Chikungunya: nuovi casi in Calabria

In seguito alla segnalazione di casi umani confermati di infezione autoctona da virus Chikungunya in soggetti residenti nel Comune di Guardavalle Marina (provincia di Catanzaro), il cui caso indice è riconducibile ad una persona residente nel comune di Anzio che ha soggiornato nel corso dell’estate nel comune calabrese, in accordo con il Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie e con la Struttura Regionale di Coordinamento per le Attività Trasfusionali della Regione Calabria, il Centro Nazionale Sangue ha diramato i provvedimenti da adottare per la prevenzione della trasmissione trasfusionale della predetta infezione mediante emocomponenti labili prodotti da donatori potenzialmente viremici asintomatici.

 

Provvedimenti da adottare nella Regione Calabria

1. In linea con i provvedimenti già adottati da altri paesi europei e con le indicazioni dell’European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC), in assenza di uno specifico test autorizzato per lo screening molecolare dei donatori di sangue ed emocomponenti ed in attesa che siano disponibili ulteriori dati epidemiologici che consentano una circostanziata valutazione del rischio trasfusionale, il Centro Nazionale Sangue dispone la sospensione temporanea della raccolta di sangue ed emocomponenti, al momento, limitatamente per i donatori di sangue residenti nel comune di Guardavalle Marina.
La sospensione della raccolta nel comune di Guardavalle Marina non si applica nel caso di donazione mediante aferesi di piastrine e/o plasma ad uso clinico, qualora sottoposti a procedura di riduzione dei patogeni mediante inattivazione virale, e in caso di donazione di solo plasma, se esso è destinato alla produzione industriale di medicinali plasmaderivati.

2. Si dispone il provvedimento di sospensione temporanea dalla donazione di sangue ed emocomponenti per 28 giorni per i donatori che abbiano soggiornato, anche per poche ore, nel suddetto comune, seguito dalla riammissione alla donazione solo previa verifica dell’assenza di sintomatologia clinica riferibile alla patologia in questione nei suddetti 28 giorni.

3. Si raccomanda di effettuare una valutazione delle scorte di emocomponenti labili destinati all’uso clinico raccolti da donatori residenti nel comune di Guardavalle Marina a far data dal 5 agosto 2017 (7 giorni antecedenti l’inizio della sintomatologia riferita al primo caso di infezione autoctona segnalata in quel comune) e, se presenti, disporne l’eliminazione.

4. Si raccomanda di pianificare, in stretta collaborazione con le Federazioni e Associazioni dei donatori volontari di sangue, la raccolta negli altri comuni della Regione Calabria non interessati da segnalazioni di casi autoctoni di infezione da virus Chikungunya, al fine di sopperire ad eventuali carenze.

Provvedimenti da adottare a livello nazionale

a. Rafforzare presso tutti i Servizi Trasfusionali e le Unità di Raccolta, l’indagine anamnestica di selezione, prevista dalla normativa vigente, accertando se il donatore ha soggiornato, anche per poche ore nel Comune di Guardavalle Marina a far data dal 5 agosto u.s.

b. Applicare, per i donatori con anamnesi positiva per soggiorno anche per poche ore nel comune indicato, il provvedimento di sospensione temporanea dalla donazione di sangue ed emocomponenti per 28 giorni, seguito dalla riammissione alla donazione solo previa verifica dell’assenza di sintomatologia clinica riferibile alla patologia in questione nei suddetti 28 giorni. Si precisa che tale sospensione non si applica nel caso di donazione mediante aferesi di piastrine e/o plasma ad uso clinico, qualora sottoposti a procedura di riduzione dei patogeni mediante inattivazione virale, e in caso di donazione di solo plasma, se esso è destinato alla produzione industriale di medicinali plasmaderivati.

I provvedimenti indicati rimangono in vigore fino a nuova comunicazione del Centro Nazionale Sangue.

Nell’area normativa, Documenti dal CNS, la comunicazione completa.