Traversata della Solidarietà: conclusa la conferenza stampa di presentazione

DSC_1781_300_x_199Si è svolta all’Hotel Regent di Catona (Reggio Calabria) la conferenza stampa di presentazione della V Traversata della Solidarietà organizzata dalla FIDAS, Federazione Italiana Associazioni donatori di sangue. La Traversata è il grande evento del programma di rete “Legami di SANGUE ed EMOzioni” ideato da 14 Associazioni FIDAS del Mezzogiorno d’Italia, sostenuto dalla Fondazione con il Sud.

Rientra a pieno titolo nei grandi eventi italiani dell’Anno Europeo del Volontariato ed ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, del Centro Nazionale Sangue, della Polizia di Stato, della Regione Calabria, dei Comuni di Reggio Calabria e Villa San Giovanni. Un evento reso possibile grazie alla collaborazione della Lega navale italiana, delle Capitanerie di porto di Messina e Reggio Calabria, del Centro nuoto Sub Villa e della Coldiretti Calabria.

A fare gli onori di casa, il presidente dell’ADSPEM-FIDAS Reggio Calabria, Caterina Filippone Muscatello, il vicepresidente nazionale FIDAS, Antonio Bronzino, il presidente della FIDAS Calabria, Saverio Mannino. Unanime il ringraziamento ai volontari dell’ADSPEM che si sono prodigati per l’organizzazione dell’evento che prenderà il via oggi pomeriggio, con i tornei di beach volley e beach soccer, e si concluderà con la staffetta a nuoto nello Stretto nella mattinata di domenica 31.

“Le regioni del Sud, fanalino di coda nella donazione del sangue, nonostante l’endemica necessità legata alla grande presenza di talassemici e pazienti emopatici sono chiamate a voltare pagina, per far sì che chi ha bisogno di sangue possa soddisfare le proprie necessità senza dover attendere la storica sussidiarietà garantita nel passato dalle regioni del nord”, ha affermato il vice presidente Bronzino .

La manifestazione, nata per sensibilizzare al dono del sangue il Mezzogiorno d’Italia, rivolge un particolare invito, soprattutto, ai giovani e alle donne, oggi ampiamente rappresentate da tre testimonial di eccezione della FIDAS: Giusy Versace, Roberta Cogliandro e Martina Grimaldi, che rappresentano tre volti diversi dello sport, dell’impegno sociale e dell’universo femminile.

La “terronissima” Giusy Versace, come lei stessa ama definirsi, è la madrina dei Tornei Giovani FIDAS di beach volley e beach soccer in programma venerdì 29 e sabato 30 luglio al Lido “Reitano” di Catona (RC). Giusy, in seguito ad un incidente automobilistico, ha subito l’amputazione degli arti inferiori e per una sfida con se stessa e con gli altri, ha cominciato a correre con le protesi, guadagnandosi l’appellativo di “Pistorius italiana”. Il 2 luglio ha confermato il primato italiano a Padova e il 22 luglio scorso in Germania ha portato a casa il nuovo record europeo nei 100 metri con il tempo di 16’’ e 18. 

La giovanissima Roberta Cogliandro è la madrina della Staffetta a nuoto dello Stretto di Messina che si svolgerà domenica 31, con partenza da Punta Faro (ME) ed arrivo a Cannitello (Villa San Giovanni). Roberta, costretta all’uso della carrozzina a causa di una caduta, ha trovato una nuova vita nell’acqua, conquistando la medaglia d’oro nei 50 metri stile libero ai Campionati Italiani Estivi FINP di Bari, fermando il cronometro a 40” 24, tempo che vale il record Italiano assoluto.

Due donne belle e generose, rinate grazie allo sport, consapevoli che i limiti sono negli occhi di chi ci guarda, che le gambe non sono tutto, che con il cuore e la grinta si va molto più lontano. Due atlete con un altro grande obiettivo da raggiungere: le Paraolimpiadi di Londra del 2012.

Martina Grimaldi
è la testimonial, insieme a Simone Ercoli, degli spot audio e video della campagna sociale della FIDAS per l’estate 2011. Martina, bolognese classe ‘88, è atleta del gruppo sportivo Fiamme Oro di Napoli della Polizia di Stato, disciplina nuoto gran fondo. Già medaglia d’oro ai mondiali di Roberval 2010 nella gara dei 10 km, raggiunge Reggio Calabria direttamente dai mondiali di nuoto di Shanghai, da dove ha portato a casa uno splendido argento sulla distanza di 10 km di nuoto in acque libere. Anche per lei in programma le olimpiadi londinesi del 2012.

