42° Convegno nazionale SIMTI: a Bologna dal 25 al 28 maggio

SimtiConvegnoIl massimo delle possibilità nazionali e internazionali di aggiornamento sui campi più svariati che afferiscono alla disciplina della Medicina Trasfusionale, l’offerta di ritrovare i settori professionali di propria maggiore competenza e anche quelli che sono forse meno consueti, ma proprio per questo richiedono una possibilità di riflessione e di approfondimento. Tutto questo al 42° Convegno Nazionale di Studi di Medicina Trasfusionale della SIMTI che si terrà a Bologna dal 25 al 28 maggio.
Le sessioni plenarie, di grande respiro clinico e organizzativo, si occuperanno di appropriatezza in Medicina Trasfusionale, di plasmaderivazione e medicinali plasmaderivati, degli sviluppi della ricerca in Medicina Trasfusionale, del sistema trasfusionale in Italia e in Europa in riferimento al percorso di accreditamento istituzionale e dell’evoluzione del Servizio trasfusionale in Italia. Sessioni parallele saranno incentrate su temi di grande stimolo e interesse per le componenti professionali: patient blood management, immunoematologia, malattie trasmissibili conosciute ed emergenti, malattia emolitica del neonato, cellule staminali di adulto e di cordone ombelicale, aferesi terapeutica, emocomponenti per uso topico, patologie della coagulazione e dell’emostasi e il loro ruolo nella emorragia massiva, fabbisogni trasfusionali e capacità di mantenere il necessario esercito di donatori, emovigilanza e ancora le sessioni dedicate ai tecnici e agli infermieri che lavorano nei Servizi Trasfusionali.
Un focus particolare sarà riservato ai cambiamenti introdotti nella pratica professionale dal nuovo decreto legislativo sulla sicurezza dei donatori e dei malati. Come è ormai tradizione, sarà nutrita la rappresentanza di colleghi di ogni parte del mondo con i quali avremo modo di scambiare esperienze e di trarre le informazioni a noi necessarie per avere uno sguardo e un confronto con ampi orizzonti.
Consulta il programma