In Piemonte la raccolta continua

E’ un periodo di ferie in tutta Italia in particolare nelle città del Nord ma in Piemonte l’attività di raccolta continua regolarmente anche nel mese di Agosto per soddisfare le necessità del sistema trasfusionale piemontese nel quale è inserita l’Associazione Donatori Sangue del Piemonte (Fidas ADSP) con l’attività associativa di promozione della donazione e della cultura del dono, e con l’attività di raccolta diretta che riguarda la quasi totalità delle sacche. 
Durante l’Estate il fabbisogno di sangue è il medesimo, se non addirittura leggermente maggiore, di quello registrato durante il resto dell’anno mentre a causa delle ferie estive si riduce il numero dei donatori disponibili.
Per far fronte a questo problema la Fidas ADSP si attiva tutti gli anni intensificando l’attività di chiamata ai donatori anche in modo mirato (contattando soprattutto chi ha gruppo sanguigno specifico e chi ha perso la periodicità) e consolidando la raccolta nell’ambito degli obiettivi estivi proposti dall’Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte che richiede la sostanziale costanza di unità di sangue intero raccolte rispetto all’anno precedente nel periodo estivo.
Ciò è reso possibile grazie alla disponibilità dei volontari dell’Associazione e del personale sanitario che compone le equipe mediche presenti ad ogni prelievo (anche dieci contemporaneamente nel fine settimana sparse sul territorio) e ai donatori stessi che rispondono in generale positivamente alle sollecitazioni ricevute, consapevoli della necessita’ estiva.
La Fidas ADSP, così come numerose altre federate Fidas in Italia, crede fortemente nell’importanza di questa attività estiva e si organizza quindi per garantire la continuità della raccolta in mesi in cui molti vanno in vacanza ma la necessità di sangue resta viva più che mai, tentando di ricordare a tutti che l’impegno per la promozione del dono è sempre importante, in particolare in Estate.
costigliole

Nella foto il Presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris durante la raccolta di domenica 12 agosto a Castigliole d’Asti.

Carenza di sangue nel Centro Sud: nuovo appello del CNS

Il Centro Nazionale Sangue registra diffuse situazioni di carenza nelle regioni Lazio, Sicilia, Abruzzo, Sardegna, Puglia e Toscana prevalentemente per unità di emazie di gruppo 0+ e 0-; per questo invita nuovamente le Associazioni e Federazioni di donatori di sangue in indirizzo a rafforzare massimamente in tutti gli ambiti territoriali la chiamata dei donatori, al fine di rispondere positivamente alle richieste del Sistema Trasfusionale in questo particolare frangente estivo.

La partita di calcio Perugia-Bari sul sito della FIDAS-FPDS

La Federazione Pugliese Donatori Sangue – FIDAS ospitera’ sul proprio sito web  www.federazionepugliesedonatorisangue.it, in esclusiva, domenica 12 agosto dalle ore 20,25 la cronaca della partita Perugia-Bari valida per il secondo turno della Coppa Italia Tim 2012-13. La cronaca sara’ effettuata dal giornalista Michele Salomone che in questa circostanza ha deciso di autoprodurla sostenendo tutti i costi relativi all’iniziativa. 
Comunicato stampa

Un braccio per donare, due bracciate per unire: appuntamento a Caldiero per la 24 Ore del donatore

dsc_0073Donatori di sangue FIDAS di tutta Italia nuovamente insieme per la 5° edizione della 24 Ore del donatore organizzata dalla FIDAS Verona. Le Terme di Giunone, nel comune di Caldiero (VR), saranno ancora una volta lo scenario in cui ininterrottamente i volontari si alterneranno in una staffetta a nuoto che prenderà il via alle ore 16.00 di sabato 25 agosto per concludersi alla stessa ora di domenica 26. “L’appuntamento è nato per ricordare che i malati e i pazienti che hanno necessità di terapie trasfusionali non vanno in vacanza e c’è sempre bisogno di sangue, in particolare durante il periodo estivo – sottolinea Massimiliano Bonifacio, presidente della FIDAS Verona – in cui si registrano in molte regioni d’Italia difficoltà nel reperire sangue ed emoderivati.”

L’evento, giunto alla sua quinta edizione, è uno degli appuntamenti FIDAS nati per diffondere la cultura del dono del sangue coinvolgendo in particolare i giovani. “Sono proprio loro – ricorda Aldo Ozino Caligaris, presidente nazionale FIDAS – l’arma vincente: solo puntando sui giovani si potrà garantire nei prossimi anni la necessaria continuità di un gesto semplice che può salvare tante vite. La donazione anonima, volontaria, gratuita e non remunerata di sangue ed emocomponenti garantisce, infatti, le 8460 trasfusioni di cui ogni giorno c’è bisogno in Italia”.
Alla 24 Ore del donatore sono attesi nuotatori da tutta Italia con l’obiettivo di superare le presenze dell’edizione precedente: 220 partecipanti nel 2011 hanno percorso 2657 vasche per un totale di 133 chilometri.
Un braccio per donare, due bracciate per unire è il claim scelto per quest’edizione, che si pone in continuità con la VI Traversata della solidarietà FIDAS svoltasi a fine luglio a Reggio Calabria cui hanno preso parte anche i donatori scaligeri.

