L’Aquila: inaugurata la nuova sede del VAS


DSCN4534_300_x_225Dopo una giornata di raccolta di sangue e plasma in tutta la provincia dell’Aquila, giovedì scorso è stata inaugurata la nuova sede aquilana del Vas (Volontari abruzzesi sangue) presso la Casa del volontariato in località Campo di Pile.

Ad aprire i lavori una relazione del presidente provinciale dell’ente, Flaviano Zaini, che, tra l’altro, ha ringraziato il presidente della Fidas nazionale, Aldo Ozino Caligaris, e in particolare il presidente della federata Afds di Udine, Renzo Peressoni poiché con la loro raccolta fondi è stato possibile acquisire come sede un locale di 75 metri quadrati. La Fidas è la federazione delle associazioni di volontari tra cui anche quella abruzzese.

Dopo due anni e mezzo trascorsi all’interno di un container, l’acquisto della sede consentirà un definitivo ritorno alla normalità del Vas, con l’obiettivo di consolidare l’autosufficienza del sangue nel territorio.

In rappresentanza delle istituzioni locali erano presenti alla cerimonia l’assessore Luigi D’Eramo per la Provincia e il vicesindaco dell’Aquila Giampaolo Arduini, quest’ultimo ha ricordato la passione e l’impegno di Gaetano Ferrari per il Vas aquilano.

Il presidente del Centro servizi per il volontariato (Csv) dell’Aquila, Gianvito Pappalepore, dopo aver ricordato l’iter che ha portato alla realizzazione della Casa del volontariato, ha sostenuto come la stessa potrà essere occasione per incontrarsi e creare una rete locale di organizzazioni di volontariato aperto a tutto il volontariato del capoluogo, in grado di dare risposte concrete alle tante esigenze della popolazione.

Il presidente nazionale Fidas Caligaris ha parlato del “sistema trasfusionale Italiano, programmazione e attività per l’autosufficienza del sangue e dei suoi prodotti”. Renzo Peressoni è intervenuto su “donazione del plasma, attualità e prospettive” facendo notare, alla luce dell’esperienza del Friuli, come la popolazione stia invecchiando e i giovani donatori non superano il 15 per cento, sollecitando quindi il rimanente 85 ad assumersi le proprie responsabilità.

Patrizia Accorsi
, responsabile dell’unità operativa di Aferesi della Asl di Pescara su “integrazione del sistema trasfusionale abruzzese”, Luigi Dell’Orso, direttore del servizio trasfusionale dell’Aquila ha parlato di “requisiti minimi organizzativi, strutturali e tecnologici”, ancora Gabriella Lucidi Pressanti, primario del servizio trasfusionale di Teramo, è intervenuta su “accreditamento delle strutture trasfusionali”, mentre Massimiliano Bonifacio, ematologo responsabile della Fidas nazionale, ha parlato di “donazione di sangue, cellule e tessuti”.

Roberto Museo
, direttore nazionale Csvnet, ha concluso gli interventi parlando del volontariato come risorsa per lo sviluppo e la coesione sociale.

Nella gremita sala polifunzionale della Casa del volontariato dove si è svolta la cerimonia, oltre alla presenza del vicepresidente nazionale della Fidas, Antonio Bronzino, c’erano tutti i dirigenti delle sezioni Vas abruzzesi e diversi rappresentanti di sezioni federate di varie regioni d’Italia.

Il buffet conclusivo è stato allietato dal concerto degli alunni del liceo Musicale dell’Aquila.

di Raffaele Alloggia

Fonte: Abruzzo Web

 

 

 

 

Nuove indicazioni in merito alla prevenzione della trasmissione trasfusionale del WNV

Dopo la comunicazione del CRAT del Veneto di un nuovo caso di malattia neuro invasiva da WNV in un soggetto residente nella provincia di Belluno, il CNS allarga a questa provincia l’area cui applicare il provvedimento di sospensione temporanea per 28 giorni dalla donazione dei donatori di sangue ed emocomponenti che abbiano soggiornato, anche solo per una notte, nella provincia di Belluno. Si ricorda che nei giorni scorsi, analoghi provvedimenti erano stati presi per i donatori che avessero soggiornato nelle provincie di Ancona ed Oristano.

