AFDS Brugnera e San Cassiano incontrano le scuole

Venerdì 24 gennaio presso l’Istituto Bruno Carniello di Brugnera è stata organizzata una giornata di donazione di sangue collettiva grazie alla presenza dell’autoemoteca.
AFDS Brugnera e San Cassiano Molto positivo il riscontro degli studenti che hanno compreso il significato profondo di questo gesto, importante per se stessi e per i riceventi.
Degli studenti coinvolti, in 13 hanno deciso di diventare nuovi donatori, raccogliendo l’invito del dottor Andrea Bontadini (direttore del dipartimento di medicina trasfusionale di Pordenone) e del gruppo scuola composto da: ADO, ADMO, AVIS, AIDO e AFDS.
I rappresentanti di queste associazioni hanno svolto, nelle scorse settimane, un incontro formativo con le classi quarte e quinte dell’Istituto, specificando i requisiti necessari per donare e il valore etico e sociale di questo gesto.
In totale sono state raccolte 18 donazioni. Oltre a studenti e professori dell’Istituto Carniello, anche il Sindaco Renzo Dolfi, già donatore da tempo, ha partecipato all’iniziativa in prima persona dimostrandosi nuovamente attivo e partecipe rispetto alle iniziative e ai bisogni del territorio e delle associazioni che ne fanno parte.
AFDS Brugnera e San Cassiano - 2La buona riuscita della giornata, promossa dal Presidente della sezione Afds Brugnera-San Cassiano Graziano Montagner e dal Vicepresidente Mauro Verardo, è frutto anche della collaborazione e del supporto dimostrati dalla dirigente dott.ssa Simonetta Polmonari e
dal referente d’Istituto Luigi Di Giulio.
Visti gli ottimi risultati ottenuti l’iniziativa verrà sicuramente riproposta il prossimo anno con l’obiettivo di sensibilizzare sempre più i giovani e la comunità in generale sull’importanza del dono.

Lotteria ADVS FIDAS: consegnato il primo premio della Lotteria della Befana 2020

Premio ADVS FIDAS

La mattina di sabato 25 gennaio è stata consegnata la Nuova Ford Fiesta, messa in palio da ADVS FIDAS Ravenna ODV, i Donatori di Sangue dell’Ospedale, per la Lotteria della Befana 2020.

Alla breve cerimonia tenutasi presso la concessionaria Ford Emiliana Motor S.p.a. di Via Faentina, erano presenti il Presidente Monica Dragoni, il vice presidente Raffaello Rossi e alcuni componenti del Direttivo di ADVS oltre a un Responsabile di Ford.

La vincitrice Marialuisa Fenati, insieme a suo marito, ha raccontato di aver comprato il biglietto vincente, il nr. 6300, in piazza San Francesco durante lo spettacolo delle fontane piro-danzanti, che le hanno portato bene, perché dei quattro biglietti comprati quello era l’unico scelto in maniera casuale.

La coppia, non potendo donare, sostiene l’associazione comprando ogni anno i biglietti della lotteria, i cui ricavati vengono investiti in favore della promozione e della sensibilizzazione alla donazione di sangue.

Donare sangue, un gesto che unisce la comunità valdostana

XIII^ Campagna di promozione e diffusione della cultura del dono del sangue FIDAS VdA

Donare sangue, un gesto che unisce la comunità valdostana#Donaresangue un gesto che unisce la comunità valdostana: questo il claim della XIII^ Campagna di promozione e diffusione della cultura del dono del sangue che viene lanciata dai Donatori volontari di sangue della FIDAS Valle d’Aosta.
La FIDAS VdA con questa iniziativa vuole sottolineare l’importante gesto civico di prossimità della donazione del sangue, in quanto la salute è un diritto tutelato dalla Costituzione ma da ciò consegue che ogni
cittadino ha il dovere civico di contribuire a garantire al prossimo la possibilità di fruire di questo irrinunciabile diritto. “Se doniamo sangue offriamo speranza di vita e partecipiamo a ridistribuire un bene primario come la salute. Donare sangue è un gesto di solidarietà che diventa il collante che unisce la comunità. Salutiamo il nuovo anno invitando i tantissimi residenti in Valle d’Aosta che ancora non lo fossero, a diventare periodici e volontari donatori di sangue. Una iniziativa inclusiva che mira a coinvolgere tutti i cittadini, senza distinzione di razza, di sesso, di colore della pelle, di lingua, di indirizzo culturale e politico. Donare sangue è un gesto di libertà, di partecipazione, abbatte le barriere e unisce la comunità valdostana nella quale viviamo e lavoriamo ” questo è l’invito di Rosario Mele, presidente valdostano dei Donatori di sangue della FIDAS.
“L’invito a donare sangue è una proposta di vita, è la necessità di farsi carico delle difficoltà dell’altro – continua Mele – pertanto sollecitiamo chiunque ma in particolare rivolgiamo questo appello alle famiglie e ai giovani valdostani, affinché attraverso una responsabile consapevolezza, indirizzino i figli ad adottare stili di vita e condotte virtuose, rispettose della propria e altrui vita.
Il sangue va esclusivamente donato, non può essere riprodotto in altro modo, è un gesto anonimo e gratuito che offre speranza di vita a tanti pazienti oncologici, pluritraumatizzati, emofiliaci, talassemici,
trapiantati e tanti altri che sperano nella sensibilità di chi, in buona salute, si ricordi di lui, donando sangue per la salvaguardia della sua salute.

