Potenza: premiati i vincitori del concorso artistico

dirigenti_fidas-preside_e_alunne_300_x_243Anna Ioimo, del Liceo Artistico di Potenza, si è aggiudicata il primo premio del concorso di disegno promosso dalla FIDAS Potenza. Il concorso era stato lanciato per promuovere il dono del sangue tra i giovani. “Abbiamo scelto il liceo artistico – ha commentato Salvatore Digirolamo, referente del progetto Fidas – per avere degli elaborati fatti da persone esperte in disegno, così da poter veicolare il messaggio della donazione con gli occhi dei giovani.

Nel mese di febbraio era stato consegnato il materiale agli alunni, ieri una commissione composta dal Dirigente Scolastico dell’istituto Rosalinda Cancro, dal maestro Franco Artese e da Raffaella Lombardi, segretaria della FIDAS Potenza, ha scelto i primi tre classificati.

“Ringrazio gli alunni per aver aderito al nostro progetto, la dirigente dell’istituto, i docenti e i componenti della commissione. Per quanto riguarda gli elaborati consegnati valuteremo col direttivo sezionale come utilizzarli, anche se sono in cantiere alcune proposte, cosa certa è che valorizzeremo tutti i disegni, perché di ottima qualità e idonei alle nostre campagne promozionali”, ha proseguito Digirolamo.

“Gli elaborati visionati hanno centrato il tema e trasmettono in maniera diretta il messaggio del dono del sangue – ha spiegato Franco Artese -. Dal punto di vista grafico cromatico sono validi e si differenziano per tecniche utilizzate, pastelli, oli, matite. Quasi tutti hanno riprodotto le mani e una goccia di sangue con un chiaro riferimento all’aiuto fraterno per salvare una vita umana. Scegliere è stato veramente difficile, ma la vita è fatta di confronto e competizione e di questo i giovani studenti ne hanno una consapevolezza forse più di noi”.

“Sono onorata di avere ospitato questo concorso della FIDAS nella nostra scuola – ha commentato la dirigente dell’istituto Rosalinda Cancro. Non avevo dubbi sul risultato e sugli elaborati degli alunni, l’arte che hanno espresso mi auguro venga valutata dall’esterno in maniera adeguata. Mi è subito piaciuta l’idea di poter essere d’aiuto con i nostri disegni al mondo del volontariato e di aiuto a quanti ogni giorno necessitano di attenzione”.

Al secondo posto si è classificata Anna Giambersio e al terzo Francesca Sannella. Ai vincitori sono stati consegnati un notebook, un telefono cellulare ed un lettore mp3.

 

28 maggio: Passeggiata della Solidarietà fra Puglia e Molise

L’Associazione “Federazione Pugliese Donatori Sangue”, aderente alla FIDAS Nazionale, è un’organizzazione di volontariato Onlus che opera in Puglia da 34 anni e si compone di 45 Sezioni i cui soci nel 2010 hanno donato 16.084 unità di sangue ed emocomponenti al Servizio Trasfusionale Regionale.

Fra le molteplici iniziative attuate è particolarmente orgogliosa di aver promosso la nascita di un’Associazione di Donatori di Sangue, la prima FIDAS nella regione, in Molise, nella zona tanto duramente colpita dal terremoto del 2002, fra persone che hanno in tal modo inteso trasformare la propria dolorosa memoria in un progetto di solidarietà sociale.

Per celebrare il primo anno di costituzione della FIDAS Molise, ma anche per rafforzare il rapporto d’amicizia da tempo costituitosi fra la IV Circoscrizione di Bari (Carbonara – Ceglie del Campo – Loseto – Santa Rita) ed il Comune di Colletorto (CB), nonché per dare un esempio di condivisione e fratellanza alle nuove generazioni, la FPDS-FIDAS sta organizzando per sabato 28 maggio p.v., la “Passeggiata della Solidarietà” tra Puglia e Molise, che si svolgerà attraverso i tre comuni maggiormente colpiti dal sisma.

I partecipanti (alcune migliaia) fra i quali intere scolaresche, partiranno da Bonefro (CB), attraverseranno San Giuliano di Puglia (CB) dove sarà deposta una corona nel cimitero dove riposano i 27 alunni morti nel crollo della scuola “Jovine” (31/12/2002) e proseguiranno per Colletorto (CB) dove, dopo la deposizione di una composizione floreale sulla tomba della maestra Carmela Ciniglio, morta con i suoi alunni nel crollo della scuola ed alla quale è stata intitolata la Scuola Primaria in Bari – Loseto, si terrà la cerimonia conclusiva.

Questo “abbraccio di solidarietà” coinvolgerà le comunità dei tre Comuni interessati, tutte le Sezioni della FPDS-FIDAS, Istituzioni politiche ed amministrative delle due Regioni, Circoli Didattici, Polizie Provinciali, Protezione Civile ed altre Associazioni di Volontariato.

