Attraverso l’Italia per diffondere il valore del dono

Si è conclusa ieri l’edizione n° 100 del Giro d’Italia e con esso anche l’esperienza FIDAS nella Carovana del Giro. Per il terzo anno la Federazione delle Associazioni dei Donatori di Sangue ha preso parte a questo viaggio nello sport per sensibilizzare la popolazione sull’importanza di donare il sangue.

“Il bilancio è assolutamente positivo – commenta il presidente nazionale Aldo Ozino Caligaris. – Nel corso delle 21 tappe della manifestazione ciclistica i nostri volontari hanno potuto incontrare decine di migliaia di persone per ricordare l’importanza del dono del sangue volontario, anonimo e gratuito. Siamo consapevoli come l’attività di informazione debba essere costante per questo abbiamo voluto ancora una volta essere presenti nella Carovana del Giro che ci ha permesso grande visibilità. Come ogni gara anche il Giro d’Italia ha proclamato un vincitore. Per quanto ci riguarda ha vinto la solidarietà”.

Luca e CarolinaUn ringraziamento speciale da parte di tutti i donatori a Luca Molinaro, della FIDAS Paola, e Carolina Pragliola, della FIDAS Partenopea, che hanno affrontato con entusiasmo questa avventura percorrendo con la FIDASmobile oltre 3600km e distribuendo in tutto 20mila targhette per le valigie per ricordare il messaggio scelto per quest’anno: “prima di partire, ricordati di donare il sangue”.