ADVS FIDAS Ravenna: il primo evento estivo per sensibilizzare alla donazione di sangue

ADVSRavennaSi è svolta sabato sera l’edizione 2016 di “Sapore di Mare”: una serata dall’atmosfera latina organizzata da A.D.V.S. FIDAS Ravenna, i donatori di sangue dell’Ospedale con il Patrocinio del Comune. Questo è il primo evento estivo, al quale ne seguiranno molti altri, per ricordare ai ravennati e non solo, quanto è importante, anche nel periodo estivo, donare il sangue. È infatti questo il periodo dell’anno in cui calano le donazioni, causa anche le ferie estive, ma non cala il bisogno di sangue che è sempre costante.

ADVS FIDAS anche quest’anno vuole essere a stretto contatto con i cittadini per sensibilizzarli a questo gesto salvavita e rispondere a tutte le domande e i possibili dubbi che possono sorgere a chi non si è mai avvicinato o non ha mai pensato di iniziare a donare il sangue. E quale modo migliore se non quello di organizzare degli eventi in spiaggia, dal sapore di mare misto a divertimento?

E sabato sera si è respirata aria spagnola al bagno Mare Blu di Punta Marina Terme, con la ricca paella di pesce e carne, accompagnata da fresca sangria; ma per i non amanti del pesce Advs ha previsto anche un menù di carne. Ad accompagnare la serata anche il sottofondo delle splendide voci di Elisa e Federica, che hanno saputo coinvolgere anche i più timidi con il karaoke. Non è mancato lo stand di ADVS dove i volontari hanno distribuito gadgets e parlato con le tante persone che si sono avvicinate per chiedere informazioni riguardo alla donazione di sangue. “Questo è il nostro primo evento estivo e siamo molto contenti della grande affluenza che ha avuto – commenta la Presidente di ADVS FIDAS Ravenna Monica Dragoni – speriamo che queste serate portino molte persone sui nostri lettini al centro trasfusionale nell’ospedale. Crediamo che il contatto diretto con la cittadinanza sia la via migliore per spiegare la nostra causa e l’importanza di essa.”

Un altro defibrillatore in rete col 118 grazie a ADVS Fidas Ravenna

RavennaDefibrillatoreL’Associazione Donatori Volontari Sangue Fidas di Ravenna ha donato ieri pomeriggio un  defibrillatore  alla A.S.D. Canottieri Ravenna 1873. Alla piccola cerimonia di consegna presso la sede sportiva alla Standiana erano presenti il Presidente della Società sportiva Marco Trevisan e un membro del Consiglio Direttivo Andrea Martini, oltre al Presidente di ADVS Fidas Ravenna Monica Dragoni, il Vice Presidente Raffaello Rossi e alcuni membri del  Consiglio Direttivo di ADVS.

“Continua ad andare avanti il progetto RavennaCardioprotetta – commenta Monica Dragoni Presidente di ADVS – sviluppato in collaborazione con il 118 di Ravenna e il Comune, che mira a implementare la rete PAD del 118 e rendere la rete di dispositivi DAE di Ravenna sempre più completa. Avevamo già dislocato 10 DAE in alcuni impianti sportivi, punti strategici di aggregazione e grande affluenza, che vedono passare bambini, ragazzi, adulti e non più giovani”.

Il DAE installato alla Standiana rispecchia le scelte strategiche con cui sono stati dislocati tutti gli altri dispositivi. Il bacino di canottaggio ravennate infatti è il meglio attrezzato in Italia e tra i migliori al mondo, offrendo addirittura un campo di gara olimpico e  uno privo di barriere architettoniche. Alla Standiana vengono organizzate competizioni regionali, nazionali e internazionali. E la “Canottieri Ravenna 1873” è una squadra che può vantare importanti risultati sportivi, tra cui 5 titoli mondiali, 1 titolo europeo, 3 titoli mondiali indoor e 36 titoli italiani.

I DAE sono defibrillatori semiautomatici esterni che chiunque può utilizzare unitamente alle corrette manovre rianimatorie, dopo aver eseguito un piccolo corso di formazione e aver ottenuto l’abilitazione BLSD riconosciuta dal 118. Questo ulteriore defibrillatore va ad integrarsi ai dispositivi già presenti in tutta la Provincia di Ravenna. A Ravenna la percentuale di sopravvivenza degli arresti cardiaci extraospedalieri con ritmo defibrillabile è molto positiva, pari al 31%. Ogni 100 arresti cardiaci, ben 25 vengono trattati attraverso la defibrillazione precoce.