Insieme alle tre regine, altri 5 grandi atleti delle Fiamme Oro di Napoli, tutti specialisti nel nuoto gran fondo. Fabiana LAMBERTI, Andrea BONDANINI, Pietro BONANNO, Piergiorgio GAGLIOTTI, e Simone ERCOLI, tutti agenti della Polizia di Stato, faranno tutta la traversata di 3.2 km, mentre i quaranta donatori-nuotatori FIDAS si daranno la staffetta, accompagnati da barche d’appoggio.

Tre regine e atleti generosi che allungano il braccio per la FIDAS e che hanno aderito con gioia alla Traversata della Solidarietà per offrire una testimonianza di impegno e senso civico.

Alla conferenza stampa è intervenuto anche il dott. Giuseppe Pizzonia, vice questore aggiunto e Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della questura di Reggio Calabria, il quale ha assicurato il massimo supporto per la buona riuscita della manifestazione, sottolineando il legame tra la Polizia di Stato e l’ADSPEM, che si spinge ben oltre il contributo dato nelle manifestazioni considerando la disponibilità degli agenti della polizia al dono del sangue.

 

La FIDAS torna su RAI 1 con Lineablu

RaiUno_150_x_92La FIDAS torna su RAI 1 con il programma “Lineablu”, ma non come anticipato il 30 luglio, bensì nella puntata del 13 agosto. Il “TG del mare” della trasmissione condotta da Donatella Bianchi e Fabrizio Gatta, parlerà, infatti, della Traversata della Solidarietà 2011, raccontando i temi della manifestazione svolta il 31 luglio nelle acque dello Stretto di Messina.

Volontariato in festa a Brienza

Una giornata che rimarrà scolpita nella memoria degli oltre mille volontari che hanno partecipato all’annuale festa dei donatori e volontari lucani organizzata dalla FIDAS BASILICATA – Associazione Donatori Sangue – insieme alla sezione Fidas, all’amministrazione comunale, alla polizia municipale, alla Protezione Civile Gruppo Lucano ed agli ausiliari del traffico della città burgentina.

Una giornata speciale che ha preso il via con il raduno dei donatori e volontari al Santuario del SS. Crocifisso e con la celebrazione liturgica di Don Beniamino Cirone. Particolarmente suggestivo il momento della benedizione della targa-scultura realizzata dall’artista e dirigente in FIDAS Brienza Carmine Pepe a memoria della recente dedicazione del Santuario a Tempio  speciale dei donatori di sangue e volontari.

Accanto ai responsabili associativi delle 23 sezioni comunali della FIDAS Basilicata e dei gruppi strutturati di donatori FIDAS di Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Penitenziaria, Vigili del Fuoco, anche i fratelli di sangue Franco Ianiri, presidente FIDAS Molise, Salvatore D’Orta, presidente Fidas Partenopea, Michele Tenace, presidente FIDAS Dauna.

Tante anche le rappresentanze di fratelli e sorelle di dono che operano in Associazioni di Volontariato che lasciano nelle nostre comunità segni tangibili e esempi concreti di cittadinanza attiva. Nell’edizione 2011 della Festa regionale, il direttivo della FIDAS Basilicata ha inteso tributare il riconoscimento speciale “Con FIDAS in rete” a tre persone da imitare. A  Rosa Viola, presidente doMos BASILICATA “Francesca Lombardi” per la tenacia con cui sensibilizza alla donazione di midollo osseo nei centotrentuno campanili della regione. A Marisa Di Pierro, presidente IRIS BASILICATA PRC/OG Onlus, per i tanti progetti innovativi finalizzati a garantire alle giovani donne lucane le opportunità di prevenzione dai principali tumori femminili. A Reinaldo FIGUEREDO PLANCHART presidente onorario Protezione Civile Gruppo Lucano, per il carisma, la professionalità e competenza con le quali affronta i grandi temi dello sviluppo con progresso nelle nostre comunità.

