Nuovo corso FAD SIMTI: “La prevenzione dell’errore trasfusionale da incompatibilità ABO”

SIMTI comunica che da lunedì 6 marzo 2017 è disponibile online un nuovo Corso FAD. Il titolo del corso è “La prevenzione dell’errore trasfusionale da incompatibilità ABO”.
Il Corso, rivolto a medici, biologi, tecnici ed infermieri, ha come obiettivo principale migliorare la conoscenza e la consapevolezza degli operatori sanitari dei Servizi Trasfusionali. Ma anche delle strutture che effettuano le trasfusioni e delle Direzioni Ospedaliere sull’importanza della corretta identificazione del paziente e delle unità di sangue al fine di prevenire l’errore trasfusionale ABO.
I partecipanti, alla luce degli aspetti scientifici e dei vincoli normativi, acquisiranno conoscenze e competenze sulla prevenzione delle trasfusioni ABO incompatibili, sulla corretta gestione della terapia trasfusionale, e in generale sulle strategie per migliorare la sicurezza del processo trasfusionale e per ridurre il rischio, anche in relazione alla Raccomandazione n. 5 del Ministero della Salute.
Infine ci si prefigge di rendere maggiormente consapevoli gli operatori sanitari sul necessario miglioramento del Sistema di Emovigilanza Nazionale anche per gli aspetti che riguardano gli errori trasfusionali e i near miss correlati al processo di trasfusione. Il programma formativo, strutturato in 12 lezioni tenute da altrettanti docenti, prevede la presentazione delle diapositive e un testo di approfondimento scientifico per ogni argomento. Nel programma vengono affrontati: il rischio in Medicina Trasfusionale e i dati epidemiologici, cosa fare per prevenire gli errori, l’applicazione delle procedure, l’identificazione attiva del paziente e l’utilizzo del braccialetto identificativo e degli strumenti barriera. Infine, come gestire l’evento avverso: l’unità di crisi e la comunicazione al paziente.

Quote di iscrizione:
Euro 40,00 (IVA inclusa) per Soci – Affiliati SIMTI
Euro 120,00 (IVA inclusa) – Non Soci – Non Affiliati SIMTI
Durata del corso:
6 marzo – 20 dicembre 2017
Ore di formazione:
12 ore (tempo stimato per le lezioni e gli approfondimenti)
Numero Crediti ECM:
12 crediti

Per questo nuovo Corso SIMTI ha confermato il dr. Francesco Bennardello quale Responsabile scientifico e scelto i singoli docenti per la loro comprovata esperienza e competenza.
È possibile iscriversi accedendo direttamente alla homepage SIMTI attraverso il banner SIMT FAD Errore ABO (Biomedia provider).
Le modalità operative sono le medesime dei precedenti corsi FAD, ma la Segreteria Nazionale SIMTI resterà comunque a disposizione di quanti avranno necessità di chiarimenti e ulteriori dettagli per l’iscrizione.

 

Pierluigi Berti è il nuovo presidente nazionale SIMTI

Mercoledì 11 gennaio il nuovo Consiglio Direttivo della SIMTI (Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia), riunito in Roma, ha eletto le cariche sociali per il biennio 2017-2018.
Il dottor Pierluigi Berti, Direttore del Dipartimento dei Servizi e della S.C. di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale e Responsabile della Struttura Regionale di Coordinamento per le Attività Trasfusionali della Valle d’Aosta è stato eletto Presidente. Succede al dott. Claudio Velati di Bologna. Vice-Presidente è il dott. Francesco Bennardello (Ragusa), Tesoriere il dott. Francesco Fiorin (San Donà di Piave) e Segretario la dott.ssa Patrizia Di Gregorio. Gli altri componenti del Consiglio Direttivo, eletto nell’ultimo Convegno Nazionale di Bologna, sono Serelina Coluzzi (Roma), Giuseppina Facco (Torino), Giorgio Gandini (Verona), Cosimo Nocera (Napoli) e Domenico Visceglie (Bari).
SIMTI, fondata nel 1954, è la Società scientifica di riferimento dei professionisti che operano nelle strutture trasfusionali italiane, e conta circa 2000 iscritti, distinti in circa 1300 soci ordinari (Medici e Biologi) e circa 700 affiliati (tecnici sanitari di laboratorio biomedico e infermieri).
Suoi scopi statutari sono “promuovere l’organizzazione di servizi trasfusionali efficienti e qualificati, al fine di offrire al malato una terapia trasfusionale adeguata, aggiornata e uniforme per qualità e metodologia in tutto il territorio nazionale; contribuire al progresso scientifico, tecnico, organizzativo, sociale e morale della immunoematologia e della trasfusione del sangue; rappresentare e tutelare i propri associati, in campo nazionale e internazionale, sul piano scientifico, professionale, giuridico e morale; offrire agli organi decisionali e consultivi dello Stato e delle Regioni ed alle istituzioni impegnate in campo trasfusionale e immunoematologico una qualificata collaborazione per la programmazione e lo sviluppo del servizio trasfusionale del Paese; promuovere la formazione e l’addestramento in medicina trasfusionale anche attraverso iniziative di Educazione Continua in Medicina (ECM)”. SIMTI pubblica la terza rivista mondiale in ambito trasfusionale, “Blood Transfusion”, e il bollettino “Il Servizio Trasfusionale”.
(fonte SIMTI)

