Oltre 140 chilometri per vincere la medaglia della solidarietà. On line il servizio di RAI 3

aaafinaleDuecentosessantacinque partecipanti provenienti da diverse parti d’Italia hanno percorso 2811,5 vasche per un totale di 140,575 chilometri. Sono questi i numeri di un’edizione straordinaria della 24 Ore del donatore svoltasi all’interno delle Terme di Giunone, nel comune di Caldiero (VR).
“Mi sento di ringraziare tutti, soprattutto chi ha affrontato i turni più difficili, chi ha nuotato sotto una pioggia scrosciante, per far sì che la staffetta non si fermasse mai – ha affermato Massimiliano Bonifacio, presidente della FIDAS Verona – come non deve mai fermarsi la disponibilità di sangue per i pazienti e i malati che necessitano delle terapie trasfusionali”.  

A concludere la staffetta tre atleti amici della FIDAS provenienti da diverse discipline: il ciclista Andrea Guardini, l’ultramaratoneta Marco Mazzi e il campione di nuoto Niccolò Maschi. 
Al termine della manifestazione i ringraziamenti a Giovanni Molinaroli, sindaco di Caldiero, a Marcello Lovato, presidente dell’azienda Terme di Caldiero, ai testimonial e a tutti i donatori, ai volontari, e a tutti coloro che hanno reso possibile quest’evento. 
“Con la 24 ore del donatore – ha concluso il presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris – si portano a termine le manifestazioni estive di FIDAS nazionale che con il claim hanno inteso sottolineare l’importanza di promuovere e diffondere la cultura della donazione del sangue e la necessità di garantire in ogni periodo dell’anno l’indispensabile e insostituibile presidio terapeutico di emocomponenti e medicinali plasmaderivati”.
Al link http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-05f7478a-fe70-431e-8389-edb98b3f6dea-tgr.html#p=0 è possibile rivedere il servizio realizzato da TG3 Veneto ed andato in onda domenica 26 agosto alle 19.30.

Al via la 24 Ore del Donatore

img_0275Si chiamano Bruno, Petra e Giovanni: sono i tre giovani che hanno dato il via alle ore 16.00 alla 24 Ore del Donatore di Caldiero. Nelle prossime 24 ore quasi trecento volontari, donatori di sangue e simpatizzanti della FIDAS si alterneranno nelle corsie della piscina olimpionica delle Terme di Caldiero (VR) per ricordare che il bisogno di sangue non si ferma mai.

A dare il via alla manifestazione i Giovani FIDAS guidati dal coordinatore nazionale Matteo Benci, l’organizer dell’evento Nicola Martelletto e il presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris che ha ribadito: “L’entusiasmo che si respira in questa giornata, è il frutto dell’impegno continuativo e responsabile dei donatori di sangue FIDAS che attraverso questa manifestazione intendono sottolineare l’importanza di una terapia trasfusionale disponibile e sicura per tutti i cittadini che ne hanno bisogno”.

Un braccio per donare, due bracciate per unire: presentata la 24 Ore del Donatore

img_0214Nell’elegante cornice della Sala Rossa della Provincia di Verona, si è svolta questa mattina la conferenza stampa di presentazione della 5° edizione della 24 Ore del donatore. A presentare il prossimo appuntamento FIDAS che si svolgerà a Caldiero (VR) il 25 e 26 agosto, l’assessore alle politiche per il volontariato e le politiche giovanili della Provincia di Verona Marco Luciani che ha voluto sottolineare l’importanza della donazione del sangue in particolare nel periodo estivo a causa dell’aumento di traumi e incidenti.
“La 24 Ore del donatore prevede una staffetta ininterrotta in acqua – ha ricordato Il Presidente della FIDAS provinciale Verona Massimiliano Bonifacio – come ininterrotto è il bisogno di sangue che prevede che tutti responsabilmente garantiscano l’autosufficienza di sangue ed emoderivati, dandosi il cambio in questo gesto di solidarietà”.