In Valle d’Aosta è possibile donare presso il Servizio di Immunoematolgia e Medicina Trasfusionale dell’Ospedale Regionale “Umberto Parini” sito in Viale Ginevra o nelle strutture distaccate di Verres e Donnas.
L’adesione alla FIDAS Valle d’Aosta è gratuita e può essere effettuata direttamente dal sito internet o attraverso le piattaforme on line.

La XIII^ Campagna valdostana dei Donatori di sangue della FIDAS sarà divulgata attraverso il sito internet www.fidasvda.it, condivisa a mezzo post su WhathApp e sui social. Non saranno stampate locandine e manifesti per una scelta di risparmio economico e di rispetto dell’ambiente.

Giochi di magia e Sciucarèn al villaggio di Natale di A.D.V.S. FIDAS

Sabato 21 alle 15.30 il Villaggio di Natale di ADVS Ravenna si riempirà di magia con il mago Sughero che farà emozionare grandi e piccini.

Domenica 22 sempre alle 15.30 movimenteranno la piazza gli Sciucarèn e i ballerini Romagnoli del Gruppo Folk Italiano “alla Casadei”.

Le giornate ricche di eventi proseguiranno martedì 24, quando in occasione della Vigilia Babbo Natale in persona accoglierà tutti i bambini che si fermeranno in piazza dalle 15, in più per tutto il pomeriggio pop corn e zucchero filato.

Giovedì 26, per Santo Stefano, il villaggio resterà aperto con i laboratori per i più piccoli e i pop corn per tutti.

Sabato 28 dicembre si replicheranno i laboratori per i bambini e la distribuzione dello zucchero filato.

Domenica 29 grande festa con il ritorno delle fontane piro-danzanti, che alle 18.30 illumineranno piazza San Francesco con i giochi d’acqua, musica e fuoco.

Sabato 4 gennaio 2020 torneranno i laboratori per i bambini con la ricca merenda di pane e Nutella per tutto il pomeriggio.

Fino ad arrivare al gran finale di lunedì 6 gennaio: ADVS chiuderà queste festività con l’estrazione della lotteria della Befana 2020 alle ore 16.30, che quest’anno ha messo in palio come primo premio una fantastica FORD FIESTA bianca, 5 Porte, benzina1.1 CV. In più premi fino al 16° estratto.

Il Villaggio di Natale terrà compagnia ai ravennati tutti i pomeriggi, offrendo vin brulè, thè caldo, panettoni, dolci, ma anche tanta musica, gadget e palloncini colorati per i più piccoli. Come sempre sarà tutto a offerta libera e il ricavato verrà utilizzato per la promozione della donazione del sangue.

sciucaren advs FIDAS

Emanuela Aureli e Marco Marzocca alla Festa di Natale FIDAS Pescara

E per i bambini, arriva lo show “Amici della Fidas”

Sabato 7 dicembre a Pescara Festa di Natale FIDAS al Pala Dean Martin di Montesilvano. Un doppio appuntamento: alle 15.30 con lo spettacolo dedicato ai bambini e alle 20.30 con la serata di gala. 

La Festa di Natale FIDAS, che come da tradizione chiamerà a raccolta migliaia di donatori di sangue e le loro famiglie, sarà ricca di ospiti e sorprese. Le luci del Pala Dean Martin si accenderanno sull’imitatrice Emanuela Aureli e sul comico Marco Marzocca che con la loro comicità verace e dirompente porteranno una ventata di allegria in un clima già festoso, allietato dalla voce del tenore Nunzio Fazzini, con la direzione artistica di Davide Cavuti.