L’organizzazione ed il coordinamento della manifestazione è affidato alla Sezioni FPDS-FIDAS di Carbonara ed IPA – Bari (International Police Association). Per illustrare nei particolari quanto innanzi, in concomitanza della partecipazione di una delegazione di amministratori e cittadini dei tre Comuni molisani ai festeggiamenti in onore di San Giorgio, patrono di Loseto, si è inteso organizzare una conferenza stampa che avrà luogo sabato 30 aprile alle ore 11,00 nella Scuola Primaria “Carmela Ciniglio” in Loseto.

 

A Parma la consegna del premio giornalistico dedicato ad Isabella Sturvi

Sarà consegnato a Parma il 13 maggio, in apertura dei lavori del 50° Congresso nazionale della FIDAS, il premio giornalistico dedicato alla memoria di Isabella Sturvi, a lungo responsabile dell’ufficio VIII, “Sangue e trapianti”, presso la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute.

A scegliere il vincitore della prima edizione del premio, che gode del patrocinio dell’Ordine nazionale dei giornalisti, sarà chiamata una giuria composta da Bruno Pizzul, storico telecronista della RAI; Stefano Trasatti, direttore del Redattore Sociale; Filiberto Molossi, caporedattore della Gazzetta di Parma; Bernadette Golisano, direttore di Noi in Fidas e Dario Cravero, presidente onorario della FIDAS

Sabato 7 maggio la finale di Musica nel Sangue

Un nuovo grande successo per MUSICA NEL SANGUE, il progetto promosso dalle Associazioni di Donatori Sangue AVIS, FIDAS e ABVS con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sul tema della donazione e, sul lungo periodo, di promuovere la cultura della solidarietà e del coinvolgimento diretto. Con l’iniziativa MUSICA NEL SANGUE SCHOOL CONTEST, progetto che si rivolge con particolare attenzione alle scuole, sono stati coinvolti 59 istituti secondari di II grado della regione Veneto (Venezia 4, Belluno 8, Padova 16, Rovigo 3, Treviso 5, Verona 11, Vicenza 12) per un totale di 143 band musicali. Il progetto, curato anche per quest’edizione da HEADS COLLECTIVE, è realizzato con il patrocinio della Regione Veneto.

MUSICA NEL SANGUE SCHOOL CONTEST è una gara-concerto che si propone di utilizzare la musica come veicolo di valori positivi, valorizzando la creatività e il potenziale musicale giovanile, favorendo momenti di condivisione e scambio fra i ragazzi dei diversi Istituti Secondari della regione. Per questa terza edizione il progetto si è sviluppato in modo significativo on line, sul sito musicanelsangue.it, e attraverso il canale di Facebook.Ogni istituto secondario, infatti, dopo aver organizzato un piccolo concerto scolastico e averne realizzato un video, ha caricato sul portale musicanelsangue.it le immagini dell’esibizione live, permettendo così agli utenti della community e alla Giuria di qualità di votarlo.

LA FINALE DI MUSICA NEL SANGUE SCHOOL CONTEST Si terrà a VICENZA il 7 MAGGIO, presso il TEATRO COMUNALE. L’evento è patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Vicenza. Sei le formazioni musicali scelte dalla giuria popolare che si confronteranno con i 18 gruppi selezionati dalla giuria di qualità.

MUSICA NEL SANGUE è un progetto che non si rivolge solo alle scuole e supera i confini regionali. Con MUSIC SHOWCASE, contest musicale aperto a tutte le band italiane che vogliono farsi conoscere, la community del sito e la giuria di qualità hanno decretato, tra i 408 artisti iscritti, il miglior gruppo, The Sonora, formazione sarda, con il brano Java, che suonerà come headliner alla Finale di Musica Nel Sangue School Contest il 7 MAGGIO al TEATRO COMUNALE di VICENZA e avrà a disposizione, per 4 giorni, uno studio di registrazione in cui incidere il proprio cd.

Tutti i finalisti faranno parte del cd Musica Nel Sangue 2011. Il miglior singolo/gruppo di ogni categoria avrà la possibilità di esibirsi in uno dei locali più trendy della regione o durante un festival musicale estivo, mentre i primi tre saranno il volto della nuova campagna della quarta edizione di Musica Nel Sangue. Le scuole vincitrici riceveranno in premio attrezzatura didattica del valore di 1000 Euro. A tutti i classificati della categoria Musica originale a tema solidarietà saranno assegnati dei biglietti per assistere ai migliori concerti dell’estate 2011, grazie alla collaborazione con Azalea Promotion.  Ci sono, inoltre, due premi di 400 Euro ciascuno, che andranno, rispettivamente, alla scuola che porterà più supporters alla finale del 7 maggio a Vicenza e allo striscione più bello realizzato per l’evento.  

Ogni artista o gruppo, con MUSICA NEL SANGUE SCHOOL CONTEST, avrà soprattutto l’occasione di vivere un’esperienza coinvolgente, che gli permetterà di esprimere la propria creatività e la propria passione per la musica, in un contesto ricettivo e attento ai giovani talenti della regione, in uno spazio in cui condividere la propria arte e in cui conoscere e apprezzare quella dei coetanei. Tutti gli studenti delle Scuole Superiori aderenti al progetto potranno inoltre riflettere e confrontarsi sull’importanza del dono e della solidarietà, grazie anche all’incontro con un volontario AVIS, FIDAS e ABVS.