Simti: nuova edizione corso “La raccolta del sangue e degli emocomponenti”

Da mercoledì 5 ottobre 2016 è disponibile, dopo la necessaria revisione dovuta alla pubblicazione del DM 2 novembre 2015, la nuova edizione del Corso FAD SIMTI “La raccolta di sangue e degli emocomponenti” già proposto lo scorso anno con grande successo.
SIMTI ha fortemente voluto questa nuova edizione considerandola un obiettivo primario ed istituzionale; sia per i suoi contenuti, sia per la grande richiesta di adesioni, dopo la prima edizione pubblicata lo scorso anno.
Si tratta di uno strumento di importante aggiornamento per sviluppare e mantenere tutte le competenze commisurate al livello di responsabilità e ai compiti assegnati alla luce delle specificità che la medicina trasfusionale impone.
Il Corso è rivolto a medici, biologi, tecnici ed infermieri strutturati nei servizi trasfusionali e, in particolare, al personale medico ed infermieristico operante nelle unità di raccolta gestite dalle associazioni del volontariato del sangue, al quale viene richiesta la formazione specifica riconosciuta dalle Regioni o Province Autonome e dai relativi Centri Regionali Sangue (Allegato 1 delle linee guida approvate in Conferenza Stato Regioni, atto n. 149 del 25 luglio 2012).
Si ricorda inoltre che il 31 dicembre 2016 scadrà il triennio di aggiornamento ECM (150 crediti formativi). Per questo motivo il corso dovrà essere chiuso tassativamente il 20 dicembre 2016; l’iscrizione per il 2016 è quindi consigliata solo per coloro che hanno assoluta necessità di procedere con la formazione entro la fine dell’anno 2016.
Diversamente dall’edizione precedente l’accesso alla piattaforma del personale addetto alla raccolta potrà avvenire senza alcuna comunicazione preventiva alla Segreteria SIMTI. A gennaio 2017 SIMTI riproporrà il corso FAD valido per il triennio 2017/2019
Visto il tempo limitato a disposizione non è possibile prevedere iscrizioni multiple da parte di Aziende e Associazioni.
Costi:
– Euro 30,00 (euro 23,40 + IVA) Soci – Affiliati SIMTI
– Euro 30,00 (euro 23,40 + IVA) Personale addetto alla raccolta regionale
– Euro 150,00 (euro 117,00+ IVA) Non Soci/Non Affiliati SIMTI

Durata del corso: 5 ottobre 2016 – 20 dicembre 2016

Ore di formazione: 36 ore (tempo stimato per le lezioni e gli approfondimenti)

Numero Crediti ECM : 36 con superamento TEST FINALE e stampa attestato.
Le iscrizioni possono avvenire accedendo direttamente dalla nostra homepage http://www.simti.it  attraverso il banner SIMTI FAD RACCOLTA
La Segreteria Nazionale SIMTI resterà comunque a disposizione di quanti avranno necessità di ulteriori chiarimenti.

Approfondimenti in medicina trasfusionale: al via il corso FAD della SIMTI

Da mercoledì 20 luglio 2016 è disponibile  online  il Corso FAD “Approfondimenti in Medicina Trasfusionale – Bologna 2016” che segue il 42° CONVEGNO NAZIONALE tenuto nel maggio scorso.

Il Corso è rivolto a  medici, biologi, tecnici ed infermieri e  ha come obiettivo  principale l’approfondimento di tematiche di carattere specialistico su: idoneità alla donazione di sangue e emocomponenti, appropriatezza in MT, donazione e trapianto  di cellule emopoietiche , gli emoderivati per uso non trasfusionale, le malattie trasmissibili , l’ambulatorio di MT e la plasmaproduzione e i medicinali plasmaderivati.

Il programma formativo, strutturato in  12 lezioni tenute da altrettanti docenti  presenti a Bologna, e che alcuni di Voi hanno avuto occasione di ascoltare personalmente durante i lavori congressuali,  prevede la presentazione delle  diapositive e un testo di approfondimento scientifico per ogni argomento presentato.