Come sempre, la Festa di Natale di FIDAS Pescara è anche e soprattutto la festa dei figli dei donatori che nel pomeriggio assisteranno numerosi ad uno spettacolo completamente nuovo. Per il primo anno infatti, l’Associazione presenta “Amici della FIDAS”, liberamente ispirato al famoso talent show televisivo. Divisi in due squadre, “i globuli bianchi” e “i globuli rossi”, venti ragazzini talentuosi si sfideranno di fronte ad una giuria esperta nelle prove di canto, ballo e musica e ad una platea di coetanei. Il conduttore sarà un donatore, Piero Campilii, che vestirà i panni di “Mario De Filippi”. Su tutti, la regia di Melania Ciafarone e Francesca Massa. Alla fine dello spettacolo, l’atteso incontro con Babbo Natale che distribuirà regali.

“La Festa di Natale, come tutte le iniziative FIDAS, è dedicata ai nostri donatori e al loro nobile gesto”, spiega la presidente FIDAS Pescara Anna Di Carlo, “Le nostre energie sono tutte rivolte a divulgare l’importanza della donazione del sangue. E con FIDAS Pescara donare diventa ancora più semplice visto che è possibile prenotare la propria donazione anche attraverso l’app e il nuovo sito internet”.

Un altro momento atteso sarà quello dedicato al campione di motociclismo Federico D’Annunzio, testimonial FIDAS, che porterà il suo messaggio sull’importanza del dono del sangue, rivolgendosi soprattutto ai giovani. Federico è un campione sia nello sport che nella vita, e da donatore porta avanti la sua opera di sensibilizzazione anche in pista.

FIDAS Pescara Festa Natale

Natale in piazza con ADVS FIDAS Ravenna

Natale in piazza ADVS FIDAS RavennaA.D.V.S. Ravenna FIDAS ONLUS torna in Piazza S. Francesco con il Villaggio di Natale organizzato dai donatori di sangue dell’Ospedale con il patrocinio del Comune. L’inaugurazione ufficiale è sabato 7 dicembre alle 16 insieme alle autorità e ai volontari dell’Associazione.

Fino al 6 gennaio 2020 il Villaggio di Natale terrà compagnia ai ravennati tutti i pomeriggi, offrendo vin brulè, thè caldo, panettoni, dolci ma anche tanta musica, gadget e palloncini colorati per i più piccoli. Come sempre sarà tutto a offerta libera e il ricavato verrà utilizzato per la promozione della donazione del sangue.

A nome dell’Associazione ringrazio come ogni anno l’Arcidiocesi di Ravenna – Cervia e il parroco di San Francesco – commenta Flavio Vichi Responsabile della Comunicazione di ADVS Ravenna – che ci ospitano in una delle piazze più belle della Città, permettendoci di animarla per queste festività. Per noi è una opportunità unica per avvicinare i cittadini alla donazione di sangue, un gesto di cui non ci stancheremo mai di sottolineare l’importanza e la necessità.

Anche quest’anno il programma è ricco di iniziative.
Si parte domenica 8 dicembre dalle 15:30 con i balli country dei Wild Angels Romagna e si prosegue il weekend successivo con lo spettacolo di Officina della Musica, sabato 14 alle 15.30, e i laboratori per tutti i bimbi e la distribuzione dello zucchero filato il pomeriggio di domenica 15 dicembre.

Sabato 21 alle 15.30 la piazza si animerà con la magia di Sughero che farà emozionare grandi e piccini.

Domenica 22 sempre alle 15.30 movimenteranno la piazza gli Sciucarèn e i ballerini Romagnoli del Gruppo Folk Italiano “alla Casadei”.

Martedì 24 in occasione delle Vigilia, dalle 15, ci sarà Babbo Natale in persona che accoglierà tutti i bambini che si fermeranno in piazza, in più per tutto il pomeriggio pop corn e zucchero filato.

Giovedì 26, per Santo Stefano, il villaggio resterà aperto con i laboratori per i più piccoli e i pop corn per tutti.

Sabato 28 dicembre si replicheranno i laboratori per i bambini e la distribuzione dello zucchero filato.

Domenica 29 dicembre grande festa con il ritorno delle fontane piro-danzanti, che alle 18.30 illumineranno piazza San Francesco con i giochi d’acqua, musica e fuoco.

Sabato 4 gennaio 2020 tornano i laboratori per i bambini con la ricca merenda di pane e Nutella per tutto il pomeriggio.

