Premio giornalistico “FIDAS-Isabella Sturvi”: la giuria al lavoro

logo_premio_SturviScaduti i termini di presentazione dei lavori realizzati dai giornalisti, inizia il lavoro della giuria incaricata di selezionare i vincitori della VI edizione del Premio giornalistico “FIDAS-Isabella Sturvi”. Quest’anno sono state numerosissime le domande di partecipazione al premio, a testimonianza della crescente attenzione dei professionisti del settore verso il mondo del volontariato e del volontariato del dono del sangue in particolare.
Il Premio giornalistico, infatti, è finalizzato alla promozione dell’impegno del giornalismo sociale, alla valorizzazione del grande patrimonio costituito dalle numerose associazioni del territorio impegnate nel volontariato, all’educazione e sensibilizzazione dei giovani verso l’impegno sociale e civile, nonché al ricordo della dottoressa Isabella Sturvi, già responsabile dell’ufficio VIII, “Sangue e trapianti”, presso la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute.
La giuria, incaricata di valutare articoli, video, servizi radiofonici che si sono occupati, nel periodo indicato dal Bando del Premio, del volontariato del dono del sangue, sarà presieduta da Donatella Barbetta, giornalista de Il Resto del Carlino e già vincitrice della V edizione del premio. Accanto a lei Clara Capponi, capo ufficio stampa di CSVnet, il giornalista Gianluca Testa, esperto della realtà del volontariato, Dario Cravero, presidente onorario FIDAS, Feliciano Medeot, presidente FIDAS Friuli Venezia Giulia e Andrea Grande, coordinatore nazionale Giovani FIDAS. Entro il prossimo 15 aprile la Giuria, con giudizio insindacabile, selezionerà i servizi giornalistici più rispondenti ai motivi ed agli obiettivi del Premio; il vincitore della sezione radio/tv e il vincitore della sezione stampa/web saranno premiati a Grado (GO) nel corso del 55° Congresso Nazionale FIDAS il prossimo 22 aprile.