“Per la nuova edizione del progetto Scuole abbiamo rinnovato la formula, dando spazio a una fase virtuale attraverso il sito musicanelsangue.it e Facebook – spiega Fabio Sgarabottolo, presidente Fidas Veneto -. I ragazzi sono stati chiamati a caricare i loro video e a farsi votare, superando così ogni limite territoriale. Oggi Facebook è utilizzato dal 93% dei ragazzi come veicolo di condivisione e di scambio: ci auguriamo che questo numero sia di buon auspicio e che una percentuale altrettanto alta di ragazzi sia portata a riflettere, attraverso questo progetto, sulla possibilità di condivisione più importante: la donazione di sangue”.

Info su: www.fidasveneto.it

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Programma di autosufficienza nazionale del sangue e dei suoi prodotti per il 2010

E’ stato pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» n. 82 del 9 aprile 2011 il decreto 20 gennaio 2011 del Ministero della Salute, con sui si emana il «Programma di autosufficienza nazionale del sangue e dei suoi prodotti per l’anno 2010». Il programma individua i consumi storici, i fabbisogni e i livelli di produzione necessari per l’autosufficienza regionale e nazionale del sangue e dei suoi prodotti, e definisce le linee di indirizzo per il monitoraggio della stessa autosufficienza e per la compensazione interregionale.

Nell’area dedicata alla normativa nazionale è stato inserito il decreto in oggetto. Di seguito i dati più significativi:

Il numero dei donatori di sangue in Italia

1.690.426
2.8% della popolazione totale
4.4% della popolazione tra i 18 e i 65 anni (stima al 1/1/2010)
42/1000 [18-65] popolazione

L’indice di donazione (numero di donazioni/anno)

Per il sangue intero in Italia è di 1,6 anche se gli uomini possono donare fino a 4 volte e le donne fino a 2. Il nostro paese risulta al di sotto della media europea.
Aferesi : 568.379
Donazioni totali : 3.166.684

L’indice nazionale di produzione di globuli rossi

Per 1.000 residenti/2009 risulta pari a 43,5, in linea con gli indici produttivi dei Paesi europei ad elevato sviluppo socio-economico. Tale indice, tuttavia, presenta una variabilità fra Regioni molto elevata, con un range da 24,7/1.000 abitanti/anno della Campania a 58,7 dell’Emilia Romagna. In linea generale, ad eccezione di Marche, Sardegna e Molise, tutte le Regioni del centro-sud presentano un indice al di sotto della media nazionale, mentre le regioni del centro-nord, ad eccezione della Provincia di Trento, si collocano al di sopra della media nazionale

Emocomponenti

Prodotti : 7.340.410
Trasfusi : 3.400.693 (9.317/die)

Autosufficienza

L’autosufficienza nazionale di componenti labili del sangue è stata garantita fin dal 2003 attraverso trasferimenti pianificati e/o occasionali tra le regioni. Esiste infatti una sostanziale disparità tra diverse regioni in merito all’autosufficienza, ed alcune regioni, principalmente quelle insulari vengono sistematicamente sostenute dalle altre. L’autosufficienza nazionale di componenti stabili del sangue varia per ogni prodotto. Nell’anno 2010  per quanto concerne la produzione di plasma da avviare alla produzione industriale, a fronte di una quantità programmata di 698.275 Kg, il sistema sangue nazionale ha centrato l’obiettivo consegnando all’azienda farmaceutica convenzionata 722.017 Kg di plasma.

La produzione di farmaci da plasma nazionale, ottenuti “in conto-lavorazione”, garantisce un livello di autosufficienza nazionale diversificato per singolo prodotto, con il livello più elevato (circa 70% medio) ascrivibile alle immunoglobuline aspecifiche per uso endovenoso.

Esistono notevoli differenze tra le regioni nella produzione di plasma per frazionamento: tutte le regioni insulari e del sud, sono significativamente al di sotto della media nazionale.

 

 

Roisan: “Tanti popoli un solo sangue”

La Sezione “Mirko Sangot” dell’Associazione San Michele Arcangelo FIDAS Valle d’Aosta, ha organizzato per mercoledì 13 aprile 2011 “TANTI POPOLI UN SOLO SANGUE”, iniziativa per la promozione della cultura anonima, periodica e gratuita del sangue e dei suoi derivati (Sala Polivalente di Roisan, ore 17,00)

Saranno ospiti il sindaco di Roisan, Gabriel Diemoz, l’assessore politiche sociali del comune di Aosta, Marco Sorbara, il parroco di Roisan e Valpelline, Jean Marie Guemon, e poi Diego Bajocco del Centro Immigrati del comune di Aosta, Samira Habodaber, mediatrice interculturale, e Severino Cubeddu, presidente dei donatori di sangue dell’Associazione San Michele Arcangelo FIDAS Valle d’Aosta.