Quando il volontariato diventa social: un incontro ad Aosta

volontariatosocial vdaLe esperienze e le buone pratiche nell’utilizzo dei social network (Twitter, Facebook, ed altri) di alcune associazioni valdostane saranno protagoniste dell’incontro dal titolo “Quando il volontariato diventa social”, che si terrà venerdì 1 febbraio 2013 alle ore 17 presso la sede del CSV ad Aosta, in Via Xavier de Maistre 19.

A introdurre e a moderare la serata sarà Fabio Molino, coordinatore del CSV, cui seguiranno gli interventi e le esperienze sul tema della serata ad opera di alcune realtà associative. Tra questi Rosario Mele, presidente Fidas Valle d’Aosta, Romual Desandré, responsabile della comunicazione della Federazione regionale dei volontari del Soccorso, , Rossana Ruggieri presidente di Agape (Associazione Genitori Adottivi Per Esempio), Anna Maria Minuzzo Vice presidente Aism e Nathalie Grange, giornalista e consulente CSV.

Ospite dell’appuntamento il presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris, che  promuoverà la conoscenza e l’uso da parte delle associazione dei principali social media, strumenti gratuiti che possono affiancare i tradizionali mezzi già impiegati dal volontariato per diffondere i messaggi di solidarietà e le iniziative organizzate sul territorio.

 

 

La FIDAS Basilicata festeggia i risultati 2012

Con 4.580 sacche di sangue e plasma raccolti al 31 dicembre 2012 (+ 13,50%) la FIDAS Basilicata raddoppia gli obiettivi programmati per il 2012 e si ritiene molto soddisfatta per come questi risultati siano arrivati.
Dai primi passi nel 1994 con soli 3 Comuni dell’intera regione (Matera, Grassano, Tridosa), la FIDAS Basilicata può oggi contare su donatori presentin in 27 Comuni per altrettante sezioni (15 in provincia di Matera e 12 in provincia di Potenza) e 10 gruppi associati. Se oggi si sono raggiunti questi obiettivi il merito va, innanzitutto, al popolo lucano che, nonostante le difficoltà, si è sempre dimostrato benevolo e attento ad aiutare il prossimo; poi a ciascuna sezione e a tutti coloro che si sono impegnati quotidianamente con dedizione e voglia di fare per raggiungere i risultati odierni.
Nel 2012 le donazioni di sangue intero sono state 3.737, con un aumento del 5,8% rispetto all’anno 2011, ma particolarmente significativi sono i dati riguardanti la donazione del plasma: 843 contro i 593 del 2011, con un aumento del 66% rispetto all’anno precedente, dovuto alla meticolosa programmazione che ha permesso il recupero di molti donatori, soprattutto donne. Un ulteriore impulso sarà dato per il 2013 per raggiungere obiettivi che consentano alla Sanità lucana di essere autosufficiente anche in questo settore.
Numerose le prime donazioni (443), soprattutto di giovani e donne, grazie al lavoro svolto nelle scuole e in rete con altre realtà associative non strettamente connesse al dono del sangue.
Davvero un grande risultato quello del 2012 per la FIDAS Basilicata che, anche per questo nuovo anno, è decisa ad impegnarsi nel portare avanti i suoi obiettivi per sorprendere ancora una volta e dimostrare che con la partecipazione e la volontà di ognuno si possono raggiungere grandi risultati. Sono state programmate 233 giornate di raccolta (70 di plasma) che consentiranno di migliorare i risultati già buoni del 2012. Particolare attenzione sarà posta nei mesi estivi, periodo notoriamente critico per la raccolta di sangue. Per questo sarà organizzata un’opportuna campagna di informazione e sensibilizzazione.
“Un vivo ringraziamento a tutti i dirigenti e Presidenti di sezione per lo straordinario lavoro svolto sul territorio che ha permesso di conseguire questi importanti risultati”, ha commentato il Presidente regionale Paolo ETTORRE, “frutto di una capillare programmazione e di un lavoro di squadra che dura, ormai, da diversi anni e che ci consente di guardare al futuro con ottimismo. Tanti i nuovi donatori che apprezzano le attività messe in campo dalla FIDAS. A loro e a tutti di donatori FIDAS va il nostro plauso per questo gesto di grande valore sociale”.

