Sospese le misure di prevenzione Chikungunya nel comune di Latina

centronazionalesanguelogoIn considerazione della evoluzione della situazione epidemiologica del focolaio epidemico da virus Chikungunya illustrata dal rapporto quotidiano prodotto dal Servizio Regionale per l’Epidemiologia, Sorveglianza e controllo delle Malattie Infettive (SeRESMi), su mandato della Direzione generale Salute e Politiche sociali della Regione Lazio, dal quale si evince l’assenza di attività del focolaio epidemico nel comune di Latina, in accordo con la predetta Direzione, i competenti Dipartimenti dell’Istituto Superiore di Sanità e la. Struttura di Coordinamento per le Attività Trasfusionali della Regione Lazio (SRC), il Centro Nazionale Sangue dispone, con decorrenza immediata, la sospensione delle misure di prevenzione, locali e nazionali, della trasmissione dell’infezione da virus Chikungunya mediante la trasfusione di emocomponenti labili adottate per il comune di Latina il 4 ottobre 2017.
Per quanto attiene alle disposizioni di livello locale e nazionale relative al comune di Roma e al comune di Anzio, rimangono vigenti ed immodificate le ultime disposizioni già emanate il 16 ottobre u.s.

Misure di prevenzione Chikungunya nella Regione Lazio

A seguito della segnalazione da parte della Direzione generale della Prevenzione sanitaria del Ministero della Salute di diversi casi umani confermati di infezione autoctona da Chikungunya (CHIKV) in soggetti che hanno soggiornato nel comune di Anzio (provincia di Roma) dall’inizio di agosto, la Regione Lazio sta adottando le misure per la sorveglianza, il controllo e il contenimento dell’infezione. Per la prevenzione della trasmissione trasfusionale mediante emocomponenti labili prelevati da donatori potenzialmente viremici asintomatici, il Centro Nazionale Sangue invita la Struttura Regionale di Coordinamento (CRS Lazio) a sospendere cautelativamente dalla donazione tutti i donatori residenti nel Comune di Anzio, o in aree della Regione Lazio diverse da quella in cui è stato accertato il focolaio epidemico, nel caso in cui l’anamnesi del candidato donatore riveli recenti pregressi sintomi correlabili all’infezione da virus Chikungunya. Allo stesso tempo il CNS invita all’esclusione per 28 giorni di quanti abbiano soggiornato, anche solo per poche ore, nel Comune di Anzio a far data dal 1° agosto 2017, e alla riammissione solo previa successiva dichiarazione dell’assenza di sintomatologia clinica riferibile alla patologia in questione nei suddetti 28 giorni.

Nell’area documenti dal CNS la comunicazione completa.