A testimoniare il legame fondamentale tra la donazione di sangue e sport, due atleti scaligeri che hanno raccolto successi in diverse discipline: Marco Mazzi recentemente ha partecipato alla Badwater Ultramarathon in California, che con i suoi 220 km in condizioni estreme è la corsa più difficile al mondo, e il nuotatore Niccolò Maschi, campione italiano 2012 nei 200 metri sottopassi, che proprio a Caldiero ha fatto le sue prime bracciate. Entrambi saranno in acqua per ricordare il legame inscindibile tra sport, stile di vita sano e solidarietà.

“Ad oggi sono oltre 250 gli iscritti alla manifestazione – ha sottolineato Nicola Martelletto, presidente della FIDAS di Colognola ai Colli e organizer dell’evento – ma ci aspettiamo di raggiungere quota 300. Si tratta di un ottimo risultato per un evento nato cinque anni fa per i donatori della provincia di Verona e che quest’anno vedrà accorrere volontari da tutta Italia”.

Appuntamento alle ore 16.00 di sabato 25 agosto, per ricordare insieme che il bisogno di sangue non si ferma mai.

La FIDAS a UNO MATTINA Estate

logounomattinaestateMartedì 21 agosto Uno Mattina Estate, il programma mattutino di Rai 1 condotto da Gerardo Greco e Benedetta Rinaldi, affronterà il tema della donazione di sangue. Ospiti della trasmissione il presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris e il Consigliere nazionale Massimiliano Bonifacio per fare il punto sulle iniziative estive della FIDAS per la sensibilizzazione al dono del sangue con una particolare attenzione all’imminente appuntamento della 24 Ore del donatore che si svolgerà a Caldiero (VR) il 25 e 26 agosto.

La FIDAS Basilicata promuove corretti stili di vita

E’ stata molto seguita la festa del Volontariato organizzata dalla FIDAS a Metaponto di martedì 7 agosto scorso, a cui sta a cuore l’educazione ai corretti stili di vita. Merito del tema trattato che, seppur difficile, ha carpito l’attenzione della comunità metapontina.
L’argomento dal titolo “Turista per sempre … e perdente” è stato molto apprezzato dall’Amministrazione comunale di Bernalda che, attraverso l’Assessore alle Politiche sociali Loredana D’Urso, ha sottolineato l’importanza del volontariato presente nel tessuto sociale della comunità sempre pronto a interagire per dare risposte alle problematiche esistenti. L’evento è stato moderato dal presidente regionale FIDAS Paolo Ettorre, che ha messo in risalto il ruolo del volontariato nella lotta alle dipendenze di qualsiasi genere, ha affrontato la spinosa questione dell’abuso del gioco, ed ha visto protagonisti gli esperti della problematica ed alcune testimonianze di chi tenta di uscire da questa nuova, ma molto diffusa, forma di dipendenza.

Lunedì 20 la Conferenza Stampa di presentazione della 24Ore

24oredeldonatoreLunedì 20 agosto, presso la Sala Rossa del palazzo della Provincia di Verona, si terrà la conferenza stampa di presentazione della 5° edizione della 24 Ore del donatore.
A presentare l’evento che si svolgerà a Caldiero (VR) il 25 e 26 agosto, il Presidente della FIDAS provinciale Verona Massimiliano Bonifacio, l’assessore alle politiche per l’istruzione, edilizia scolastica, politiche della famiglia, volontariato e politiche giovanili della Provincia di Verona Marco Luciani, il Presidente dell’Azienda Speciale Terme di Giunone di Caldiero Marcello Lovato, l’organizer della manifestazione Nicola Martelletto e il coordinatore delle attività FIDAS della zona di Verona Est Lorenzo Aldigheri.  

Accanto a loro gli atleti Marco Mazzi, testimonial della FIDAS Verona che recentemente ha partecipato alla Badwater Ultramarathon in California e il nuotatore Niccolò Maschi, campione italiano 2012 nei 200 metri sottopassi.
La 24 Ore del donatore, staffetta a nuoto che prenderà il via alle ore 16.00 di sabato 25 agosto per concludersi alla stessa ora di domenica 26, è un appuntamento nato per ricordare che il bisogno di sangue non si ferma mia, soprattutto l’estate caratterizzata dall’emergenza in diverse regioni d’Italia. Attesi donatori da tutto lo stivale con l’obiettivo di superare le presenze delle edizioni precedenti: 220 partecipanti nel 2011 che hanno percorso 2657 vasche per un totale di 133 chilometri.