FIDAS Basilicata e FPDS insieme nella 2 Giornata Nazionale FIDAS

Carmen_LASORELLA_a_BARI_2011_300_x_216La FIDAS -Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue – ha celebrato il 2 ottobre la 2^ Giornata Nazionale FIDAS, per festeggiare con entusiasmo ed orgoglio i suoi 450.000 volontari del sangue che da Sud a Nord allungano periodicamente il braccio per il prossimo.

A Bari l’Associazione FPDS “Federazione Pugliese Donatori Sangue”, articolata in 45 sezioni comunali nelle province di Bari, BAT e Taranto, ha organizzato per l’occasione una grande serata di spettacolo nella sala teatro del Multisala Showville, (clicca quì per vedere il video della manifestazione) cui ha preso parte una rappresentanza della FIDAS Basilicata, guidata da Antonio Bronzino, vice presidente nazionale, Paola Saraceno vicepresidente FIDAS Basilicata e Corrado Danzi responsabile sanitario della FIDAS Matera.

La manifestazione è stata articolata in due tempi, il primo teso a rimarcare i valori associativi e il secondo di festa, con la musica e le gag comiche degli straordinari giovani musico-cabarettisti della Rimbamband che hanno portato in scena lo spettacolo “Il sol ci ha dato alla testa”, apprezzatissimo dagli oltre settecento donatori pugliesi che gremivano il teatro.

La FIDAS è una grande famiglia, resa grande dai suoi dirigenti, ma soprattutto dai suoi donatori – ha detto Rosita Orlandi, presidente della FPDS, nel presentare la serata con il supporto della giovane donatrice Lyuba Centrone. In Italia nel 2010 sono state raccolte 2,6 milioni di unità di sangue intero e 500 mila di emocomponenti in aferesi. I donatori della FIDAS sono protagonisti importanti di questa gara di solidarietà, costituendo il 25% dei donatori periodici italiani.

La_Rimbamband_alla_FESTA_NAZIONALE_FIDAS_300_x_216Sul palco del teatro Showville sono stati assegnati due premi davvero speciali. Il primo a Roberto D’Alessandro, socio tra i più attivi della FPDS-FIDAS e presidente del comitato organizzatore del XX Campionato Mediterraneo di Karate che si è recentemente svolto a Bari. La motivazione è quella di avere promosso a livello nazionale il protocollo d’intesa tra la FIDAS e la FILJKAM Federazione Italiana Judo, Lotta, Karate, Arti Marziali), grazie al quale si parla di dono di sangue in migliaia di palestre italiane.

Alla giornalista lucana Carmen Lasorella è stato conferito il premio delle Associazioni del dono pugliesi federate alla FIDAS “Un amico per la Comunicazione 2011”. Da sempre vicina alla Federazione, ha firmato per la FIDAS Basilicata nel 2008 la campagna di comunicazione “Rosso Vita”, ha tenuto una lezione-incontro sulla comunicazione sociale in occasione del meeting nazionale giovani FIDAS che si è svolto a Matera nel marzo scorso, ha poi ospitato sull’emittente radio-televisiva San Marino RTV da lei diretta gli spot televisivi realizzati nel 2011 “ogni donatore FIDAS gareggia per la vita”.

Con il nostro entusiasmo – ha detto Antonio Bronzino nel consegnare il riconoscimento – cerchiamo di contagiare chi ancora ha remore e timori ad accostarsi alla donazione del sangue. Fondamentale è l’aiuto dei “comunicatori professionali”, come la nostra Carmen Lasorella, per fare da cassa di risonanza alle tante attività di promozione della cultura della solidarietà realizzate in casa FIDAS.

Giornata Nazionale FIDAS: “Dacci una mano”, siamo tutti necessari

Aldo_a_Torino_2011_297_x_300“E’ proprio il caso di dire dalle Alpi alle Piramidi: con viva soddisfazione prendiamo atto del grande riscontro della II giornata nazionale FIDAS. Le Federate sparse su tutto il territorio nazionale si sono impegnate in una kermesse di iniziative, manifestazioni e incontri con i cittadini. La giornata è risultata vincente come occasione per ringraziare i donatori periodici che responsabilmente contribuiscono al fabbisogno di emocomponenti e medicinali plasmaderivati, ma è stato un ottimo momento di promozione della solidarietà e della cultura della donazione avvicinando ancora tante persona ancora non consapevoli dell’importanza di tale gesto”.