Un documento per la gestione dei donatori con malattia di Creutzfeldt-Jacob

L’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), il Centro Nazionale Sangue, l’Istituto Superiore di Sanità e il Ministero della Salute, dopo un esame approfondito delle evidenze scientifiche, delle linee guida internazionali, della situazione regolatoria in Italia e all’estero in materia di donazioni di sangue effettuate da donatori rivelatisi successivamente affetti da malattia di Creutzfeldt-Jakob e che sono confluite in plasma pool utilizzati per la fabbricazione di plasma derivati, hanno concordato una posizione comune per la gestione della problematica. Tale posizione è stata illustrata nel “Position paper – Gestione della segnalazione di donatori con malattia di Creutzfeldt-Jakob”.

Tale documento vuole definire, sulla base delle più recenti evidenze scientifiche e linee guida internazionali le procedure da seguire un eventuale divieto di utilizzo precauzionale o un eventuale ritiro di medicinali plasma derivati, nonché le modalità di comunicazione del rischio a professionisti del settore, ai pazienti e all’opinione pubblica.
Il “Position paper” è stato elaborato per definire le misure di prevenzione, gestione e comunicazione, condivise tra le Istituzioni coinvolte, da adottare nel caso di segnalazioni di donatori di sangue e plasma che abbiano sviluppato la malattia di Creutzfeldt-Jakob dopo la donazione effettuata in fase pre-clinica della malattia.
il documento sarà tempestivamente sottoposto all’esame del Consiglio Superiore di Sanità da parte del Ministero della Salute

FIDAS BASILICATA: Solidarietà e Note Musicali Sotto le Stelle

fidasIrsinaMusica2012Al via l’11 agosto alle ore 21.00 a Irsina Piazza Andrea Costa, la terza edizione della manifestazione “Solidarietà e Note Musicali Sotto le Stelle” della FIDAS Giovani Basilicata. Una rassegna musicale riservata a giovani band lucane che animeranno la serata con musica di generi diversi, ma aventi lo stesso spirito solidaristico: sensibilizzare le nuove generazioni, in particolar modo gli under 28, a compiere questo meraviglioso gesto di solidarietà verso gli altri qual è il dono del sangue. La manifestazione è inserita nella programmazione dell’Amministrazione comunale di Irsina che, sensibile alle problematiche sociali, ha voluto dare un segnale tangibile di vicinanza al volontariato.
“La FIDAS Irsina è una realtà fortemente radicata nel territorio – commenta il Sindaco Dott. Angelo Raffaele Favale – per cui l’attenzione delle Istituzioni rappresenta un obbligo morale verso chi si prodiga per gli altri e per il bene della Comunità. Il volontariato, pe la nostra città, rappresenta un riferimento importante, soprattutto per i giovani che sono la forza trainante per il futuro”.
Il Presidente della FIDAS Irsina Pietro Amato plaude per la scelta della FIDAS giovani Basilicata di tenere la rassegna ad Irsina “riconoscimento importante verso la nostra sezione che rappresenta, con le sue 650 sacche di sangue e plasma raccolte nel 2011, un punto di rifermento imprescindibile nel panorama della sanità lucana. Invito tutti i cittadini irsinesi, che godono buona salute, ad essere presenti il 14 agosto alla giornata di donazione di sangue presso il Distretto sanitario”.
Il Coordinatore giovani regionale Angela Morrone, si augura che la manifestazione “punto fermo delle attività dei giovani FIDAS, possa rappresentare un ulteriore passo per dimostrare che i giovani non sono insensibili alle problematiche sociali, ma sono promotori di iniziative che mirano a sollecitare l’interessamento verso gli altri”.
“L’augurio – conclude Paolo Ettorre Presidente regionale FIDAS – è che la splendida musica delle band, tanto cara ai giovani, possa portare i frutti sperati in termini di donazione e di vicinanza al volontariato da parte non solo delle giovani generazioni ma anche di tutti i cittadini irsinesi e lucani che non fanno mai mancare il loro sostegno per la crescita civile e sociale delle nostre Comunità”.
Gli altri eventi estivi FIDAS Basilicata

Grande affluenza per la 34° Giornata del donatore di Piglio

Grande affluenza di donatori a Piglio domenica 5 Agosto 2012.  Nonostante il periodo di ferie, i donatori non hanno voluto rinunciare all’impegno semestrale dimostrando di essere consapevoli del momento critico della sarsità di sangue, in questo periodo, negli ospedali, specialmente della Regione Lazio.

E’ stato il nobile gesto di oltre 170 donatori che si sono presentati per donare, dei quali 155 sono stati sottoposti a visita medica. La sala polivalente è stata allestita con 12 lettini e relative bilance  per la donazione. 
Con la consueta professionalità dell’equipe medica del Centro Trasfusionale dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma formata da 5 medici, 3 infermieri, un tecnico di laboratorio e due autisti per trasporto accessori, sono state raccolte138 unità di sangue. E’ stato presente alla donazione il Presidente dell’Associazione Donatori di sangue, del Bambino Gesù, Riccardo D’Ambrosio che ha voluto constatare personalmente l’idoneità dei locali e l’efficienza gestionale della donazione della sede di Piglio. 
Un ringraziamento speciale all’Amministrazione comunale di Piglio che ha messo a disposizione i locali, a tutti i donatori presenti e a tutti coloro che hanno collaborato alla buona riuscita della donazione.