“One nation one donation”: il Trio fa ancora centro

IMG_0307__300_x_200Si è svolta questa mattina, riscuotendo ancora un buon successo, la seconda edizione di “One nation one donation”, l’iniziativa di sensibilizzazione al dono del sangue realizzata in collaborazione fra il CIVIS, il Trio Medusa e l’azienda ospedaliera San Camillo Forlanini.

Sei le città coinvolte nell’iniziativa: Roma (la sede di Radio Deejay in Via Cristoforo Colombo), Torino (Piazza Castello), Padova (Azienda Ospedaliera), Cagliari (Via Talete), Bari (Policlinico) e Bologna (Azienda Ospedaliera S. Orsola Malpigli e Ospedale Maggiore), dove hanno stazionato delle autoemoteche e dove i volontari delle quattro associazioni e federazioni di donatori di sangue (AVIS, Croce Rossa, FIDAS e Fratrs) hanno distribuito del materiale informativo.

Tutte le piazze sono state collegate in tempo reale con Radio Deejay e la trasmissione “Chiamate Roma Triuno Triuno”, che ha monitorato l’andamento dell’iniziativa e ha fatto opera di promozione alla donazione.

L’obiettivo era quello di superare le circa 160 sacche di sangue raccolte a maggio, in occasione della Festa della Mamma. Vedremo nei prossimi giorni se il traguardo è stato raggiunto.

Il 3 novembre la riunione con i Responsabili delle Strutture Regionali di Coordinamento

Si terrà il 3 novembre, presso il Comitato Centrale della Croce Rossa Italiana, l’incontro fra i presidenti nazionali e regionali delle associazioni e federazioni dei donatori di sangue ed i responsabili delle Strutture Regionali di Coordinamento per le attività trasfusionali. Argomento principale della riunione la definizione del Programma di autosufficienza del sangue e dei suoi prodotti per l’anno 2011.

In agenda anche la definizione degli obiettivi associati ai finanziamenti a favore delle regioni e province autonome di cui alla legge 219/2005, e ai decreti legislativi 207 e 208/2007; la verifica del grado di raggiungimento degli obiettivi 2010 e la definizione degli obiettivi 2011.

Marcianise: aperto il primo punto di raccolta fisso della provincia di Caserta

Sarà presentato il 29 ottobre, presso la Biblioteca Comunale di Marcianise (Via Vespucci 7, ore 17,30), il primo punto di raccolta sangue Fidas in una struttura fissa di tutta la Campania. A metterlo a disposizione della cittadinanza, autofinanziandone la realizzazione, l’Associazione Donatori Volontari Sangue (ADVS), associazione di Marcianise affiliata alla FIDAS Partenopea. “Abbiamo deciso di istituire questo punto di raccolta sangue proprio a Marcianise perché la città risulta ben collegata con il centro trasfusionale di Caserta, al quale abitualmente consegniamo le sacche di sangue – spiega Ermanno Di Giacinto, Vice Presidente ADVS Marcianise -. Ma anche perché è qui presente un alto numero di potenziali donatori, in considerazione delle molte realtà produttive esistenti e con le quali potrebbero essere avviate apposite convenzioni”.

La conferenza stampa di presentazione della struttura prevede il seguente programma: 

 

•        Apertura dei lavori: Dr. Antonio Tartaglione, Sindaco di Marcianise

•        Saluti: On. Domenico Zinzi, Presidente della Provincia, e On. Prof. Pietro Squaglia, Consigliere Comunale

•        Presentazione federate e confederate. Nascita e consolidamento dell’ADVS di Marcianise – Salvatore D’Orta, Presidente FIDAS Partenopea

•        Presentazione della nuova struttura fissa dell’ADVS di Marcianise
         – Ermanno Di Giacinto, Vice Presidente ADVS – Marcianise

•        L’importanza di avere una struttura fissa per la raccolta sangue. L’unicità del punto di Marcianise
         – Dr. Consalvo Sperandeo, Responsabile ASL, Dipartimento Prevenzione

•        Il rispetto dei requisiti  minimi strutturali ed organizzativi di un punto di raccolta sangue
         – Dr. Mario Della Gatta, Responsabile ASL, Dipartimento Prevenzion
         – Prof. Dott. Antonio Minerva, Terapia trasfusionale, Dirigente U.O. Trasfusionale     Azienda Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta

•        Conclusioni: Dott. Salvatore Di Giacinto, Presidente ADVS Marcianise 

Modererà la conferenza Ermanno Di Giacinto, Vice Presidente ADVS Marcianise

Per contatti: ADVS (Associazione Donatori Volontari Sangue – Associata FIDAS) Vice Presidente: Ermanno Di Giacinto Tel./fax 0823832882 * Cell.3386375087

 

 

 

Tariffe postali editoriali: firmato il nuovo decreto

Il Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani ed il Ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, hanno firmato il decreto che ridefinisce le tariffe postali per la spedizione dei prodotti editoriali. Il nuovo decreto è stato firmato il 21 ottobre scorso e mantiene le garanzie date dal governo per le agevolazioni postali. Le nuove tariffe saranno applicabili in via retroattiva dal 1 settembre 2010.

