Anche Martina Grimaldi e Simone Ercoli “allungano” il braccio per la FIDAS

DSC_0980_300_x_196Le braccia sono soliti allungarle per chilometri in acqua, ma da oggi Martina Grimaldi e Simone Ercoli, campioni delle Fiamme Oro Napoli nel Nuoto Gran Fondo, le allungheranno anche per la vita, come testimonial FIDAS nella campagna estiva di invito al dono del sangue.

I due campioni di nuoto, lei oro ai mondiali di Roverbal del 2010 nei 10 Km, e argento, sulla stessa distanza, ai mondiali in corso a Shanghai; lui argento agli Europei di Budapest dello stesso anno nei 5 Km, sono, infatti, i protagonisti di uno spot televisivo e radiofonico che, a breve, inizierà ad essere trasmesso dai media italiani.

Questa campagna estiva è stata promossa dalla Rete FIDAS Mezzogiorno nell’ambito del programma “Legami di SANGUE ed EMOzioni” sostenuto dalla Fondazione con il Sud.

Gioia del Colle: Facebook per trovare nuovi donatori di sangue

Gioia_del_Colle_Seminario_Comunicazione_Sindaco_Longo_Prof_Pira_Presidente_Fidas_Stea1_300_x_225“Il mondo del sociale può sfruttare questo momento di forte richiesta di partecipazione sui grandi temi che è presente nella società per costruire un percorso di relazione con le persone. I social network sono luogo di elezione delle relazioni dei digitali nativi, i donatore di sangue del domani. I volontariato e l’impegno sociale possono essere la risposta ad una ricerca di partecipazione, ma bisogna esserci, mettersi in contatto ed essere disposti a mettersi in discussione”. Lo ha detto il sociologo della comunicazione dell’Università di Udine, Francesco Pira, lo scorso sabato 18 giugno a Gioia del Colle (Bari) in occasione del

seminario di comunicazione sociale “Donare il sangue nell’era di Facebook” in occasione della Giornata Mondiale del Donatore di Sangue e nell’ambito della manifestazione “Gioia per tutti e tutti per Gioia”.

Ad aprire i lavori il sindaco Dottor Piero Longo che ha avuto parole di grande apprezzamento per il lavoro svolto sul territorio dalla Fidas Gioia esprimendo il forte rammarico di non aver messo a disposizione della sezione un locale dove poter effettuare i prelievi di sangue. A moderare il seminario ed a introdurlo la Presidente Maria Stea che ha ringraziato Pira per la presenza ribadendo anche il fatto che ormai fa parte della famiglia essendo dal 2009 Socio Onorario della Fidas gioiese.

I lavori sono stati conclusi dalla Presidente Fpds Rosita Orlandi che si è complimentata anche i tanti giovani presenti all’iniziativa.

Ritornando a quanto detto dal Professor Francesco Pira durante la sua puntuale ed articolata relazione sono stati anche commentati i dati relativi all’uso di Facebook in Italia resi noti nei giorni scorsi dal Country Manager di Facebook Italia, Luca Colombo. “Sono 19 milioni gli utenti italiani di Facebook – ha sottolineato Pira – attivi ogni mese. Ben 5 milioni accedono dal cellulare, il 54% sono uomini, il 46% donne e il 35 % degli utenti ha più di 35 anni. La tragedia di Haiti prima, il terremoto dell’Abruzzo poi, dimostrano che il passaparola su internet ha assolto una funzione centrale di mobilitazione e presa di coscienza dell’opinione pubblica, oltre che avere dato luogo ad azioni concrete come la raccolta fondi o l’organizzazione logistica e operativa. La mobilitazione sul referendum evidenzia che sulle grandi questioni la rete assolve un ruolo forte, seppur non unico”.

Pira ha anche parlato di buonsenso nell’uso di tutti i social network ponendo ai presenti alcune domande: “L’individuo è davvero protagonista? Controlliamo davvero questo spazio di relazione? Fino a che punto posso raccontare quello che mi capita sapendo che andrà oltre la pagina del mio profilo? Mi posso fidare dal mio social network?” Domande a cui si è tentato di dare delle risposte rispetto anche alle esperienze fatte soprattutto dai giovani presenti.

Nel pomeriggio i dirigenti della Fidas locale e provinciale si sono ritrovati per un laboratorio coordinato dallo stesso Pira per la realizzazione di un video che possa servire per sviluppare forme di comunicazione alternativa attraverso la rete per promuovere la donazione del sangue.

