750 donatori premiati dalla FIDAS Teramo

Sabato 22 settembre Teramo ha reso omaggio ai suoi benefattori. Si è infatti tenuta la 57° edizione della “Giornata del donatore di sangue”, l’annuale festa con cui la FIDAS Teramo celebra il prezioso contributo dei propri donatori.

Nella Casa del Donatore “Pasquale Di Patre” l’evento è stato introdotto e moderato dalla presidente Gabriella Di Egidio, la quale ha ringraziato i numerosi cittadini intervenuti, le attività da sempre vicine alle iniziative della FIDAS e soprattutto i volontari dell’associazione donatori di sangue. A loro sono stati dedicati anche i successivi interventi della nota attrice teatrale Grazia Scuccimarra, da sempre vicina alla causa della donazione, e della dottoressa Gabriella Lucidi Pressanti, primario del Servizio di immunoematologia e medicina trasfusionale della Asl di Teramo.

L’evento è entrato nel vivo con la consegna dei riconoscimenti ai volontari più costanti che si sono distinti per l’impegno e per il numero di donazioni di sangue effettuate: 750 i premiati (370 per il 2017 e 380 per il 2016). Particolare menzione per i quattro donatori che hanno ricevuto la “Croce d’oro”, benemerenza che si ottiene al raggiungimento di 100 donazioni: Gabriele Crocetti, Oscar Labrecciosa, Lucio Ranalli ed Ercolino Di Bonaventura.

La Giornata del Donatore è stata come sempre l’occasione per sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della donazione del sangue. La presidente Gabriella Di Egidio ha esposto i dati relativi alle sacche di sangue raccolte alla data del 21 settembre: 3.818, a fronte delle 3.900 dello scorso anno nello stesso periodo. Una leggera flessione di 82 sacche di sangue che dimostra come ci sia bisogno dell’impegno e della volontà di tutti (donatori periodici e nuovi donatori) per migliorare il trend e contribuire a dare speranza ai tanti malati che hanno bisogno di sangue.

Inaugurata la casa del donatore intitolata a Pasquale Di Patre

FidasTeramoSabato 12 maggio la sede della FIDAS Teramo è diventata Casa del donatore intitolata a Pasquale Di Patre. Al presidente recentemente scomparso ieri mattina è stata intitolata la sede di via Taraschi, per cui si era tanto impegnato. Una cerimonia partecipata in cui si sono susseguiti i ricordi del decennale impegno del compianto presidente.

Alla moglie e ai figli di Di Patre la FIDAS ha consegnato una targa. A fare gli onori di casa la presidente facente funzione Gabriella Di Egidio, il presidente nazionale Aldo Ozino Caligaris, il presidente FIDAS Abruzzo Luigi Corradetti. La sede è stata benedetta da padre Natale Panetta del santuario di San Gabriele, a cui la FIDAS è legata in quanto partecipa ai “cento giorni”, un’idea di Di Patre per sensibilizzare i giovani alla donazione del sangue.

A fare da accompagnamento musicale un quartetto della Benedetto Marcello diretto da Gianfranco Lupidi, anche lui donatore. Secondo i progetti di Di Patre, la casa del donatore sarà un luogo di incontro a disposizione di tutti gli associati alla FIDAS, per ospitare iniziative di sensibilizzazione sulla donazione del sangue. Ma sarà anche centro di confronto con le altre associazioni per diffondere la cultura del dono e della solidarietà.

L’addio a Pasquale Di Patre, presidente FIDAS Abruzzo

Questa mattina è scomparso all’età di 69 anni, dopo aver lottato contro la malattia, Pasquale Di Patre, presidente dei donatori di sangue della FIDAS Teramo e presidente Regionale FIDAS Abruzzo.

I messaggi che stanno affollando il web ricordano un uomo generoso, di grande levatura morale, sempre impegnato nel volontariato del dono, ma anche un uomo dal carattere forte che sapeva tirare fuori la sua tempra abruzzese quando in ballo c’era il diritto alla salute o il valore del volontariato anonimo e gratuito.

Presidente di FIDAS Teramo dal 1997 e alla guida della FIDAS Abruzzo da 8 anni, era stato anche Consigliere nazionale della FIDAS dal 2003 al 2006.

“Con grande dispiacere salutiamo Pasquale Di Patre, che lascia un’importante eredità spirituale – ricorda Aldo Ozino Caligaris, presidente nazionale FIDAS. – La sua passione e dedizione nei confronti della donazione di sangue e della FIDAS cui ha dedicato sempre tempo ed energie, ci invita a continuare l’attività di informazione e sensibilizzazione, in particolare verso le nuove generazioni”.

Le esequie si svolgeranno sabato 7 ottobre alle 9.15 presso la Parrocchia Cuore Immacolato di Maria di Teramo in Piazza Garibaldi 2.

Eventuali raccolte in memoria di Lino, come da lui stesso indicato, possono essere fatte alla 
Lega Italiana Fibrosi Cistica Abruzzo Onlus
Via Modena 6, 66034, Lanciano (CH)
IBAN: IT84 T076 0115 5000 0001 5354 665
Banco Posta – Chieti
Intestato a LEGA ITALIANA FIBROSI CISTICA REGIONE ABRUZZO ONLUS
Oppure
C/C postale n. 15354665
Codice fiscale 5×1000: 90004180692

Comunicazione sociale per il dono del sangue. Un convegno a Teramo

TeramoQual è il rapporto dei giovani con il mondo del volontariato? In che modo l’attuale panorama del mondo del lavoro condiziona gli atteggiamenti altruistici dei giovani. E’ possibile coinvolgere le nuove generazioni  in attività gestionali e continue? L’universo delle associazioni italiane potrà garantirsi un adeguato ricambio generazionale? Ed ancora, quali sono gli elementi che avvicinano i giovani al dono del sangue? Di questo si parlerà giovedì 12 maggio all’Università degli studi di Teramo nel convegno “La comunicazione sociale degli studenti universitari per la cultura della donazione del sangue”. Un progetto nato dalla sinergia tra FIDAS Teramo e UNITE (Università degli Studi di Teramo) che hanno individuato e progettato un adeguato piano di comunicazione rivolto in particolar modo ai giovani liceali e soprattutto universitari al fine di rendersi sempre più visibili agli occhi dei giovani attraverso gli strumenti attualmente più utilizzati e formare gli operatori addetti.
Nel corso dell’appuntamento di giovedì prossimo, cui interverranno rappresentanti istituzionali ed esperti del settore, il coordinatore del gruppo studentesco, Davide Cordoni, illustrerà il progetto di comunicazione che gli studenti dell’Università degli Studi di Teramo hanno realizzato, partendo dai primi colloqui avuti con il presidente della FIDAS Teramo Pasquale Di Patre, con il responsabile della comunicazione nazionale FIDAS Cristiano Lena, fino ad arrivare alla realizzazione del piano di comunicazione comprensivo di tutti supporti inerenti la realizzazione del piano stesso.
Il convegno è accreditato dall’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo per l’acquisizione di 4 crediti formativi.

 

Programma del convegno