I dati FIDAS Basilicata del 2012

Donne nel volontariato: un convegno con la FIDAS Matera

La FIDAS Matera, in collaborazione con il Comune di Matera, organizza il convegno “Donne nel Volontariato – Storie, valori e ruoli in rosa: una questione di pari opportunità”.
L’appuntamento è per domenica 20 gennaio, alle ore 10:00, presso il Salone Parrocchiale di Maria Madre della Chiesa, nel Rione Serra Rifusa; sarà un’occasione di reciproco confronto tra le esperienze di donne già impegnate nel volontariato e di sicuro stimolo per tutti coloro che intendono apportare il loro personale contributo in questo settore.
Scarica il manifesto.

Una nuova autoemoteca per la FIDAS Caltanissetta

Sarà inaugurata sabato 19 gennaio la nuova Autoemoteca della FIDAS Caltanissetta all’interno di una grande manifestazione che unisce solidarietà, sport e legalità.
Il mezzo, acquistato con i soldi del 5X1000, che dal 2005 l’Associazione ha messo da parte per questo grande obiettivo, servirà a poter affrontare al meglio la pianificazione e la realizzazione delle raccolte esterne di sangue soprattutto nei 12 gruppi comunali che afferiscono alla FIDAS nella Provincia.
Sono circa 1.000 le donazione raccolte annualmente nella provincia che insieme a quelle raccolte presso il Centro Fisso di viale della Regione, consente alla FIDAS di poter contribuire a circa il 70% del fabbisogno annuale del nosocomio nisseno arrivando a circa 4.300 unità di sangue all’anno.
Era il lontano 2005 – dichiara il Presidente della Fidas CL Roberto Bonasera – quando con l’allora presidente dott. Giuseppe Mastrosimone si scelse di destinare il ricavato della raccolta del 5×1000 per un grande progetto, ovvero l’acquisto di una nuova e moderna autoemoteca. I motivi erano già allora chiari, il cambiamento del sistema trasfusionale avrebbe di li a poco rivoluzionato il modo di fare raccolta del sangue fuori dal nostro centro di viale della Regione: sono passati 8 anni, 3 consigli direttivi e tre presidenti… nel frattempo le nuove normative impongono entro la fine dell’anno nuove vincoli per la tutela della donazione che di fatto hanno reso il possesso di una autoemoteca nuova, una necessità soprattutto per le raccolte esterne nella provincia. Tutti coloro che mi hanno preceduto alla guida della Fidas Caltanissetta mi hanno sempre raccontato con orgoglio quanto era eccezionale vedere la nostra vecchia autoemoteca in giro per la città a dare speranza alle persone bisognose. Da questo mese finalmente si è concretizzato un grande obiettivo perseguito con entusiasmo e determinazione: è doveroso ringraziare quindi tutti i cittadini che hanno voluto credere con noi in questo progetto e chi mi mi ha preceduto per aver avuto la lungimiranza di leggere i tempi e avviare questa iniziativa; grazie, grazie a nome della Fidas Caltanissetta!
La manifestazione celebrativa, grazie al coinvolgimento della Nazionale Basket Magistrati e del Procuratore Sergio Lari che ha voluto da subito supportare e promuovere questa iniziativa, vuole essere anche un’occasione per ribadire i sani principi della Legalità sui quali la nostra società deve sforzarsi sempre maggiormente di educare le nuove generazioni, nuove generazioni rappresentate dai giovani dell’Invicta e della New Play Basket che apriranno la manifestazione con una sfida all’insegna del divertimento e dei sani valori dello sport.
Appuntamento sabato 19 gennaio al Palacannizzaro, in Contrada Pian del Lago, Caltanissetta.
Scarica il manifesto
 

L’unione fa la forza: la FIDAS a Radio24

radio24_logoL’unione fa la forza: così ha esordito l’appuntamento odierno di “Essere e benessere”, il programma di Radio 24 riservato ai temi della salute e del benessere. Al centro della puntata il volontariato e il tempo speso per gli altri. Tra gli ospiti anche il presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris.

Per riascoltare la trasmissione clicca qui.
http://www.radio24.ilsole24ore.com/main.php?dirprog=Essere%20e%20Benessere&articolo=unione-scienza-felicita-gruppo-donatore-sangue-solidarieta-volontariato