“Una giornata molto proficua – ha commentato al termine la Presidente della Fidas Gioia, Maria Stea – che ci permette di lavorare per fare quel salto di qualità nella nostra comunicazione utile ad aumentare il numero dei donatori, ma anche ad avvicinare giovani alla nostra associazione”.

 

“One nation, one donation”: anche Udine protagonista

Nata come idea arrivata “dall’alto” in quanto richiesta dalla FIDAS nazionale, e divenuta subito nostra e l’abbiamo attuata con l’impegno tipico della nostra associazione, quando si tratta di fare le cose per bene.

Ed è cosi che “la giornata mondiale del dono del sangue” ha visto quest’anno tra i protagonisti  anche la città di Udine. Sponsorizzata dal “TRIO MEDUSA” e da Radio Deejay che ha fatto da traino all’organizzazione dell’evento, questa giornata per  la nostra città è stata veramente un grande successo. L’idea di sistemare l’automoteca in centro, sulla principale via commerciale, è stata per così dire geniale: si dice che “Se la montagna non va a Maometto, è Maometto che va alla montagna”. E così è stato. Oltre ad aver raccolto nei giorni precedenti sia direttamente in segreteria AFDS che dal sito della radio nazionale un notevole numero di prenotazioni, altrettante sarebbero state le persone che, visto il nostro mezzo di raccolta mobile in città, si sono avvicinate per chiedere di donare e chiedere informazioni sul dono del sangue. Un idea che stiamo seriamente valutando di proseguire anche in altri periodi dell’anno. Dalla sua nascita, l’automoteca infatti, ha costantemente cresciuto il numero di donazioni grazie soprattutto alla sua presenza nelle scuole. E’ qui infatti che nei primi 5 mesi di quest’anno, si sono avuti il 40% dei prelievi complessivi effettuati tra i diciottenni  fuori dal centro trasfusionale.

La giornata ha visto naturalmente un cospicuo dispiegamento di forze, reperite nel gruppo “GIOVANI AFDS” con la regia di Mery e Marina e la supervisione di Carlo, Nino ed Enrico (addetto ai palloncini).  Purtroppo la pioggia ci ha messo del suo, ma a metà mattina il sole è spuntato quando ormai oltre una ventina di donatori avevano già compiuto il loro gesto, dopo il collegamento telefonico in diretta con Roma, e dopo i primi immancabili svenimenti di un paio di neo-donatrici….

I palloncini con le insegne dell’AFDS hanno invaso praticamente tutte le banche, i bar e i negozi della via. E i depliant sono stati abilmente distribuiti dalle ragazze a tutti quelli che si fermavano per chiedere informazioni o per chiedere di donare. Immancabile l’arrivo delle autorità con il presidente Peressoni e il suo vice Minisini, accompagnati dal segretario Tirelli, a salutare i donatori e dare il benvenuto ai nuovi.

La giornata operativa si è conclusa verso le 14.30 con la dott.ssa Totis e le due infermiere, Mara e Michela, stanche ma felici per la riuscita dell’evento, e il dott De Angelis pure presente, a sovrintendere alle operazioni e a fare pubbliche relazioni con gli astanti.

Il nostro mezzo mobile, grazie anche a questo tipo di progetti, va sfruttato. Il ritorno è sicuramente sostanzioso: 37 donazioni effettuate – tra le quali 6 di plasma – sono un ottimo viatico e stanno già facendo frullare nella testa dei ragazzi ulteriori possibilità di utilizzo nell’ambito di incontri, o meeting giovani, o semplicemente nelle prossime feste in programma nella nostra provincia. La strada è iniziata: all’AFDS il compito di continuare a percorrerla nella giusta direzione.

Alla fine gadget dell’AFDS e di Radio Deejay per tutti!!

 

Gioia del Colle: “Donare il sangue nell’era di facebook”

Seminario di comunicazione sociale organizzato dalla Fidas di Gioia del Colle sabato 18 giugno 2011 dalle 9,30 alle 13 presso la Scuola

I°Circolo Mazzini di Piazza Umberto I°

DONARE IL SANGUE NELL’ERA DI FACEBOOK”

Relatore il sociologo,  Francesco Pira, docente di comunicazione  relazioni pubbliche dell’Università di Udine

socio onorario della Fidas di Gioia del Colle da diversi anni.

