Gli esami del donatore di sangue: quale prevenzione?

L’Associazione “Federazione Pugliese Donatori Sangue” – FIDAS organizza per Sabato 24 Novembre ore 17.00 un convegno sul tema “Gli esami del donatore di sangue: Quale Prevenzione?” che si terrà ad Altamura presso l’Auditorium del Liceo Scientifico “Federico II di Svevia” in via Parisi 1.
Il convegno pone l’accento su quello che è il primo momento di “incontro” tra l’aspirante donatore e il mondo della donazione: la verifica della sua idoneità al dono. La donazione del sangue, infatti, deve avvenire garantendo la massima tutela della salute di chi la effettua e, al contempo, deve evitare che possano determinarsi effetti sfavorevoli per i pazienti che ne beneficeranno. La selezione del donatore è, quindi, finalizzata a stabilirne l’idoneità in tale duplice ottica e consta di varie fasi – quali la visita medica e l’esecuzione di una serie di esami – le quali, consentendo di “fotografarne” lo stato di salute, costituiscono un importante momento di medicina preventiva per il donatore stesso. Nell’esperienza quotidiana, però, accade che alcuni donatori chiedano al medico della Struttura trasfusionale (o che sia addirittura quest’ultimo a proporli) ulteriori esami, non finalizzati alla loro selezione, ma in nome di una eventuale estensione del momento di medicina preventiva connesso all’atto donazionale.
Le domande a cui questo convegno vuole rispondere sono quelle che spesso i donatori e le Associazioni si pongono: Quale rilevanza ha la medicina preventiva derivante dalla selezione del donatore? Quali informazioni per la salute si possono ricavare dagli esami sul donatore? E poi: L’esecuzione di ulteriori esami, in aggiunta a quelli previsti dalla legge, “richiesti” dai donatori oppure “offerti” loro da alcune Strutture trasfusionali costituisce una modalità percorribile, corretta e valida per estendere la prevenzione ad altri settori? 
Aprirà i lavori la Presidente della FPDS-FIDAS, prof.ssa Rosita Orlandi, e, dopo il saluto del Sindaco della città di Altamura dott. Mario Stacca, del presidente delle Sezione FPDS-FIDAS di Altamura sig. Pasquale Nucera e del Vicepresidente Nazionale FIDAS prof. Antonio Bronzino, interverranno, illustrando le loro relazioni ciascuno nel proprio ambito di specializzazione, il dott. Raffaele Laricchia, Trasfusionista, Direttore UOC SIMT Ospedale “F. Miulli” di Acquaviva delle Fonti, la dott.ssa Costanza Morea, Cardiologo, Dirigente Medico UOC Cardiologia Ospedale “Madonna delle Grazie” – AS Matera, il dott. Vito Mancini, Urologo, Dirigente Medico UOC Urologia Ospedale “Madonna delle Grazie” – AS Matera, il dott. Antonio Minenna, Endocrinologo, Dirigente Medico Medicina Interna ASL Bari – Distretto Altamura/Gravina, il dott. Massimiliano Bonifacio, Ematologo, Presidente FIDAS Verona e Consigliere Nazionale FIDAS. L’evento, promosso da Fondazione con il Sud nell’ambito del progetto FIDAS “La sfida di donare”, ha ricevuto il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Bari e del Comune di Altamura, quale segno di apprezzamento per l’argomento oggetto del convegno. 
L’Associazione “Federazione Pugliese Donatori Sangue” opera da 35 anni sul territorio pugliese e attraverso le sue 45 Sezioni sparse nelle provincie di Bari, BAT e Taranto, ha raccolto nel 2011 16.675 unità tra sangue intero ed emocomponenti, con un incremento del 3,7% rispetto al 2010. 

Consultazione plenaria Sistema sangue: appuntamento a Roma il 19 novembre

centronazionalesanguelogoPresidenti nazionali e regionali delle Associazioni e Federazioni dei donatori di sangue, responsabili delle Strutture Regionali di Coordinamento, rappresentanti del CNS e del Ministero della Salute si ritroveranno a Roma il prossimo 19 novembre per la Consultazione plenaria sul sistema sangue. 

L’incontro si aprirà con la lectio magistralis dei Prof. Antonio Giulio de Belvis dell’Università Cattolica del Sacro Cuore su “La programmazione sanitaria tra bisogni di salute, capacità di offerta e devoluzione” per proseguire con la presentazione del progetto interregionale di tracciabilità e requisiti autorizzativi coordinato dalla Regione Emilia Romagna.
Nel pomeriggio lo stato dell’arte sul programma per l’autosufficienza 2012 e le linee strategiche per la programmazione 2013.

Raccolta della FIDAS-FPDS Trani in onore di San Giuseppe Moscati


tranidonazione11novembre2012La FIDAS/Fpds Sezione di Trani ha organizzato anche quest’anno una raccolta straordinaria di sangue autunnale domenica 11 novembre con la collaborazione di tutte le parrocchie, in particolare “Spirito Santo” – “Madonna del Pozzo” e “San Giuseppe” tramite le quali tre anni fa è partita l’iniziativa. La donazione straordinaria verrà effettuata in onore di San Giuseppe Moscati, medico e scienziato napoletano che ha dedicato la sua professione alla cura del corpo e dello spirito dei pazienti,  certi che molte persone risponderanno all’invito dei sacerdoti ad un gesto di generosità e solidarietà verso il prossimo con una donazione di sangue, proprio prendendo esempio dall’opera di questo Santo contemporaneo. Particolare importanza assume anche l’apertura domenicale del servizio trasfusionale per consentire a tutte quelle persone che durante la settimana, per motivi di lavoro o altro, non possono recarsi ad effettuare il proprio gesto per l’aiuto del prossimo.