ADAS Parma: Scatta e vinci a favore della solidarietà

“Donare potrebbe salvarti la vita” è il claim che spicca su volantini e cartelloni nella città emiliana, perché diventare donatore è una scelta importante che può cambiare la vita a malato e donatore. Donare è un’occasione per fare del bene e, nello stesso tempo, tenere sotto controllo la propria salute; è un check-up che può portare a individuare eventuali patologie “silenti”, ai primissimi sintomi. Il testimonial è uno sportivo d’eccezione, Matteo Modugno, campione italiano dei pesi massimi di pugilato. La gara di solidarietà è già partita sin dalla fase ideativa della campagna. Hanno infatti regalato il tempo e competenza gli associati dell’“Accademia Laboratorio di Fotografia Artistica” e Luca Monducci che ha realizzato il servizio fotografico. Ora il testimonial passa a tutti i cittadini di Parma, grazie ad un concorso fotografico indetto congiuntamente da ADAS Intercral Parma e A.L.F.A. Parma.
Visualizza il comunicato completo 

La solidarietà ce l’abbiamo nel sangue: appuntamento con la FIDAS Viareggio

La Fidas Viareggio-Toscana Donatori di Sangue e Edizioni Cinquemarzo organizzano, per venerdì 11 gennaio p.v.,  l’evento “La solidarietà ce l’abbiamo nel sangue”, una serata all’insegna della solidarietà.
A Villa Emilia, nel contesto culturale di “Strani tipi in faccende affaccendati”, si parlerà della solidarietà attiva, di un’Associazione di volontariato nella donazione sangue che da sessant’anni anni, esattamente dal 11 gennaio del 1953, opera su tutto il territorio versiliese.
I primi donatori, confratelli della MISERICORDIA di Viareggio, fondarono l’allora Gruppo Donatori di Sangue FRATELLI della Misericordia di Viareggio quello che sarebbe diventato poi il Gruppo Donatori di Sangue FRATRES  Viareggio e che, grazie ai propri iscritti, avrebbe partecipato attivamente a  fondare poi la Consociazione Nazionale dei Gruppi Donatori di Sangue FRATRES, oggi, il Gruppo Storico FRATRES di Viareggio, si è  trasformata in una nuova realtà dinamica e attenta ai cambiamenti della società al fine di migliorare la cultura donazionale, non solo a livello cittadino e Versiliese ma bensì su tutto il territorio Regionale.
Oggi il sangue è rimasta l’unica cosa che non si può acquistare, dunque chi ha necessità di una trasfusione può averla solo grazie alla donazione volontaria e gratuita effettuata dalle centinaia di donatori che ogni giorno si recano al Centro Trasfusionale dell’Ospedale Unico della Versilia coordinati dalle associazioni di volontariato.
Durante la serata saranno consegnate ai donatori iscritti le tessera di donatore FIDAS, all’evento saranno attesi anche coloro i quali desiderano diventare donatori.
La FIDAS è una nuova realtà associativa nella Regione Toscana che oltre alla realtà di Viareggio, conta su territorio le sezioni di: Lido di Camaiore “Francesco PALAGI”; Camaiore; Massarosa; Massa e Carrara; Guardia Costiera “KOALA 9-07”, la FIDAS Giovani della Toscana e, entro la fine di Marzo prossimo saranno attive le sezioni “Mario GUIDI” al quartiere Terminetto e  la sezione “Ivano VOLPE” a Torre del Lago; ed entro la fine del 2013 saranno affiliate in FIDAS alcune realtà associative  delle provincie di Lucca, Pisa e Livorno.
Alla serata parteciperà oltre che il dott. Dimitri Pezzini  Presidente della FIDAS Regionale della Toscana e di Viareggio  anche l’attrice nonché donatrice Rebecca Palagi che interpreterà una lettura scenica sulla donazione del sangue.
Appuntamento alle ore 21:15 a Lido di Camaiore, Villa Emilia in Via Gigliotti 9. L’ingresso è libero.