Nel pomeriggio previsto un laboratorio per giovani dirigenti

dell’Associazione su come realizzare un video

 

Dal 2004 il 14 giugno ricorre la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue. La data è stata scelta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in quanto giorno di nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e coscopritore del fattore Rh, e per questo due volte insignito del Premio Nobel. Quest’anno ricorre la 7° giornata e la Fidas di Gioia del Colle la celebrerà dedicando una serie di iniziative per un’intera settimana .

Il 13 giugno Maria Stea, presidente della locale sezione Fidas, comincerà la sensibilizzazione nella base militare, a civili e militari, il 16 giugno si svolgerà una mattinata di donazione presso l’infermeria del 36° Stormo.

Sabato 18 giugno alle ore 9,30 la Fidas di Gioia del Colle organizzerà un seminario di comunicazione sociale per analizzare il rapporto tra mondo del volontariato e social network con particolare riferimento alla donazione del sangue.  Relatore sarà il professor Francesco Pira, sociologo, docente di comunicazione e relazioni pubbliche presso l’Università degli Studi di Udine, socio onorario della Fidas di Gioia del Colle.

La comunicazione sociale deve affrontare nuove sfide. Oggi il mezzo migliore per trovare donatori è il più popolare dei social network: Facebook. Tantissimi italiani hanno ormai un profilo sul “libro delle facce” dove intrecciano rapporti e relazioni, non soltanto di amicizia.

Per questo motivo un buon dirigente di un’Associazione di volontariato deve conoscere a fondo e sapere gestire in positivo questo grande contenitore di notizie e di opportunità di contatto.

Ad aprire i lavori, sabato 18 giugno, saranno la Presidente della Fpds-Fidas di Bari , Rosita Orlandi e la Presidente della sezione Fidas di Gioia, Maria Stea. Nel pomeriggio dalle  15,30 alle 18,30 è invece prevista un’altra iniziativa per i giovani  dell’Associazione: un laboratorio su come fare un video per incrementare la donazione del sangue.

Tutti i partecipanti porteranno le loro riflessioni che diventeranno un contenitore d’idee per realizzare un video capace di trasmettere i valori della donazione attraverso la creazione di contenuti capaci di sintetizzare l’attività della Fidas sul territorio e di renderlo gradevole attraverso una combinazione di testo, suoni, immagini e testimonianze.

I contenuti elaborati serviranno per un Video ufficiale dell’Associazione.

Il seminario rientra in un’altra iniziativa locale “Tutti per Gioia, Gioia per tutti”, che si svolgerà nei giorni 17-18-19 giugno. Si tratta di un meeting delle associazioni gioiesi allo scopo di promuovere e stimolare la comunità gioiese sui temi del volontariato e della cittadinanza attiva.

 

 

Bari: “Volontariato in piazza 2011”

A Bari, il 18 giugno, il “Volontariato scende in Piazza”. La manifestazione si svolgerà in Piazza Ferrarese dalle 18 in poi. Organizzato dal CSV San Nicola, l’evento vede coinvolta la Fidas-Fpds con i suoi giovani. Numerose sono le associazioni di volontariato che vi hanno aderito.

Quest’anno la manifestazione si svolgerà in contemporanea all’evento organizzato dalla Circoscrizione Murat, “Tutto in una notte”, ricco di spettacoli e musica.

New_Picture_13_434_x_600

CNS: indicazioni per la sorveglianza e la prevenzione della trasmissione dell’infezione da West Nile Virus

Il Centro Nazionale Sangue ha inviato una nota in cui si comunica che, sulla base dei dati epidemiologici raccolti fino ad ora, l’entità del rischio di trasmissione trasfusionale dell’infezione da Wes Nile Virus è sostanzialmente modesta. Ciò nonostante, per quanto riguarda la sorveglianza dei donatori di sangue durante la stagione estivo-invernale 2011, è stata condivisa con le autorità competenti una linea di condotta che mira a mantenere, in via precauzionale, un livello aggiuntivo di sorveglianza dei donatori di sangue, emocomponenti e cellule staminali emopoietiche residenti nelle aree maggiormente interessate dalla circolazione virale.

 

Nell’area riservata, sezione DOCUMENTI, è stata inserita la suddetta circolare del CNS datata 14 giugno 2011