Con queste parole il presidente della FIDAS, Aldo Ozino Caligaris, ha commentato la seconda Giornata nazionale della Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue, un evento che ha richiamato in tante piazze d’Italia migliaia di donatori di sangue, tutti impegnati a sensibilizzare i loro concittadini sulla donazione volontaria del sangue.

Torino aveva scelto lo scenario delle Officine Grandi Riparazioni (OGR), come cornice ideale per accogliere i 250 rappresentanti del 143 gruppi regionali, che il 2 ottobre sono arrivati da tutto il Piemonte per celebrare insieme un gesto così semplice, ma così importante, come il dono di sangue. Dopo la Santa Messa, hanno dato un saluto ai donatori presenti il consigliere Giampietro Tolardo per la Provincia di Torino e l’assessore alle Politiche Sociali della città di Torino Elide Tisi. Sul tavolo dei relatori, il presidente nazionale, quello regionale, Agostino Re Rebaudengo e i presidenti delle sei federate piemontesi, si sono confrontati su problemi e opportunità della donazione del sangue alla presenza delle telecamere di Rai tre, che ha dato notizia dell’evento al TGR della sera. (Per guarda il servizio clicca qui). In serata la visita nella storica sede FIDAS ADSP di via Ponza, dove la recente ristrutturazione del centro prelievi ne ha migliorato la funzionalità. (Guarda quì il video della giornata)

A Bari, la Federazione Pugliese Donatori Sangue ha, invece, richiamato soci donatori ed amici nella Multisala Showville per una grande serata di festa e di solidarietà. Prima lo spettacolo comico-musicale della Rimbambad ed a seguire la consegna del premio “Un amico per la comunicazione 2011” a Carmen La sorella, storica conduttrice dei telegiornali RAI, oggi alla guida della TV di San Marino.

A Verona il punto di raccolta è stata la centralissima Piazza Bra, giusto davanti l’Arena, dove il locale gruppo giovani ha convinto tantissimi coetanei ad apporre l’impronta delle proprie mani sugli appositi pannelli e girato un divertente filmato (Guarda nella sezione FIDAS Channel), mentre a Vicenza i giovani FIDAS sono andati in giro per la città a raccogliere le “promesse di donazione” (anche in collaborazione con il Vicenza Rugby), promesse che saranno poi concretizzate domenica 9 ottobre.

Impossibile dare conto delle tantissime iniziative realizzate in tutta la penisola. Stand e gazebo sono stati alzati da Ovada (Alessandria) a Termini imerese (Palermo), da Aosta ad Alcamo per quella che ha voluto essere una festa ma soprattutto un momento di riflessione su uno degli aspetti più importanti del vivere civile, l’aiuto ai tanti malati che necessitano di terapie trasfusionali.

 

 

Firenze: “Raccorti sociali. Piccoli film per grandi idee”

New_Picture_15_245_x_350La narrazione audiovisiva al servizio del bene comune: storie, idee, emozioni, esperienze. Quest’anno l’iniziativa, promossa da Cesvot – Centro Servizi Volontariato Toscana e da Aiart – Associazione Spettatori Onlus – Delegazione di Pisa, si avvale della collaborazione della Fondazione Sistema Toscana – Mediateca Regionale e fa parte del programma della Manifestazione della Regione Toscana “50 giorni di Cinema Internazionale a Firenze”.

La proiezione e la premiazione dei cortometraggi si svolgeranno domenica pomeriggio, 20 novembre, al Cinema Odeon, Piazza Strozzi, Firenze.

Sarà un pomeriggio di cinema e di festa. Madrina dell’evento l’attrice Daniela Morozzi.

“Un significativo passo avanti per i RacCORTI”, afferma Patrizio Petrucci, presidente del Cesvot, “un riconoscimento della buona qualità del lavoro fin qui svolto. Ci auguriamo che l’incontro fra cinema e volontariato possa divenire un punto di riferimento per la comunicazione dei nostri valori. Credo che possiamo dirci soddisfatti: puntiamo a focalizzare l’attenzione al sociale anche attraverso l’audiovisivo che crediamo un valido strumento per muovere le coscienze”.