Costi e agevolazioni:
Gratuito –   per i Partecipanti al Convegno SIMTI di maggio che hanno ricevuto UN CODICE UTENTE GRATUITO  (da inserire la momento della richiesta di pagamento)

Euro 30,00   – per  Soci  e  Affiliati  SIMTI
Euro 120,00 – Non Soci e  Non Affiliati SIMTI

Durata del corso: 20 luglio– 20 dicembre 2016

Ore di formazione: 12 ore (tempo stimato per le lezioni e gli approfondimenti)

Numero Crediti  ECM : 12

Con questa formula del corso FAD,  SIMTI intende dare ai partecipanti  del convegno la possibilità di acquisire crediti formativi, e nel contempo fornire un  utile e costante aggiornamento professionale a tutto il  personale presente nelle strutture trasfusionali.

Per informazioni ed iscrizioni occorre accedere direttamente dalla homepage SIMTI http://www.simti.it attraverso il banner SIMT FAD Post Bologna 2016.

Tutorial per iscrizione

 

42° Convegno nazionale SIMTI: a Bologna dal 25 al 28 maggio

SimtiConvegnoIl massimo delle possibilità nazionali e internazionali di aggiornamento sui campi più svariati che afferiscono alla disciplina della Medicina Trasfusionale, l’offerta di ritrovare i settori professionali di propria maggiore competenza e anche quelli che sono forse meno consueti, ma proprio per questo richiedono una possibilità di riflessione e di approfondimento. Tutto questo al 42° Convegno Nazionale di Studi di Medicina Trasfusionale della SIMTI che si terrà a Bologna dal 25 al 28 maggio.
Le sessioni plenarie, di grande respiro clinico e organizzativo, si occuperanno di appropriatezza in Medicina Trasfusionale, di plasmaderivazione e medicinali plasmaderivati, degli sviluppi della ricerca in Medicina Trasfusionale, del sistema trasfusionale in Italia e in Europa in riferimento al percorso di accreditamento istituzionale e dell’evoluzione del Servizio trasfusionale in Italia. Sessioni parallele saranno incentrate su temi di grande stimolo e interesse per le componenti professionali: patient blood management, immunoematologia, malattie trasmissibili conosciute ed emergenti, malattia emolitica del neonato, cellule staminali di adulto e di cordone ombelicale, aferesi terapeutica, emocomponenti per uso topico, patologie della coagulazione e dell’emostasi e il loro ruolo nella emorragia massiva, fabbisogni trasfusionali e capacità di mantenere il necessario esercito di donatori, emovigilanza e ancora le sessioni dedicate ai tecnici e agli infermieri che lavorano nei Servizi Trasfusionali.
Un focus particolare sarà riservato ai cambiamenti introdotti nella pratica professionale dal nuovo decreto legislativo sulla sicurezza dei donatori e dei malati. Come è ormai tradizione, sarà nutrita la rappresentanza di colleghi di ogni parte del mondo con i quali avremo modo di scambiare esperienze e di trarre le informazioni a noi necessarie per avere uno sguardo e un confronto con ampi orizzonti.
Consulta il programma

Premio giornalistico “FIDAS-Isabella Sturvi”. Ancora pochi giorni per candidarsi

logo_premio_SturviFase finale per il premio giornalistico “FIDAS-Isabella Sturvi”, giunto alla sua sesta edizione. Entro il 2 aprile i professionisti del settore possono inviare la candidatura per gli articoli, i servizi e le inchieste relativi la donazione o l’informazione su sangue ed emocomponenti pubblicati, radiotrasmessi o teletrasmessi nel periodo compreso tra il 16 marzo 2015 e il 20 marzo 2016.  Il prossimo 2 aprile, inoltre, sarà comunicata la composizione della giuria che avrà il compito di indicare il vincitore della sezione stampa/web e della sezione radio/tv. I vincitori saranno annunciati il 21 aprile a Gorizia nel corso della conferenza stampa di presentazione del 55° Congresso nazionale FIDAS che si svolgerà a Grado dal 22 al 24 aprile.

Il Premio è finalizzato alla promozione dell’impegno del giornalismo sociale, alla valorizzazione del grande patrimonio costituito dalle numerose associazioni del territorio impegnate nel volontariato, all’educazione e sensibilizzazione dei giovani verso l’impegno sociale e civile, nonché al ricordo della dottoressa Isabella Sturvi, già responsabile dell’ufficio VIII, “Sangue e trapianti”, presso la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute. La sesta edizione del premio si pregia del patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti, della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, del Centro Nazionale Sangue e della Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia.

 

Leggi il bando completo