Fino ad arrivare al gran finale di lunedì 6 gennaio quando l’ADVS FIDAS chiuderà queste festività con l’estrazione della lotteria della Befana 2020 alle ore 16.30.

I biglietti della lotteria sono in vendita presso la sede dell’ADVS in Ospedale e naturalmente al Villaggio di Natale in tutte le giornate di apertura. Come sempre il ricavato sarà utilizzato per la promozione della donazione di sangue.

Per maggiori informazioni e per restare costantemente aggiornati è possibile visitare il sito www.advsravenna.it oppure la Pagina Facebook ADVS Ravenna.

Volley for FIDAS all’Agsm Forum di Verona

INVASIONE DI DONATORI AL PALASPORT PER PROMUOVERE IL DONO DEL SANGUE

Sfileranno gli studenti incontrati in classe dai volontari di Fidas Verona e dai tecnici di BluVolley Calzedonia

Fidas Verona e BluVolley Calzedonia di nuovo insieme per promuovere il dono del sangue. Domenica 1 dicembre alle 17 all’Agsm Forum si terrà il match di SuperLega Calzedonia–Top Volley Latina, ma sarà pure il giorno di “Volley for Fidas”, per sensibilizzare gli spettatori del palazzetto sull’importanza di allungare il braccio.

Per l’occasione, i donatori di sangue e i loro familiari e amici potranno assistere alla partita a un prezzo speciale. Per loro il biglietto in tribuna non numerata costerà 8 euro (over 18) e 3 euro (under 18). Per richiedere gli ingressi agevolati basta inviare – entro giovedì 28 novembre – una mail a info@fidasverona.it o chiamare la segreteria provinciale di Fidas Verona al numero 045.8202990; i biglietti prenotati si ritireranno il giorno dell’incontro.

Domenica l’Agsm Forum si tingerà di rosso, il colore dei donatori. Saranno presenti anche gli studenti incontrati in questi mesi coVolley for FIDASl “Progetto scuole”, che sfileranno a bordocampo a margine della partita. «Sarà un modo per rendere visibile l’impegno dei nostri volontari nel coinvolgere la cittadinanza e soprattutto le nuove generazioni a compiere questo gesto gratuito, che può salvare molte vite – sottolinea la presidente di Fidas Verona, Chiara Donadelli –. Col “Progetto scuole” ogni anno entriamo in classe con i nostri donatori e con i tecnici di BluVolley Calzedonia, incontrando 4.000 studenti di ogni ordine e grado».

Inoltre domenica i volontari di Fidas Verona saranno muniti di computer per prenotare le donazioni dei tifosi che decideranno di recarsi ai Centri trasfusionali. E, come consuetudine da 13 anni a questa parte, svolgeranno il servizio gratuito di controllo dell’accesso del pubblico nei vari settori.

«Con immenso piacere il sodalizio fra BluVolley e Fidas Verona si rinnova – aggiunge Andrea Totolo, responsabile dell’attività promozionale di BluVolley –. Ormai da due anni alla nostra esperienza insieme si è aggiunto il “Progetto scuole”, in sinergia fra volontari Fidas Verona e istruttori BluVolley. L’occasione quindi è perfetta per riempire l’Agsm Forum con l’entusiasmo di tutti gli studenti visitati in questi mesi. Come sempre, però, guardiamo già avanti, al secondo appuntamento di “Volley for Fidas”, in programma il 1 marzo con Ravenna».

Per ulteriori informazioni visita la pagina FIDAS Verona.

 

 

Il Sistema Sangue in Sicilia oggi. Voci a confronto

Il 16 e 17 novembre si è svolto a Bronte, presso la Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello” il 4° Meeting Fidas Sicilia.

L’evento, promosso ed organizzato dalla FIDAS Sicilia, è stato momento di  incontro e confronto tra le federate e le istituzioni sulle tematiche di maggiore attualità che interessano il sistema sangue in Sicilia, oltre che occasione per favorire percorsi di condivisione di esperienze finalizzate a promuovere una sempre più diffusa coscienza donazionale sul territorio e ad accrescere lo spirito di fidelizzazione e di responsabilità dei donatori.