Bilancio in positivo per la FIDAS Grassano

fidasgrassanoDomenica 30 Dicembre, è stata l’ultima delle 24 giornate di donazione programmate per la FIDAS sezione di Grassano dell’anno 2012. Sono state raccolte 60 sacche di sangue intero, di cui 6 prime donazioni. E’ giunto il momento, quindi, di tirare le somme e verificare i risultati ottenuti. Nell’intero anno sono state raccolte 730 sacche: 530 di sangue e 200 di plasma. “Si conclude positivamente il bilancio per l’anno appena terminato”- commenta il Presidente della Sezione FIDAS di Grassano Dino Lafiosca- “Nell’anno 2011 abbiamo raccolto 694 sacche. C’è stato dunque, un leggero incremento. Il nostro obiettivo era quello di mantenere queste quantità. Considerando poi, anche il calo demografico, posso dire che abbiamo conseguito un ottimo risultato”. Nel dettaglio, il maggior numero dei donatori sono i nati nel 1972, ovvero coloro che quest’anno compieranno 41 anni.
Le donne, invece, sono una minoranza: 167 contro i 346 uomini dei donatori periodici. Aumentare il numero delle donatrici è un obiettivo della FIDAS, anche se le caratteristiche fisiche tra uomo e donna sono differenti, oggi con l’aferesi è possibile donare prelevando solo una specifica componente di sangue (plasma, piastrine), restituendo i globuli rossi che contengono ferro ed emoglobina; cosicchè anche coloro che hanno problemi di anemia (e sono soprattutto le donne) possono donare senza alcun problema. Per quanto riguarda i giovani che si sono avvicinati alla donazione nel 2012 sono 45 a fronte dei 60 dell’anno precedente ad esso. C’è da dire però che nel 2011 si è formato un bel gruppo di giovani coordinato da Angela Morrone e Antonio Siggillino che lavora per la sensibilizzazione nei confronti della donazione da parte dei giovani e che partecipa assiduamente all’organizzazione di manifestazioni, gite, eventi, convegni programmati e nelle giornate di donazione della sezione. Positiva è stata anche la partecipazione all’ottava edizione di “Buon Compleanno 18enne”, in cui si festeggiano tutti coloro che compiono 18 anni nell’arco dell’anno.
Per questo nuovo anno la FIDAS conta di mantenere, o meglio ancora, accrescere sempre più il numero dei donatori, perché donare non è solo un atto d’amore nei confronti del prossimo, ma anche nei confronti di noi stessi, poichè dà la possibilità di mettere a disposizione di tutti una risorsa indispensabile per l’essere umano.
Anche per il 2013 le giornate di donazione programmate sono 24, come per l’anno precedente. Sempre numerosi sono gli eventi organizzati: la giornata mondiale del donatore a Palermo, la traversata della solidarietà a Reggio Calabria, il meeting della fratellanza a S. Giovanni Rotondo e “Un corto per la vita”, molto
richiesto dai giovani, a Putignano. Naturalmente non mancherà la nona edizione di “Buon Compleanno 18enne” per festeggiare i giovani 18enni grassanesi. La FIDAS sezione di Grassano coglie l’occasione per ringraziare tutti i Donatori e augurare un buon anno 2013.

Mantenuto l’obbligo di autorizzazione AIFA per emoderivati di USA e Canada

ministerodellasaluteIl Ministro della Salute, prof. Renato Balduzzi, ha firmato un’ordinanza che assicura temporaneamente il mantenimento dell’obbligo di autorizzazione preventiva dell’AIFA per l’importazione di prodotti emoderivati da Stati Uniti e Canada. Con l’approvazione del comma 136 dell’articolo 1 della legge di stabilità 2013, infatti, la richiesta di autorizzazione è stata sostituita da quella di una notifica formale a firma del produttore.

L’ordinanza sarà valida a partire dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale fino all’adozione di un decreto ministeriale che dia attuazione alla norma contenuta nella Legge di stabilità. Il provvedimento, in ogni caso, non potrà rimanere in vigore oltre il 30 giugno 2013. Il Ministro ha ritenuto di dover adottare questa misura urgente di tutela della salute pubblica per garantire, fino all’emanazione del decreto attuativo, la verifica della rispondenza ai requisiti previsti dalla farmacopea e dalle direttive europee anche per il plasma proveniente dal Nord America, in modo che l’importazione dei prodotti emoderivati in questione avvenga in condizioni di sicurezza e di completa tracciabilità. Questa mattina il Consiglio superiore di sanità aveva espresso parere favorevole all’adozione dell’ordinanza, sottolineando “che dal mancato rispetto dei requisiti di rintracciabilità del percorso, di qualità e di sicurezza dei prodotti del sangue destinati alla produzione di medicinali, previsti dalle direttive europee vigenti in materia, potrebbero derivare gravissimi rischi per la salute”, ritenendo necessario “adottare uno specifico provvedimento di attuazione dell’articolo 1, comma 136, della legge di stabilità 2013 che garantisca il rispetto dei suddetti requisiti” e giudicando quindi “indispensabile”, in attesa della nuova disciplina attuativa, “regolamentare in via transitoria l’importazione del plasma e dei relativi intermedi provenienti dai centri di raccolta e produzione allocati sul territorio degli Stati Uniti e del Canada, in condizioni di sicurezza e di tracciabilità dei prodotti in questione”.

Compensi SIAE 2013

siaelogoLa SIAE (Società Italiana Autori ed Editori) ha comunicato i compensi fissi e minimi dovuti dalle Associazioni di volontariato per l’organizzazione di manifestazioni musicali nel corso dell’anno corrente.

Nell’area riservata, sezione Documenti, è possibile visionare la comunicazione e la tabella con le tariffe in corso