Dopo una bella cena conviviale, i donatori e volontari hanno lasciato il Santuario per sfilare con i gonfaloni per le vie del centro storico di Brienza e raggiungere, poi, la centrale piazza Marconi. Sul palco allestito le premiazioni alle famiglie di donatori in Fidas ed un ringraziamento speciale con le targhe “Tam Tam Fidas 2011” ai media lucani che amplificano la voce del volontariato. Premiata nella sezione stampa quotidiana la redazione de La Nuova del Sud. Nella sezione televisioni locali, la redazione di TRM- radiotelevisione del Mezzogiorno. Per i webzine il portale www.sassilive.it, per la capacità di comunicare sul web una Matera sempre più viva e dinamica. Per l’editoria free press e radio, le redazioni del Gruppo Editoriale Lucano.

A ritirare le targhe Michele Capolupo, direttore responsabile di www.sassilive.it e Michele Vignola, responsabile delle relazioni esterne del Gruppo Editoriale Lucano. A premiarli, rispettivamente, Francesco Salvatore, presidente FIDAS Matera e Raffaele Marasco, presidente FIDAS Brienza.

Qui poi la famiglia dei donatori in FIDAS ha abbracciato la famiglia Collazzo per la prematura scomparsa di Giuseppe, insieme a Don Beniamino Cirone, al primo cittadino Pasquale Scelzo ed all’assessore alle politiche sociali Raffele Collazzo. La corale polifonica Polimnia di Grassano ha dedicato a Giuseppe uno speciale saluto in musica.

 

 

Ai nastri di partenza la Traversata della Solidarietà. Testimonial d’eccezione al fianco della FIDAS

New_Picture_11_300_x_150Tornei in spiaggia a Catona di beach volley e beach soccer il 29 e 30 luglio. Staffetta a nuoto dello Stretto di Messina da Punta Faro a Cannitello il 31 luglio. Oltre 200 giovani donatori sportivi della famiglia FIDAS– Federazione Italiana Associazioni Donatori Sangue-, provenienti da tutta Italia nuovamente insieme per diffondere, in maniera corale, la cultura della donazione del sangue e della solidarietà, soprattutto tra i giovani del Mezzogiorno.

Scarica il video dello spot!

Una manifestazione che coniuga lo sport al mondo del volontariato: mondi che condividono stile di vita sano, serietà e impegno quotidiano.

Si ritroveranno in tanti  sulla spiaggia di Catona (Reggio Calabria) e sulle rive dello stretto di Messina, sfidando il caldo e le onde del mare per dar vita alla “Traversata della solidarietà”. Per ricordare, ancora una volta, ai tanti distratti che l’estate rappresenta uno dei momenti più critici nella raccolta del sangue.

La Traversata della Solidarietà ed. 2011, il cui claim è un braccio per Donare, due bracciate per Unire, avrà dei testimonial d’eccezione. Due atlete speciali: Roberta Cogliandro e Giusy Versace, ragazze reggine che mietono successi in attività agonistiche paraolimpiche ed una rappresentanza di 6 atleti delle Fiamme Oro di Napoli, settore Nuoto Gran Fondo. Tra questi, Martina Grimaldi, già medaglia d’oro ai mondiali di Roberval nella gara dei 10 km e di ritorno da uno splendido argento conquistato ai recenti mondiali di Shanghai sempre nei 10 km e Simone Ercoli, argento agli Europei di Budapest sempre sulla distanza dei 10 km di nuoto in acque libere.

Martina Grimaldi e Simone Ercoli, agenti della Polizia di Stato, sono anche i testimonial  della campagna di comunicazione estiva radio e tv “Ogni donatore FIDAS, Gareggia per la Vita!”, presentata in anteprima a Roma il 12 luglio del Tour Europeo del Volontariato e già on air su oltre 100 emittenti locali del Mezzogiorno. (su youtube lo spot video da 30”).

 

Una manifestazione del programma di rete “Legami di SANGUE ed EMOzioni” ideato da 14 Associazioni Donatori Sangue FIDAS del Mezzogiorno d’Italia e finanziato dalla Fondazione con il Sud, che ha già ricevuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, della Polizia di Stato, della Regione Calabria, dei Comuni di Reggio Calabria e Villa San Giovanni e del Centro Nazionale Sangue e che rientra a pieno titolo nei grandi eventi italiani dell’Anno Europeo del Volontariato.

