On line il nuovo numero di NOI IN FIDAS

noiinfidas_3-2016_coverOn line il nuovo numero del trimestrale della FIDAS. Dalla Riforma del Terzo Settore, all’approfondimento su Giovani e volontariato del dono, dagli aggiornamenti sul sistema sangue al resoconto degli eventi estivi. Numerosi contributi di rappresentanti associativi e di esperti del settore per un numero da leggere, rileggere e condividere.

Domenica 2 ottobre la VII Giornata Nazionale FIDAS

Domenica 2 ottobre ricorre la Giornata Nazionale FIDAS, l’appuntamento giunto alla VII edizione, nato per ringraziare i 460 mila donatori di sangue ed emocomponenti appartenenti alle 73 Associazioni federate FIDAS. Quest’anno in occasione della Giornata verrà presentata la campagna di comunicazione “C’è posto per te”. Uno spot ed una multisoggetto, i primi nel loro genere, pensati non per sensibilizzare al dono del sangue, ma per coinvolgere i giovani donatori nella vita associativa, al fine di garantire il necessario ricambio generazionale nella guida delle associazioni di riferimento.

La campagna ha preso il via dall’indagine portata avanti da FIDAS nel corso dell’estate tra i giovani donatori di età compresa tra i 18 e i 28 anni. “Solo il 27% degli intervistati dichiara di svolgere, all’interno dell’associazione donatori sangue, anche altri incarichi oltre alla donazione stessa di sangue e/o emocomponenti – ha evidenziato Maria Paola Piccini, Dottore di ricerca in Ricerca applicata nelle scienze sociali dell’Università di Roma – La Sapienza, che ha curato l’elaborazione dei dati. Tuttavia le risposte raccolte meritano particolare attenzione, poiché individuano un prezioso bacino di giovani donatori che sarebbero disponibili a impegnarsi maggiormente in associazione, ma necessitano di orientamento e guida”.

Proprio ai giovani donatori si rivolge la campagna “C’è posto per te” che sarà presentata proprio domenica prossima.

Misure di prevenzione West Nile Virus in provincia di Venezia

tabella-sinottica-wnv-28-09-2016A seguito di un riscontro di un equide positivo per West Nile Virus nel comune di Cavarzere (provincia di Venezia) confermato dall’Istituto Zooprofilattico sperimentale dell’Abruzzo e del Molise, il Coordinamento per le Attività Trasfusionali della Regione Veneto ha introdotto il test NAT per West Nile Virus per le donazioni di sangue ed emocomponenti nella provincia di Vicenza. Inoltre viene disposta su base nazionale la sospensione di 28 giorni per tutti i donatori che abbiano soggiornato anche solo per una notte nella suddetta provincia.

Nell’area normativa, documenti dal CNS, la comunicazione completa in merito alla la diffusione del West Nile Virus.

Misure di prevenzione West Nile Virus in provincia di Monza e Brianza

tabella-sinottica-wnv-27-09-2016A seguito di un riscontro un esemplare di avifauna selvatica positivo per West Nile Virus nel comune di Cavenago di Brianza (provincia di Monza e Brianza) confermato dall’Istituto Zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna, la Struttura Regionale di Coordinamento per le Attività trasfusionali della Regione Lombardia dispone l’introduzione del test NAT per West Nile Virus per le donazioni di sangue ed emocomponenti nella provincia di Monza e Brianza. Inoltre viene disposta su base nazionale la sospensione di 28 giorni per tutti i donatori che abbiano soggiornato anche solo per una notte nella suddetta provincia.

Nell’area normativa, documenti dal CNS, la comunicazione completa.

Misure di prevenzione WNV in provincia di Torino

tabella-sinottica-wnv-26-09-2016A seguito di un riscontro di un esemplare di avifauna sinantropica  positivo per West Nile Virus nella provincia di Torino, confermato dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, la Struttura Regionale  di coordinamento per le attività trasfusionali della Regione Piemonte ha disposto l’introduzione del test NAT per West Nile Virus per le donazioni di sangue ed emocomponenti nella suddetta provincia. Inoltre viene disposta su base nazionale la sospensione di 28 giorni per tutti i donatori che vi abbiano soggiornato anche solo per una notte.