Il progetto “RavennaCardioprotetta” continua grazie alla sinergia di ADVS Fidas, del 118 e del Comune. Il Segretario Organizzativo di ADVS Flavio Vichiil responsabile del Sistema PAD del 118 Angelo Mansi, stanno già studiando ulteriori ampliamenti della rete di defibrillatori.

“ADVS va a Scuola”: serata di premi e spettacolo al Pala De Andrè

advsvaascuola_buona

Si sono svolte sabato sera le premiazioni del Concorso “ADVS va a Scuola” al Pala De Andrè di Ravenna. La serata è stata organizzata da ADVS Fidas Ravenna, i donatori di sangue dell’ospedale, e costituiva la cerimonia finale di premiazione del concorso rivolto alle scuole organizzato da A.D.V.S. con il patrocinio del Comune di Ravenna e la collaborazione della Direzione Generale Ufficio X – Ufficio Scolastico Regionale E.R. del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Centinaia le persone che hanno partecipato, tra bambini, genitori, insegnanti e pubblico. I saluti portati dai vertici di ADVS, la Presidente Monica Dragoni, il Vice Presidente Raffaello Rossi e il Responsabile Organizzativo Flavio Vichi, seguiti dagli interventi dell’Assessore al Volontariato e Sanità Giovanna Piaia e dalla Coordinatrice dell’Ufficio X Provinciale di Ravenna Prof.ssa Maria Giulia Cicognani, hanno lasciato spazio a un inedito spettacolo. In scena “VOLO VIA” in Viaggio con il Piccolo Principe, una rivisitazione in musica con narrazione del famoso racconto di Antoine de Saint-Exupéry, che ha coinvolto direttamente tutti i bambini presenti che hanno potuto “partecipare” cantando e tenendo il ritmo delle musiche. I testi sono stati curati da Eliseo della Vecchia, voce narrante, mentre le musiche scritte da Vittorio Bonetti. Lo spettacolo ha visto anche la partecipazione straordinaria del coro “The Colours of Freedom” diretto dal Maestro Emilio Cortesi. Sono poi seguite le premiazioni del concorso che hanno visto sul podio al 3° posto la classe 5D della Scuola Primaria “A. Torre”. Medaglia d’argento per le classi 5A e 5B della Scuola Primaria “R. Ricci”. Mentre la classe vincitrice del concorso sul gradino più alto del podio è stata la 5A della Scuola Primaria “Martiri del Montone”. ADVS ha comunque deciso di premiare tutti i bambini di tutte le altre classi partecipanti, assegnando un 4° posto a pari merito. Inoltre ADVS ha messo a disposizione per ogni scuola partecipante al Progetto un buono spesa di € 400,00 in materiale scolastico. “Parlare ai piccoli per insegnare agli adulti – commenta l’Assessore alla Sanità e Volontariato Giovanna Piaia – è un po’ l’obiettivo di questo progetto, che attraverso il coinvolgimento dei bambini delle scuole, delle loro famiglie e degli insegnanti, vuole raggiungere anche i grandi sottolineando l’importanza di donare sempre il sangue, per non rimanerne sprovvisti in caso di bisogno”.

Al concorso hanno partecipato 54 classi quinte di 25 scuole primarie del Comune di Ravenna, che in totale hanno consegnato 51 elaborati sul tema della donazione del sangue. “Abbiamo accolto con piacere questo progetto che abbiamo studiato insieme ad ADVS – spiega la Prof.ssa Maria Giulia Cicognani, coordinatrice dell’Ufficio X di Ravenna Ufficio Scolastico Regionale E.R. – le scuole hanno immediatamente dimostrato interesse sul tema della donazione del sangue, che rientra per altro nel programma dell’anno scolastico. Le insegnanti hanno così coinvolto i bambini delle classi quinte, che hanno realizzato vere piccole opere d’arte con un significato molto profondo, legato appunto al dono”. In totale sono stati 1200 i bambini che hanno partecipato al concorso “ADVS va a scuola” e i loro elaborati sono stati esposti per oltre 3 mesi all’interno dei locali del Centro Raccolta Sangue di ADVS presso l’Ospedale Civile di Ravenna. Nel corso di questo tempo sono stati oltre 1200 i donatori di sangue che hanno espresso il loro voto.

Tutte le foto della serata sono disponibili sul sito www.advsravenna.it e sulla Pagina Facebook ADVS Ravenna.