Il comunicato congiunto diffuso dal ministero e da Palazzo Chigi afferma che si è potuti arrivare a questa «conclusione» recependo l’accordo raggiunto il 21 luglio «tra le associazioni degli editori, in particolare la FIEG, l’USPI, l’ANES, la FILE e la FISC e Poste Italiane», e consentendo «di ottenere tariffe compatibili sia con le esigenze degli editori, sia con i vincoli generali di bilancio pubblico».

Il testo del Decreto sarà disponibile sul sito FIDAS non appena pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

A “Staminabilia” le meraviglie delle cellule staminali

A cosa servono le cellule staminali del sangue? E come potrebbero curarci in futuro? A queste ed altre domande intende rispondere Staminabilia, un laboratorio interattivo che dal 29 ottobre al 7 novembre, al Festival della Scienza di Genova, guiderà i visitatori tra le prospettive aperte dalla scoperta delle cellule staminali.

Attraverso un percorso di suoni e colori, è racconta la nascita e la “missione” delle cellule staminali del sangue, le cellule che danno vita a globuli rossi, globuli bianchi e piastrine e che da tempo vengono utilizzate per la cura di molte malattie del sangue, del sistema metabolico e immunitario.

In un percorso vissuto in prima persona, i partecipanti potranno ascoltare la musica della vita, che viene dai movimenti microscopici del DNA cellulare, osservare e capire le caratteristiche delle cellule staminali, capaci di conservare la “vitalità” e la “memoria” della loro missione. Si potrà anche scoprire come si “maneggiano” in laboratorio, dalla verifica della loro compatibilità con l’organismo fino alla loro conservazione in azoto liquido, a temperature molto al di sotto dello zero.

Con l’aiuto di esperti e ricercatori si potrà, inoltre, comprendere quale sono le prove mediche e scientifiche a supporto dei loro possibili impieghi in medicina, distinguendo fra promesse di miracoli e reali potenzialità terapeutiche.

Il laboratorio Staminabilia è curato dall’Area Comunicazione del Centro Nazionale Sangue e del Centro Nazionale Trapianti, in collaborazione con IBMDR, ADMO e ADISCO.

 

SIMTI: al via il primo corso di Formazione a Distanza

Fino al 31 dicembre 2010, entrando nel sito http://www.simti.it/, è possibile accedere al primo corso di Formazione a Distanza (FAD) organizzato dalla SIMTI (Società Italiana di Medicina Trasfusionale ed Immunoematologia).

Tra gli argomenti oggetto del corso di formazione

  • La diagnosi differenziale della TRALI – Daniele Prati
  • L’andamento dell’infezione occulta da virus B nella popolazione dei donatori italiani – Claudio Velati
  • I nuovi anticoagulanti orali – Pier Mannuccio Mannucci
  • La rete italiana di banche del sangue placentare – Simonetta Pupella
  • La donazione di cellule staminali emopoietiche: eventi e reazioni avverse nell’esperienza dei Centri di Raccolta italiani – Nicoletta Sacchi
  • La donazione di cellule staminali emopoietiche: eventi e reazioni avverse nell’esperienza dei Centri di Raccolta italiani – Aurora Vassanelli
  • Le raccomandazioni SIMTI per la terapia trasfusionale nel paziente chirurgico- Giancarlo Liumbruno
  • Il corso riconosce 3 Crediti ECM. Quote di iscrizione promozionali scontate per i soci e affiliati SIMTI

Il 29 ottobre torna One Nation One Donation con il Trio Medusa

deejaytriomedusaVenerdì 29 ottobre il CIVIS (Coordinamento Interassociativo Volontari Italiani Sangue: AVIS+CROCE ROSSA+FIDAS+FRATRES), l’AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO – FORLANINI ed il Trio Medusa inviteranno la popolazione italiana a fare un regalo a tutti coloro che necessitano di terapie trasfusionali, effettuando una donazione di sangue. Le città italiane coinvolte nella manifestazione saranno:

ROMA
Sede di Radio Deejay Via Cristoforo Colombo 90;
TORINO Piazza Castello;
PADOVA Centro Raccolta Sangue – Azienda Ospedaliera di Padova c/o Complesso Socio Sanitario dei Colli;
CAGLIARI Via Talete 8;
BARI Policlinico di Bari Piazza Giulio Cesare;
BOLOGNA Azienda Ospedaliera S. Orsola Malpighi  e Azienda Sanitaria città di Bologna (Ospedale Maggiore).

Nelle piazze stazioneranno delle autoemoteche dove sarà possibile effettuare concretamente la donazione, mentre i volontari delle quattro associazioni e federazioni di donatori distribuiranno del materiale informativo.
Le varie piazze d’Italia dove si svolgerà la manifestazione saranno collegate tra loro in tempo reale tramite RADIO DEEJAY – “Chiamate Roma Triuno Triuno”, aiuterà a monitorere l’andamento della giornata.
Chi intende prenotare la propria donazione può lasciare il nominativo sul sito www.deejay.it.
Tutti coloro che si presenteranno per la donazione riceveranno un gadget di Radio Deejay.

Nel corso del 2009 sono state raccolte in Italia oltre 2,5 milioni di unità di sangue intero e 500 mila sacche in aferesi. I donatori volontari periodici sono 1 milione e 600 mila. Ogni giorno negli ospedali italiani vengono effettuate circa 11 mila trasfusioni di componenti del sangue (4 milioni ogni anno).