Il monte premi del concorso consiste in attrezzature e materiale audiovisivo per un valore complessivo di euro 6.000,00.

Le opere non devono superare i cinque minuti (titoli di testa e di coda compresi) e, se prevista, devono avere la colonna sonora originale. Un elenco di musicisti disponibili a collaborare è consultabile sul sito del Festival.

La scadenza per l’invio delle opere e del materiale allegato è fissata per il prossimo 10 ottobre. La partecipazione è gratuita.

Il regolamento completo e le schede di iscrizione sono pubblicati su www.cesvot.it

Per ulteriori informazioni:
Cosma Ognissanti, direttore artistico del festival Raccorti Sociali
tel. 339.7623692

 

 

Modugno: 6 Cicloturistica del Balsignano

Domenica 2 Ottobre appuntamento in Piazza Sedile a Modugno per assistere alla 6^ Gara Cicloturistica del Balsignano – 2° Trofeo FIDAS, settima e ultima prova del Campionato Regionale di Cicloturismo per Società organizzata dalla Associazione Ciclistica “G. Lepore – ASD Modugno” e dalla Federazione Ciclistica Italiana in collaborazione con l’Associazione “Federazione Pugliese Donatori Sangue” FPDS-FIDAS Sezioni di Modugno e di Trani. Per il secondo anno l’Associazione Ciclistica “G. Lepore – ASD Modugno” dedica la sua manifestazione sportiva di punta alla FIDAS, rinsaldando un sodalizio tra il mondo del ciclismo e la FIDAS, che coinvolge altre realtà oltre alla Sezione di Modugno: anche le Sezioni di Trani e Adelfia, infatti, hanno deciso di promuovere la donazione del sangue attraverso i sani valori dello sport prestando il logo FIDAS rispettivamente al “Gruppo Cicloamatori FIDAS Trani” e al “Veloclub” di Adelfia.

La gara partirà alle 8.15 da Piazza Sedile a Modugno e si snoderà con un percorso di 96 km attraverso Bitetto, Palo del Colle, Palombaio, Ruvo di Puglia, Corato, Trani, dove è prevista la sosta ristoro in Piazza della Repubblica intorno alle 10, per ripartire alla volta di Bisceglie, Molfetta, Giovinazzo, Bitonto e rientrare a Modugno dove si terrà la premiazione intorno alle 13. “Con la manifestazione del 2 Ottobre si concluderà il Campionato Regionale di Cicloturismo per Società, quindi si assisterà ad uno sportivissimo “scontro all’ultima pedalata” tra le squadre partecipanti” – annuncia il Presidente della ASD G. Lepore, Vito Annoscia, la cui società si è classificata 3a lo scorso anno nel Campionato Regionale di Cicloturismo, guadagnando così la Serie B nelle classifiche nazionali.

Quest’anno, per una straordinaria coincidenza, la 6^a Gara Cicloturistica del Balsignano è stata fissata proprio per il 2 Ottobre, un giorno speciale per la FIDAS che celebra in tale data la sua 2^a Giornata Nazionale, istituita non solo per festeggiare tutti i soci donatori che aderiscono alle ben 73 associazioni aderenti alla FIDAS in Italia, ma soprattutto per promuovere la cultura del dono. “La nostra Associazione Pugliese FPDS-FIDAS arricchirà la festa nazionale non solo con un grande evento che domenica 2 ottobre in serata si terrà presso il Cinema Showville a Bari, con l’intervento di Carmen Lasorella e la musica della Rimbamband, ma anche con questa straordinaria manifestazione sportiva che unirà con il suo percorso 4 grandi realtà FIDAS dell’area nord barese: Modugno, Trani, Molfetta e Bitonto. Attendiamo nelle piazze delle nostre città i nostri donatori per stringerci insieme nell’“abbraccio” di questa grande famiglia”. – il commento e l’auspicio della Presidente della Sezione FPDS-FIDAS di Modugno, Antonella Locane.