A Radio 24 si parla di donazione di sangue

Domani 22 luglio a “Essere e Benessere”, programma quotidiano di salute di Radio 24, si parla di donazione di sangue. Ci sono tante buone ragioni per diventare donatori, prima tra tutte che con un semplice gesto si possono salvare delle vite. Dalle 11 alle 12 in diretta con Nicoletta Carbone l’intervento degli ascoltatori e dei volontari che potranno dare voce alle loro storie.

Interverranno al programma Giuliano Grazzini, direttore del Centro nazionale del sangue, Vincenzo Saturni, responsabile medico dell’AVIS (Associazioni Volontari Italiani Sangue), Aldo Ozino Caligaris, Presidente FIDAS (Federazione italiana Associazioni donatori di sangue) e Andrea Bacigalupo, primario Ematologia e Trapianto, ospedale San Martino, Genova.

Per intervenire in diretta numero verde 800.24.00.24 e per ascoltare la trasmissione http://www.radio24.ilsole24ore.com/frequenze.php

CNS: ulteriori indicazioni per la sorveglianza e la prevenzione dell’infezione da WNV

In merito alla prevenzione della trasmissione trasfusionale dell’infezione da WNV, il CNS raccomanda di rappresentare a Servizi Trasfusionali e alle Unità di Raccolta operanti nelle rispettive aree regionali l’importanza di rafforzare le indagini anamnestiche sui donatori di sangue relative ai viaggi in Canada, Stati Uniti, Romania, Ungheria, Russia e Grecia limitatamente alla Macedonia; e la presenza di sintomi simil influenzali (anche modesti) in atto o pregressi.

Nell’area riservata, all’interno della sezione Documenti, è stata inserita la nota in oggetto del CNS e la circolare del Ministero della Salute sulla sorveglianza dei casi umani delle malattie trasmesse dai vettori

Brienza: festa dei donatori e dei volontari nel santuario del SS Crocifisso

La FIDAS Basilicata invita a festa le decine di migliaia di donatori e volontari lucani che rendono le nostre comunità ed i nostri ospedali più vivibili e solidali. L’appuntamento annuale è in programma a Brienza (PZ) sabato 23 luglio a partire dalle 16.00.

LA_FIDAS_BRIENZA_GUIDATA_DA_RAFFAELE_MARASCO_ORGANIZZA__LA_FESTA_REGIONALE_DEI_DONATORI_E_DEI_VOLONTARI_800x600_300_x_199La FIDAS Basilicata invita a festa le decine di migliaia di donatori e volontari lucani che rendono le nostre comunità ed i nostri ospedali più vivibili e solidali. L’appuntamento annuale è in programma a Brienza (PZ) sabato 23 luglio a partire dalle 16.00.

Il luogo è speciale. Il Santuario del SS. Crocifisso, che domina la Valle del Melandro, eretto a Santuario Speciale dei Donatori di Sangue e dei Volontari, con decreto di Mons. Agostino Superbo del 15 giugno scorso.

Sarà proprio l’Arcivescovo di Potenza, Muro Lucano e Marsico Nuovo, coadiuvato da Don Beniamino Cirone e da tanti parroci donatori in FIDAS, a salutare e  ringraziare coloro che con senso di responsabilità e grande amore per il prossimo operano in maniera silenziosa nelle tante Associazioni di Volontariato di Basilicata. Attesi in oltre mille da ogni angolo della Regione e già confermata la partecipazione dei fratelli di sangue di Fidas Partenopea, Fidas Dauna e Fidas Molise.

Da oltre due mesi la macchina organizzativa si è messa in moto per garantire una calda accoglienza ai volontari e donatori lucani che prenderanno parte alla festa grande. Impegnati notte e giorno i responsabili associativi Raffaele Marasco, Giuseppe Palladino, Raffale di Mare, Carmine Pepe e Pasquale Palladino insieme a tanti donatori della Fidas Brienza e ai volontari della locale sezione del Gruppo Lucano di Protezione Civile, sostenuti dall’amministrazione comunale della cittadina burgentina.

Punteggiata dalla corale polifonica Polimnia di Grassano, la festa si aprirà con la messa e la benedizione dei donatori di sangue, organi, tessuti, cordone ombelicale e dei volontari di tante associazioni di malati, di protezione civile, di rappresentanti della cooperazione sociale.