Nell’area normativa, documenti dal CNS, la comunicazione completa in merito alla la diffusione del West Nile Virus.

Misure di prevenzione West Nile Virus nella provincia di Trapani

tabella-sinottica-wnv-19-09-2016A seguito di un riscontro di un caso umano di malattia neuroinvasiva da West Nile Virus nella provincia di Trapani, il Centro Regionale Sangue della Regione Sicilia ha introdotto il test NAT per West Nile Virus per le donazioni di sangue ed emocomponenti nella suddetta provincia. Inoltre viene disposta su base nazionale la sospensione di 28 giorni per tutti i donatori che vi abbiano soggiornato anche solo per una notte.

Nell’area normativa, documenti dal CNS, la comunicazione completa in merito alla la diffusione del West Nile Virus.

FIDAS Valle d’Aosta festeggia la Giornata nazionale FIDAS

La Giornata Nazionale del Donatore di Sangue FIDAS crea una ricorrenza che evidenzia, semmai ce ne fosse ancora bisogno, l’opera quotidiana dei donatori di sangue e quest’anno si celebrerà domenica 2 ottobre: siamo arrivati così alla sua VII edizione.

In Valle d’Aosta la FIDAS ha organizzato due tempi di incontro e riflessione, articolando un momento di lavori sabato mattina 1° ottobre e un corteo itinerante che sfilerà per le vie centrali della città domenica 2/10.

Obiettivo: portare la testimonianza e l’informazione di una realtà ormai più che significativa sul territorio, incontrare alcuni dei protagonisti delle varie attività, ribadire la valenza del dono su base associativa, e dare ancora e sempre più spazio ai giovani.

Nasce ufficialmente in questa circostanza il Gruppo FIDAS Giovani Valle D’Aosta intitolato alla memoria di Matteo Guerrisi, il giovane aspirante donatore valdostano, recentemente rimasto vittima di un incidente stradale mortale. La famiglia del ragazzo ha donato all’associazione 1.500,00 euro che saranno destinati a progetti di sensibilizzazione ed educazione a favore dei giovani a partire dalla stretta collaborazione con le scuole.

La donazione di sangue è un gesto volontario e responsabile che la FIDAS VdA vuole promuovere nell’ottica della cultura del dono soprattutto e sempre di più verso il potenziale giovanile: forme di aggregazione che abbiano come comune denominatore il rispetto della vita propria e del prossimo, la solidarietà in tutte le declinazioni e l’adozione di stili di vita sani, perché i giovani sono il futuro e noi possiamo e vogliamo costruire un futuro migliore: queste le intenzioni che FIDAS  VdA vorrebbe simbolicamente, e non solo, dedicare a Matteo.

Appuntamento sabato 1/10 alla sala della Biblioteca Regionale alle ore 10.30 per un incontro aperto al pubblico a cui parteciperanno tra gli altri i genitori di Matteo, nominati soci onorari, e le sorelle di Matteo che saranno le madrine del gruppo giovani guidato da Marco Renna; domenica 2/10 alle ore 10.30 partenza da piazza Arco d’Augusto del corteo con il gruppo Pifferi e Tamburi di Arnad per una colorata, festosa e musicalmente rumorosa sfilata lungo le principali vie del centro con arrivo in Piazza Roncas.

Inaugurata la sede della FIDAS Campobasso

fidascampobasso-1Nel pomeriggio di sabato 17 settembre è stata inaugurata la sede della FIDAS Campobasso. Guidata da Gianfranco Adamo, la FIDAS Campobasso, che fa capo all’Associazione FIDAS Molise “Carmela Ciniglio”, raccoglie quasi 1400 iscritti che in questi due anni di vita della sezione hanno donato oltre 1500 unità di sangue. La nuova sede, in Contrada Colle delle Api, è stata inaugurata alla presenza del presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris, il presidente FIDAS Molise Franco Vitulli, il direttore sanitario FIDAS Molise Guerino Trivisonno, fidascampobasso-2il presidente della FIDAS Agnone e gli organi di rappresentanza della sezione FIDAS Ururi.