La giornata di apertura del Meeting, dopo i saluti del Sindaco di Bronte, Avv. Graziano Calanna, dell’On.le Giuseppe Zitelli, del Presidente della Pinacoteca, Dott. Carmelo Indriolo e del Presidente della Associazione GDVS di Paternò, Filippo Castro, e la presentazione dei lavori del Presidente Regionale Fidas, Dott. Salvatore Caruso, è stata  incentrata su un ampio ed articolato confronto sul sistema sangue, sia a livello regionale che a livello locale, con particolare attenzione ai rapporti  intercorrenti tra le associazioni dei donatori e i servizi trasfusionali di riferimento, al fine di favorire migliori e più efficaci relazioni per il raggiungimento di ulteriori traguardi donazionali a livello locale e regionale.

In tale sessione dei lavori sul tema “Il Sistema Sangue in Sicilia oggi. Voci a confronto” sono intervenuti il Dott. Attilio Mele, Direttore del Centro Regionale Sangue, il Dott. Renato Messina, Direttore del Servizio Trasfusionale di Trapani, il Dott. Antonino Primus, Persona Responsabile della Associazione Gdvs di Paternò, Enzo Emmanuello – Presidente della Associazione Fidas di Gela. A coordinare la tavola rotonda il Dott. Nuccio Sciacca – Direttore SIMT Arnas Garibaldi di Catania / Giornalista. Dagli interventi è emerso come in Sicilia, nonostante il raggiungimento di una sostanziale autosufficienza sangue, e ciò grazie soprattutto al contributo delle associazioni oltre che sul versante della promozione anche nell’impegno diretto nella gestione delle unità di raccolta, permangono elementi di preoccupazione per mantenere stabile nel tempo tale autosufficienza, e ciò in considerazione di una tendenza in crescita del  fabbisogno sangue per l’innalzamento dei livelli qualitativi e di eccellenza dei servizi ospedalieri,  del ricambio generazionale dei donatori con indici al ribasso dei giovani che donano, della desertificazione della specializzazione trasfusionale e della carenza di personale medico e infermieristico che già oggi si incomincia a  registrare  sia nei servizi trasfusionali pubblici che  in quelli associativi.

Di tutto questo, così come della necessità di uniformare il sistema trasfusionale in tutto il territorio regionale e delle necessità di azioni a sostegno delle campagne di promozione, è stato interessato direttamente l’Assessore Regionale alla Salute, Avv. Ruggero Razza, intervenuto all’evento, che nel manifestare particolare sensibilità per la problematica sangue  ed apprezzamento per il servizio svolto dalle associazioni  di volontariato, non ha mancato di assicurare il suo impegno personale e del governo regionale per il superamento delle criticità e il raggiungimento in Sicilia dell’obiettivo dell’autosufficienza stabile in materia sangue con alti indici di qualità del sistema trasfusionale di raccolta. A tal fine si è reso disponile, raccogliendo una proposta scaturita nel corso del dibattito, ad organizzare una “plenaria del sistema sangue in Sicilia” quale momento di incontro fra tutti gli attori del sistema sangue.

Meeting FIDAS Sicilia - 2019A sottolineare l’importanza dell’impegno collaborativo tra le varie sigle associative è intervenuta Palmina Liliana Dipasquale, Presidente Fratres Sicilia, che ha portato anche i saluti del Presidente Nazionale.

I lavori di domenica mattina sono stati riservati al confronto interno tra le associazioni federate, con particolare riferimento al quadro normativo sangue presentato dal Dott. Pierfrancesco Cogliandro, Vice Presidente Fidas Nazionale, e agli aspetti gestionali ed organizzativi, anche alla luce della recente riforma del terzo settore a cura del Dott. Alfio Mangiagli, Revisore Fidas Siclia. Una specifica attenzione è stata rivolta ai programmi di sviluppo, al fine di rinvigorire le basi motivazionali e di entusiasmo che animano e rendono vivo l’impegno, il sacrificio e il servizio dei volontari del dono del sangue.

La manifestazione si è quindi conclusa con una visita guidata per le vie del centro storico di Bronte in collaborazione con la locale Pro Loco.

La scelta di Bronte quale sede del Meeting non è stata casuale, ma volutamente indicata e condivisa dalla FIDAS, in quanto realtà territoriale in cui si sta sviluppando una interessante e coinvolgente azione di promozione della cultura della solidarietà e di sensibilizzazione della comunità alla donazione del sangue, in forte sinergia con le realtà istituzionali e associative del territorio.

La FIDAS Sicilia è presente nel territorio regionale con 9 realtà associative (Palermo, Alcamo, Termini Imerese, Agrigento, Caltanissetta, Gela, Milazzo, Paternò e Catania) con un contributo donazionale annuo di oltre 25.000 unità di sangue ed  emocomponenti.