Insieme alla FIDAS Basilicata nuovamente a Brienza per la festa corale alcune delegazioni ufficiali di volontari lucani in ACAT, ACLI, AEOP, AIDO, AIL, ALAN FAND, AVES, DOMOS, IRIS, Gigi Ghirotti, LIBERALIA, LIBANITALY e cooperatori sociali di Federsolidarietà e della cooperativa la Mimosa. Attese altre conferme di Odv con cui da anni la Fidas collabora per promuovere nei 131 campanili della Basilicata , salute, corretti stili di vita e cittadinanza attiva.

La festa si sposterà poi nel centro storico di Brienza dove alle 21.00 nella centrale piazza Matteotti è prevista la cerimonia di premiazione. Istituiti i premi speciali: “Tam Tam FIDAS”  per gli operatori dell’informazione che danno risonanza alle attività di sensibilizzazione alla cultura del dono del sangue e della cittadinanza attiva in Basilicata; “FIDAS in Rete””  premio alle associazioni con cui si collabora sul territorio.

La FIDAS al Tour europeo del volontariato

5_229_x_300Nell’Anno Europeo delle Attività di Volontariato che promuovono la Cittadinanza Attiva, la  FIDAS ha partecipato alla quattro giorni della tappa italiana del tour europeo del Volontariato, tenutosi a Roma dall’11 al 14 luglio presso il comprensorio dell’Ospedale San Giovanni dell’Addolorata in piazza San Giovanni in Laterano.

In tale occasione, ha presentato in anteprima nazionale la campagna di comunicazione sociale “Ogni donatore FIDAS gareggia per la vita”, trasmessa dal 15 luglio al 15 settembre da oltre 100 emittenti radio-televisive di Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna, Campania e Lazio.

Al Tour, organizzato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale Volontariato, Associazionismo e Formazioni sociali, in collaborazione con l´Osservatorio Nazionale per il Volontariato e con la segreteria tecnica area Europa-Mediterraneo del CSVnet, la FIDAS ha inteso contribuire con l’allestimento di uno stand associativo a cura della FIDAS Lazio e del Gruppo Giovani, l’intervento del presidente nazionale Aldo Ozino Calligaris alla tavola rotonda sul tema “Salute e Ben-Essere”, la presentazione del progetto “Legami di Sangue ed emozioni” portato avanti da 14 federate del Mezzogiorno con il sostegno finanziario della Fondazione con il Sud.

Al workshop “il Volontariato sul campo si racconta e di confronta”, moderato da Danilo Festa, direttore generale Volontariato del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, sono intervenuti Antonio Bronzino, vicepresidente nazionale FIDAS e responsabile del progetto della rete tra le 14 associazioni del Sud, Paola Saraceno della FIDAS Basilicata, coordinatrice del gruppo di lavoro interassociativo sulla comunicazione e Pierfrancesco Cogliandro dell’ADSPEM FIDAS Reggio Calabria.

“L’autosufficienza nazionale di sangue
è un obiettivo dinamico che il volontariato organizzato del sangue deve perseguire con costanza, continuità ed attenzione per consentire, al Sistema Sanitario nel suo complesso, di assicurare quotidianamente ai pazienti, con il più alto standard di sicurezza possibile, sacche di sangue da trasfondere e farmaci derivati da plasma necessari alla cura di tante emopatie e altre malattie”. Questo l’incipit di Antonio Bronzino che ha poi illustrato la missione della FIDAS e le finalità del progetto “Legami di Sangue ed Emozioni” .

In una staffetta ideale, poi, Paola Saraceno ha presentato le quattro EMO-azioni del programma di rete. “La costruzione ed implementazione della piattaforma informatica interassociativa con lo sviluppo del software di gestione donatori; i sei workshop formativi sulla medicina della solidarietà che prenderanno il via il 17 settembre prossimo a San Giovanni Rotondo; l’evento “La traversata della Solidarietà in programma a Reggio Calabria dal 29 al 31 luglio prossimo e l’ideazione ed il lancio della campagna di comunicazione sociale per l’estate 2011 – ha detto – sono le quattro azioni che in maniera corale stiamo portando avanti”.

“Emo-azioni – ha aggiunto – che ci auspichiamo dimostrino piena efficacia al termine del progetto. Efficacia misurata dall’incremento  di nuovi donatori, soprattutto giovani, all’interno delle federate del Mezzogiorno, dal rafforzamento delle relazioni e dalla crescita, data dal migliorare facendo insieme, dei 50 responsabili associativi FIDAS che, per la prima volta, stanno lavorando in rete fianco a fianco”.